1. Scrivi Musica per Film e Game: Corso Online Professionale

    Anche senza conservatorio, in pochi mesi fai musica professionale di qualsiasi genere: dall'Epic Hybrid Trailer all'orchestrale fino a pop o musica elettronica. E fai pratica su veri film americani. Otto mesi e più di 145 ore di lezioni serie e approfondite nella Scuola Online #1 d'Italia su Musica e Cinema Digitale, con 17 anni di storia..

    Composizione, Ritmo, Melodia, Armonia, Storytelling, Sequencer, Strumenti Virtuali, Canzoni: impari tutto, senza orari fissi e facendo pratica già dal primo giorno.

    Ottieni la certificazione VFX Wizard Trained Pro™ e scrivi musica efficace, che ha successo con il corso già scelto da principianti assoluti, producers e anche diplomati di Conservatorio di IIº Livello: perché ti insegna tutto, dalle basi al top della musica digitale.

Abbandoniamo il concetto che un mix si trasforma in un master

Discussione in 'Finalizzazione e Mastering' iniziata da Notilio, 3 Ago 2010.

  1. Notilio

    Notilio Ospite

    Ciao a tutti, volevo un vostro parere su questo argomento per capire un po cosa ne pensate e come lavorate per miglirarci sempre di + giorno dopo giorno :)
    In una guida ho letto queste parole che riporto;

    ANCORA UNA VOLTA ABBANDONIAMO IL CONCETTO CHE UN MIX SI TRASFORMA IN UN MASTER PROCESSANDO IL FILE STEREO. Come dicono i più famosi ingegneri al mondo "UN BUON MASTER E' UN MIX CHE NON HA BISOGNO DI NULLA" o come dice GM "Se arrivo in mastering e mi accorgo che qualche brano necessita di più di qualche dB di intervento torno in studio a remixare".

    Sinceramente io preferisco questa tecnica perché mi fa risparmiare tempo sulle varie modifiche che magari possono essere apportate..
    VOI cosa ne pensate??
     
    3 Ago 2010
    #1
  2. BlindSpot

    BlindSpot Eroe del Forum

    Registrato:
    6 Ott 2009
    Messaggi:
    1.566
    "Mi Piace" ricevuti:
    397
    Sequencer:
    ABLETON
    Io non penso che questa sia una tecnica ... ma semplicemente un dato di fatto ...

    il mastering può ma fin là ... almeno quello che possiamo fare noi ... poi magari fatto in studio può un pò di più
     
    3 Ago 2010
    #2
  3. Notilio

    Notilio Ospite

    Bèh!! sento tante persone che fanno il mastering sulla traccia stereo e sinceramente a me viene scomodo...preferisco fare in questo modo dato che faccio tutto io, certamente mi posso solo avvicinare alla qualità delle tracce professionali...
     
    3 Ago 2010
    #3
  4. BlindSpot

    BlindSpot Eroe del Forum

    Registrato:
    6 Ott 2009
    Messaggi:
    1.566
    "Mi Piace" ricevuti:
    397
    Sequencer:
    ABLETON
    si... ma il risultato di queste persone com'è?
    ... comunque anche io sono del tuo stesso avviso ... più il mix è fatto bene ... meglio è...

    perché se un mix è buono ... con o senza mastering(ovvio che magari dà qualcosa in più) rimane un mix buono...

    se faccio una scoreggia e poi di questa faccio il mastering ... sempre una scorreggia rimane...
     
    3 Ago 2010
    #4
  5. Notilio

    Notilio Ospite

    :w00t::D:D:D concordo :coffee:
     
    3 Ago 2010
    #5
  6. NPK

    NPK Utente Molto Popolare

    Registrato:
    11 Dic 2009
    Messaggi:
    959
    "Mi Piace" ricevuti:
    212
    Sequencer:
    FL9 XXL/Reason 4
    Perfettamente daccordo... un buon mix sta alla base di tutto il lavoro... e da quello che ho letto è anche molto complicato fare un mix decente.. però fortunatamente ho trovato una specie di guida che trovo utilissima che spiega i passi da fare, ci sto provando e i risultati si sentono... prima le mie tracce o erano piene di frequenze accavallate o erano troppo vuote.. ora mi escono spezzoni che vanno molto vicino al professionale,sempre per quello che si può fare in casa ovviamente... però confrontando una traccia pro ad una mia mixata a dovere non c'è tutta sta differenza (parlo di un analisi di spettro)
     
    3 Ago 2010
    #6
  7. BlindSpot

    BlindSpot Eroe del Forum

    Registrato:
    6 Ott 2009
    Messaggi:
    1.566
    "Mi Piace" ricevuti:
    397
    Sequencer:
    ABLETON
    potresti postare sta guida che dici?
     
    3 Ago 2010
    #7
  8. kernell32

    kernell32 Eroe del Forum

    Registrato:
    16 Mar 2009
    Messaggi:
    2.633
    "Mi Piace" ricevuti:
    590
    Sequencer:
    Sonar - Reason
    c'è un pò di confusione..il mastering è un processo che adatta un brano al tipo di supporto o utilizzi..se il mio brano dovrà passare per radio, dovrà avere un tipo di mastering..se deve passare in tv..ne avrà un altro..se servirà per le discxoteche..avrà altri parametri..ma alla base il missaggio deve essere sempre ottimale..non esiste mastering che faccia suonare meglio un missaggio..il brano missato deve suonare bene..punto..poi con il mastering lo si adatta alle necessità.

    Io personalmente ai miei brani in questa fantomatica operazione di missaggio, aggiungo solo un piccolo limiter per contenere qualche picco che esce fuori dal mix..meno si lavora sul mastering, e meglio è..ne ho avuta esperienza diretta..brani che pensavo fossero fatti bene, facevo io il mastering pompando alcune cose, usando Eq, compressori, poi li passavano per radio e suonavano da schifo, semplicemenete perché prima di passarli in rai, rifacevano il mastering...risultato..una chiavica..
     
    3 Ago 2010
    #8
  9. markko

    markko Colonna del Forum

    Registrato:
    9 Set 2009
    Messaggi:
    1.339
    "Mi Piace" ricevuti:
    252
    Sequencer:
    FL Studio
    Quoto kernell...e aggiungo anche che l'ingegnere del mastering comunque può apportare qualche piccolissima modifica al brano, per correggere errori che il tecnico del suono commette involontariamente: o perché l'orecchio era troppo abituato (quindi 2 paia di orecchie diverse molto allenate possono individuare questo piccolo errore), o perché l'impianto del tecnico del suono era insufficiente e "celava" questo errore (gli ingegneri del mastering hanno attrezzature da prezzi stratosferici....)

    Per questo sono dell'opinione che un mastering correttivo fatto dalla stessa persona che ha mixato il brano è praticamente INUTILE, si stroppia ancora di più il brano. Quando finisco io un brano, ci metto l'event horizon+ sopra e poi export in mp3 con dithering, fine.
     
    3 Ago 2010
    #9
  10. NPK

    NPK Utente Molto Popolare

    Registrato:
    11 Dic 2009
    Messaggi:
    959
    "Mi Piace" ricevuti:
    212
    Sequencer:
    FL9 XXL/Reason 4
    Si si tanto la si trova in giro per il web :coffee:
     
    3 Ago 2010
    #10
  11. Notilio

    Notilio Ospite

    Su questa cosa non sono d'accordo, non credo proprio che si facciano i mastering per queste differenze di passaggio.... anche perché non credo che le radio acquista un tipo di mastering e la discoteca un altro..
     
    5 Ago 2010
    #11
  12. NPK

    NPK Utente Molto Popolare

    Registrato:
    11 Dic 2009
    Messaggi:
    959
    "Mi Piace" ricevuti:
    212
    Sequencer:
    FL9 XXL/Reason 4
    invece è vero... ti sei mai chiesto perché sui brani c'è scritto radio edit o club edit? hai qualche pezzo originale? quel tipo di cd dove c'è solo un pezzo ma di vari tipi inclusi un paio di remix ufficiali? in quei cd c'è il radio edit,il club edit ecc... se fosse come dici tu allora questi che fanno il cd mettono più volta la stessa cosa cambiando solo il titolo???
     
    5 Ago 2010
    #12
  13. kernell32

    kernell32 Eroe del Forum

    Registrato:
    16 Mar 2009
    Messaggi:
    2.633
    "Mi Piace" ricevuti:
    590
    Sequencer:
    Sonar - Reason
    ..posso aggiungere anche questa curiosità..avete mai visto sanremo ?..bene..c'è un mixer (con fonici) per l'audio in sala..c'è un mixer dedicato al missaggio per il brano che va in onda in tv..e ce ne è uno per l'audio trasmesso in Radio...tutto questo proprio perché ci sono specifiche differenti..l'ascolto in radio ha dei canoni...l'ascolto in tv ne ha altri..
     
    5 Ago 2010
    #13
  14. NCG

    NCG Utente Attivo

    Registrato:
    27 Mar 2009
    Messaggi:
    129
    "Mi Piace" ricevuti:
    16
    Il Mastering ha fondamentalmente due scopi:
    1. Amalgamare i brani presenti su un album (a meno che non si tratti di un singolo brano) decidendone la scaletta, le pause tra i brani e uniformandone i volumi, la risposta in frequenza e l'immagine stereofonica.
    2. Ottimizzare la resa sonora dei brani rispetto al supporto su cui verrà stampato l'album (cd, dvd, vinile o altro) facendo sì che il disco riesca a suonare al meglio su qualsiasi supporto venga riprodotto.
     
    6 Ago 2010
    #14
  15. Notilio

    Notilio Ospite

    Io credo che ti stai confondendo con quelle diciture RADIO, CLUB, perché a me risulta che cambia in durata e stile ma non in mastering :D
     
    5 Set 2010
    #15
  16. The Coolbreezers

    The Coolbreezers Utente Molto Attivo

    Registrato:
    3 Set 2010
    Messaggi:
    208
    "Mi Piace" ricevuti:
    70
    Sequencer:
    Cubase
    posso dirti come lavoro io...

    io faccio in modo tale che il pezzo suoni bene già nel sequencer, stando attendo alle varie frequenze.

    solitamente compongo il tutto senza enfatizzare le frequenze tramite gli Eq inclusi, anzi, taglio le varie Fq superflue.

    per esempio su un hihat, il cui ruolo è quello di dare frequenze alte al pezzo, elimino le frequenze inferiori ai 300 hz, insomma taglio le basse

    così come in un pad cerco di non farlo impastare con le frequenze del basso e della cassa.

    una volta fatto questo sistemo il mastre processandolo in modo leggero,avvalendomi di qualche compressore, stereo enancher, un limiter dove serve e stop.

    a questo punto il pezzo dovrebbe suonare abbastanza bene. sono rari i casi in cui faccio un post editing del mix, si rischia di esagerare.

    ovviamente, parlo di mie opinioni personali

    vi lascio un link di un pezzo fatto da me così come suona direttamente su cubase

    (ovviamente la qualità del video non è eccelsa, ma vi farete un'idea di cosa intendessi dire)

    http://www.YouTube.com/watch?v=njOdR_xtUg4
     
    5 Set 2010
    #16
    1 person likes this.
  17. NPK

    NPK Utente Molto Popolare

    Registrato:
    11 Dic 2009
    Messaggi:
    959
    "Mi Piace" ricevuti:
    212
    Sequencer:
    FL9 XXL/Reason 4
    è ovvio che cambi anche lo stile... prova a sentirti Thriller di michael Jackson in versione "normale" e in versione radio edit.. Ovviamente se credi di sentire una differenza colossale sei fuori strada però la differenza si sente..

    ---------- Messaggio aggiunto alle 19: 09 ---------- Il messaggio precedente era stato inserito alle 19: 05 ----------


    Non puoi tagliare ciò che non esiste! se hai samples buoni gli hat non hanno mai freq sotto i 300Hz... dunque applichi equalizzazioni che non servono.
     
    5 Set 2010
    #17

Le persone hanno trovato questa pagina cercando:

  1. differenza tadio edit brani