1. Scrivi Musica per Film e Game: Corso Online Professionale

    Anche senza conservatorio, in pochi mesi fai musica professionale di qualsiasi genere: dall'Epic Hybrid Trailer all'orchestrale fino a pop o musica elettronica. E fai pratica su veri film americani. Otto mesi e più di 145 ore di lezioni serie e approfondite nella Scuola Online #1 d'Italia su Musica e Cinema Digitale, con 17 anni di storia..

    Composizione, Ritmo, Melodia, Armonia, Storytelling, Sequencer, Strumenti Virtuali, Canzoni: impari tutto, senza orari fissi e facendo pratica già dal primo giorno.

    Ottieni la certificazione VFX Wizard Trained Pro™ e scrivi musica efficace, che ha successo con il corso già scelto da principianti assoluti, producers e anche diplomati di Conservatorio di IIº Livello: perché ti insegna tutto, dalle basi al top della musica digitale.

Aiutatemi a comprendere dubbio su masteeing

Discussione in 'Finalizzazione e Mastering' iniziata da Artista Sconosciuto, 23 Ott 2016.

  1. Artista Sconosciuto

    Artista Sconosciuto Colonna del Forum

    Registrato:
    20 Set 2014
    Messaggi:
    425
    "Mi Piace" ricevuti:
    88
    Sequencer:
    FlStudio
    Purtroppo mi accorgo sempre di più che leggendo capisco sempre di meno.....ma il fatto dell ipotetico -3dB è un valore da avere in mix o da avere in Mastering dopo aver applicato limiter ecc..
     
    23 Ott 2016
    #1
  2. KARIBUMASTERING

    KARIBUMASTERING Utente Molto Popolare

    Registrato:
    22 Ott 2015
    Messaggi:
    42
    "Mi Piace" ricevuti:
    69
    Sequencer:
    ProTools, Sequoia...e vari giocattoli...
    È da prendere come indicazione spannometrica del valore di picco in uscita dal mix, in modo da lasciare al ME sufficiente headroom per lavorare.
    Almeno "formalmente"...
    Nella pratica: non diventarci matto!
    Se non sono -3 ma -2,-1,-6,-8,-12 ecc...va bene lo stesso :)
    È molto ma molto più rilevante che il tuo mix sia equilibrato e, soprattutto, che suoni come lo vuoi piuttosto che i numeri.
    Un buon ME con un buon mix ti farà uscire un buon master qualunque livello tu gli abbia mandato: se è troppo alto lo abbassa, se è troppo basso, lo alza...
    Certo, non inviare un file clippato o con picchi a -60dB...:) :)
     
    23 Ott 2016
    #2
    A bisTURI piace questo elemento.
  3. Artista Sconosciuto

    Artista Sconosciuto Colonna del Forum

    Registrato:
    20 Set 2014
    Messaggi:
    425
    "Mi Piace" ricevuti:
    88
    Sequencer:
    FlStudio
    Ok mentre il Mastering porta tutto agli 0 db in digitale. Giusto?
     
    23 Ott 2016
    #3
  4. bisTURI

    bisTURI Eroe del Forum

    Registrato:
    13 Set 2014
    Messaggi:
    5.278
    "Mi Piace" ricevuti:
    3.913
    Sequencer:
    Studio One, Nuendo
    Anche un pochetto meno, di picco... Questo nel dominio digitale, quindi da - infinito a 0 dBFS (la distorsione), poi dipende anche dai convertitori e dal materiale... Prendi il Jazz (io lo odio ma non esiste solo l'EDM), senti che gli strumenti suonano dal pianissimo al fortissimo, io non ci lavorerei mai su un mix Jazz, li devi ragionare per dinamica, non per loudness... Poi quei -6/-4.5/3 dBFS di picco che lasci all' ME serviranno a lui per correggere, comprimere, alzare la loudness, mono compatibilità, adattamento, stereofonia...
    Ti immagini il mix engineer che usa i numeri sul jazz??? :w00t:
     
    23 Ott 2016
    #4
  5. Solve Coagula

    Solve Coagula FL Studio Helper

    Registrato:
    30 Nov 2014
    Messaggi:
    948
    "Mi Piace" ricevuti:
    220
    Sequencer:
    FL Studio
    Da quando faccio tutto a orecchio con meno "teoria" mi trovo molto meglio, non so se mi spiego bene....
     
    24 Ott 2016
    #5
    A bisTURI piace questo elemento.
  6. Artista Sconosciuto

    Artista Sconosciuto Colonna del Forum

    Registrato:
    20 Set 2014
    Messaggi:
    425
    "Mi Piace" ricevuti:
    88
    Sequencer:
    FlStudio
    io trovo tutte queste risposte: fidati vai ad orecchio che è meglio....oppure....non studiare che poi ascoltando col tuo orecchio è meglio...... ora posso capire di non fidarsi ciecamente degli indicatori e di non essere un "robot" ma ragazzi io penso che i numeri spesso siano importanti in questi contesti tecnici.
    non parliamo di arrangiamento o effetti (li l'orecchio svolge la maggior parte del lavoro), questo è mastering.....non penso che un ME faccia master dicendo chià mixxiamo un brano solo con l "orecchio", penso faccia mille controlli prima di rilasciare il prodotto...
    non me ne volete la mia non è la pretesa di essere un ME professionista, ma penso che i numeri siano importanti (senza farsi troppe pippe mentali ovvio:D)
     
    24 Ott 2016
    #6
    A cavaliereinesistente piace questo elemento.
  7. KARIBUMASTERING

    KARIBUMASTERING Utente Molto Popolare

    Registrato:
    22 Ott 2015
    Messaggi:
    42
    "Mi Piace" ricevuti:
    69
    Sequencer:
    ProTools, Sequoia...e vari giocattoli...
    Ok, per non incasinarci però non mescoliamo pere con mele...
    I ME professionisti conoscono bene i numeri, la tecnica e la teoria? Sì certo.
    Rilasciano un master solo quando sono sicuri che tutti i dettagli tecnici siano ok? Sì certo.
    Guardano i meters mentre lavorano? Sì certo.
    Si basano sui meters per processare il mix? No assolutamente
    Si basano sull'orecchio per fare il proprio lavoro? Sì certo
    E allora perché li guardano :)? Perché sono abituati e fanno semplicemente parte di quegli strumenti che si conoscono bene e per cui che danno una conferma in più a ciò che l'orecchio già sta dicendo.
    In uno studio di mastering vero, ossia progettato ed equipaggiato per quello, il ME è già assolutamente sicuro di quanto fa uscire perché sono i monitor che glielo dicono, poi butta l'occhio al meter per abitudine, ma ti posso assicurare che non succede mai che il meter riveli qualcosa che già l'ascolto non abbia fatto percepire.
    Ma anche il loudness stesso, io personalmente continuo ad usare i VU vecchia maniera, ma il vero indicatore del livello di uscita, per me, è che quando il controllo di volume della console è a ore 12 devo sentire forte, ed è un forte che ho nella testa e nelle orecchie, non nell'SPL meter.
     
    24 Ott 2016
    #7
    A cavaliereinesistente, bisTURI e Artista Sconosciuto piace questo messaggio.
  8. Kappa

    Kappa Vincitore Canzone del Mese Utente VIP

    Registrato:
    18 Lug 2009
    Messaggi:
    3.532
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.277
    Sequencer:
    Cubase 7.5/Reason 11 suite
    l'orecchio è un organo che con il tempo si vizia, perde frequenze, e se è stanco ti fa sentire una cosa per un altra!!!

    usare le mani con il cervello, aiuta le orecchie a sentire meglio! se non le vostre almeno quelle degli altri!

    ci vuole tecnica con contorno di orecchio!
     
    25 Ott 2016
    #8
    A bisTURI e cavaliereinesistente piace questo messaggio.
  9. cavaliereinesistente

    cavaliereinesistente Utente Onorevole Utente VIP

    Registrato:
    25 Ott 2012
    Messaggi:
    3.584
    "Mi Piace" ricevuti:
    3.993
    Sequencer:
    Avid ProTools, Apple Logic Pro
    Chi usa l'orecchio per lavoro non corre però il rischio di lasciarsi fuorviare da un udito affaticato... perché sa esattamente quando e come il proprio udito tende a variare dal punto di vista della percezione soggettiva, quando è ora di fare una pausa, e quando è ora di "rinfrescarsi" riprendendo punti di riferimento. Il più delle volte basta una breve pausa, seguita da pochi secondi di ascolto di materiale noto, per "resettare" e ripartire. La frase "ci vuole tecnica col controno di orecchio" mi piace, ma trovo altrettanto valida (se non di più) la sua versione commutata, ovvero ci vuole orecchio con contorno di tecnica ;)
     
    25 Ott 2016
    #9
    A Kappa, Solve Coagula, bisTURI e 1 altro utente piace questo messaggio.
  10. KARIBUMASTERING

    KARIBUMASTERING Utente Molto Popolare

    Registrato:
    22 Ott 2015
    Messaggi:
    42
    "Mi Piace" ricevuti:
    69
    Sequencer:
    ProTools, Sequoia...e vari giocattoli...
    Sempre saggio il cav...:)
    Giusto, inoltre, i problemi fisiologici dell'udito dati dal tempo (leggi età) sono, per chi fa questo lavoro, irrilevanti, altrimenti non starebbe in piedi il fatto che i vari Bob Ludwig, Vlado Meller, Bernie Grundman ecc...per parlare solo di mastering (ma l'elenco sarebbe lungo anche tra i mixing eng) continuano a fare lavori egregi dall'alto dei loro 70 suonati.
    Chiaramente chi lavora col martello pneumatico per 8h/g probabilmente all'età pensionabile avrebbe qualche problema in più...ma è anche vero che non sarebbe un sound engineer professionista...
    Tornando a bomba dell'origine del thread, non si sta cercando di dire che la tecnica non serva (anzi, è importante averla), ma che è molto facile, soprattutto per chi non ha tanta esperienza, perdere un po' il fuoco e fissarsi troppo su aspetti che sono marginali rispetto ad altri, spinti dalla facilità con cui l'attuale tecnologia ci permette di avere un controllo visivo su ciò che facciamo...ed era lì che verteva il consiglio iniziale, ossia la famosa massima di "mixare con le orecchie e non con gli occhi".
     
    25 Ott 2016
    #10
    A cavaliereinesistente, bisTURI e Artista Sconosciuto piace questo messaggio.