1. Scrivi Musica per Film e Game: Corso Online Professionale

    Anche senza conservatorio, in pochi mesi fai musica professionale di qualsiasi genere: dall'Epic Hybrid Trailer all'orchestrale fino a pop o musica elettronica. E fai pratica su veri film americani. Otto mesi e più di 145 ore di lezioni serie e approfondite nella Scuola Online #1 d'Italia su Musica e Cinema Digitale, con 17 anni di storia..

    Composizione, Ritmo, Melodia, Armonia, Storytelling, Sequencer, Strumenti Virtuali, Canzoni: impari tutto, senza orari fissi e facendo pratica già dal primo giorno.

    Ottieni la certificazione VFX Wizard Trained Pro™ e scrivi musica efficace, che ha successo con il corso già scelto da principianti assoluti, producers e anche diplomati di Conservatorio di IIº Livello: perché ti insegna tutto, dalle basi al top della musica digitale.

Avere Trasparenza Nel Suono Che Plug In Mi Consigliate Nel Master ? Uso Protools

Discussione in 'Finalizzazione e Mastering' iniziata da frey, 1 Gen 2018.

  1. frey

    frey Utente Attivo

    Registrato:
    1 Gen 2018
    Messaggi:
    14
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Sequencer:
    protools o cubase
    sequoia vorrei usarlo oltre che per imparare , anche perché mi legge praticamente tutti i plug in che ho , a differnza di protools che legge solo quelli in formato aax se non sbaglio
     
    10 Gen 2018
    #18
  2. frey

    frey Utente Attivo

    Registrato:
    1 Gen 2018
    Messaggi:
    14
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Sequencer:
    protools o cubase
    qualcuno di voi sa darmi una definizione esatta dell'uso di questo plug in oltre che come analizzatore ? io lo uso e mi da ' un effetto enhancer , se cosi' si puo' dire, interessante sempre agendo sul parametro width, ... grazie buonanotte
     

    Files Allegati:

    10 Gen 2018
    #19
  3. frey

    frey Utente Attivo

    Registrato:
    1 Gen 2018
    Messaggi:
    14
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Sequencer:
    protools o cubase
    azz che papiro , questo lo devo stampare e leggere con calma , non pensavo che esistesse una cosa del genere , molto interessante davvero jago
     
    10 Gen 2018
    #20
  4. frey

    frey Utente Attivo

    Registrato:
    1 Gen 2018
    Messaggi:
    14
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Sequencer:
    protools o cubase
    i plug melda !centri in un altro mondo , sono davvero incredibili , hanno un mucchio di parametri , solo per capire l'uso del riverbero ci ho messo giorni , e poi non ho mai sentito un plug in come mtransient e transient mb , danno una botta incredibile di dinamica senza distrorcere , riesci a creare casse e rullanti che ti fanno tremare la casa !
     
    10 Gen 2018
    #21
  5. JAGO

    JAGO Bitwig 2 Official end user certificated Utente VIP

    Registrato:
    1 Dic 2009
    Messaggi:
    3.925
    "Mi Piace" ricevuti:
    3.110
    Sequencer:
    Bitwig 3
    utilizzo diversi melda e ci andrei cauto poichè ci mettono un attimo a distruggere il segnale, li trovo buoni ma bisogna studiarli per bene, ti sono sincero che con MDynamic ne ho fatti di guai all'inizio, e sono dovuto tornare indietro diverse volte, oggi li utilizzo secondo le necessità, uso spesso MBassador per i sub, mi evita di fare un sacco di lavoro di compressione New York o duplicazioni file e filtri di eq, tagli ecc. Personalmente per l'apertura stereo, possedendo iZotope utilizzo Imager per alcune cose mentre la device nativa di bitwig studio che si chiama semplicemente Tool per altre, anche con l'apertura stereo bisogna essere cauti e preferisco lavorare sui singoli canali, mentre il riverbero sul master non lo metto mai, anche qui lavoro sui singoli canali e se lo utilizzo ad esempio su un kick, lo utilizzo assolutamente mono ed in un percentuale davvero blanda il che significa che il segnale passa si dal reverb e ne prende quel tantino ma è quasi impercettibile
     
    10 Gen 2018
    #22
    A Division piace questo elemento.
  6. DjSopy

    DjSopy Rain Man

    Registrato:
    16 Feb 2008
    Messaggi:
    3.858
    "Mi Piace" ricevuti:
    455
    Sequencer:
    FL Studio, Live
    Faccio il mastering sullo stesso progetto in cui ho fatto il mixaggio, ma ti ripeto, è un mio metodo. Sicuramente in ambito professionale, chi di mestiere consiglia di non fare tutto su un unico progetto, ma in generale dipende dal proprio modo di lavorare ;)
     
    10 Gen 2018
    #23
  7. Danjal

    Danjal Colonna del Forum

    Registrato:
    16 Dic 2015
    Messaggi:
    629
    "Mi Piace" ricevuti:
    244
    Ti consiglio di ricercare la "trasparenza" o qualsiasi altra caratteristica tu voglia dare al suono già nella fase di sound design. Non pensi di avere molto più controllo agendo sul layering di ogni strumento e applicando i vari effetti sulle singole tracce?
    Sinceramente non ho proprio idea di cosa tu intenda per trasparenza, termine che di solito si usa per indicare la "precisione" e la minimizzazione di distorsioni varie da parte di un effetto.
    Se vuoi ricercare un suono già fatto ti consiglio di ascoltare in modo critico, con plug in di controllo adeguati (magari ascoltando separatamente mid, side, basse, medie, alte e chi più ne ha più ne metta), vari brani di riferimento (considera che hanno già un lavoro di mix e master).
    Se vuoi creare un suono nuovo, beh, qui chi detta le regole sei tu...
     
    10 Gen 2018
    #24
  8. frey

    frey Utente Attivo

    Registrato:
    1 Gen 2018
    Messaggi:
    14
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Sequencer:
    protools o cubase
    un suono trasparente , come dire , usare millenia oppure neve + colorato, come dicevo prima, lo trovi enfatizzando in certi plug in la stereofonia , come una sensazione di profondita' che pero' non ha nulla a che vedere col riverbero, che interviene in modo troppo massiccio . un ultima cosa pero' non mi e' chiara, ammesso che faccio il Mastering sullo stesso progetto , lo faccio dopo il mixaggio oppure faccio il wave e lo ributto in protools e poi faccio il master delle due sole tracce stereo ? qual è la soluzione piu' usata di frequente ? mi consigliate di fare il master su sequoia ? dicono sia piu' indicato per fare il master ,e' vero ? per che motivo ?
     
    Last edited: 20 Gen 2018
    20 Gen 2018
    #25
  9. Fade Margin

    Fade Margin Utente Molto Popolare

    Registrato:
    18 Mar 2017
    Messaggi:
    107
    "Mi Piace" ricevuti:
    27
    Sequencer:
    Logic Pro X
    Ti chiedo scusa, forse sono io ma...non riesco a capire tutte le tue domande, quantomeno poste così.
    Per trasparenza intendi la miglior definizione di ogni suono all’interno del mix...giusto?
    Se metti un neve o un distorsore vai a colorare, cioè ad inserire tot numeri di armoniche al suono, che risulterà in base al contesto, più o meno definito.
    Questo, non vorrei sbagliarmi, ma è l’estatto contrario di trasparenza; un eq trasparente per esempio, taglia o enfatizza delle frequenze senza dare colore, quindi trasparente.
    Non è che cerchi il significato del termine sbagliato?
    Per la sequenza edit mix e master, perché non ne provi una per volta fra quelle suggerite e guardi le differenze fra i risultati?
     
    21 Gen 2018
    #26
  10. JAGO

    JAGO Bitwig 2 Official end user certificated Utente VIP

    Registrato:
    1 Dic 2009
    Messaggi:
    3.925
    "Mi Piace" ricevuti:
    3.110
    Sequencer:
    Bitwig 3
    Sinceramente non so quanti siano gli eq che non danno la loro impronta al suono, credo che siano molto pochi e lo si potrebbe sapere solo facendo dei test davvero accurati visto che la maggior parte aggiungono un loro colore al suono, molti tecnici credo che utilizzino un eq piuttosto che un altro in base alle loro caratteristiche ed al risultato che vogliono raggiungere. L'intelligibilità del suono in un mix è un'altra cosa, talvolta l'apertura stereo la fa perdere più che trovare. Il master.... beh conviene farlo in un progetto a parte, fare tutto nello stesso progetto potrebbe indurre ad errori grossolani, ad esempio riesci a fare un mix che ti piace e che suona davvero bene, cominci a piazzare sul master bus processori per il mastering, ma quello che ne sta venendo fuori non ti stà esaltando, allora per correggere cominci a toccare il mix, poche mosse ed hai fregato il mix e non potrai farci più il master, questo è uno degli errori più comuni in cui si può incorrere lavorando nello stesso progetto. Sequoia....l'ho visto utilizzare solo sul tubo, troppo costoso per le mie tasche, ma posso dirti che la maggior parte usa fare il master nello stesso host che utilizza per l'arrangiamento e il mix, ora se tu hai sequoia che è un software blasonato, e lo conosci bene, perché non utilizzarlo per il master? ma se hai ableton va bene comunque, se poi vuoi sapere cosa viene utilizzato di più, beh credo che ancora fa da padrone pro tools
     
    21 Gen 2018
    #27
  11. Tony Black

    Tony Black Mixing addicted Utente VIP

    Registrato:
    7 Lug 2016
    Messaggi:
    777
    "Mi Piace" ricevuti:
    581
    Sequencer:
    Samplitude Pro, ProTools, Reaper
    Spero di non essere frainteso nelle intenzioni.

    La "trasparenza del suono" è un concetto molto aleatorio, se vogliamo essere eleganti.
    Altrimenti possiamo dire che non significa nulla di nulla.

    Non vedo come un riverbero o un effetto qualunque possa essere definito "trasparente", soprattutto proprio per il fatto che è concepito per aggiungere caratteristiche di un certo tipo al suono originale.

    Si può discutere, in maniera sicuramente più oggettiva, di trasparenza dell'intervento sul suono, che è tutt'altro dire.

    Vero.
    Ma senza diventare scienziati pazzi, possiamo tranquillamente dire che qualsiasi equalizzatore digital e qualunque compressore digital siano concepiti per intervenire nella massima trasparenza.
    E' il motivo per cui sono stati inventati.

    Quindi un comunissimo Fabfilter Pro Q o un Waves Q o un Sonnox Oxford Dynamics o ancora un Fabilter Pro C...sono processori "trasparenti".

    Questo inteso nel senso che, svolgono la loro funzione di compressione o eq senza applicare nessun tipo di colorazione al suono.
    O comunque limitandola il più possibile.

    Poi se si vuole discutere in maniera strettamente tecnica e seria su un plugin in particolare, bisogna fare i test del caso.
    E io me ne tiro fuori all'istante :D Non perdiamo tempo su queste cose :D

    Per me quella che senti nei brani a cui probabilmente ti raffronti è prima di tutto una gestione dell'equalizzazione fatta molto bene.
    Puoi cercare di "allargare" un brano con tutti i triccheballacche del mondo.
    Puoi piantare 700 plugin di stereo widening sul master o applicare tecniche esoteriche OTB con hardware pazzeschi.

    Ma se il brano non è mixato come si deve non suonerà mai "largo".
    Al massimo quello che ti ritrovi è un mix fatto male spappolato da processori aggressivi nel tentativo di ottenere un effetto di chiarezza che andrebbe prima di tutto e soprattutto ricercato in tutt'altra via.

    Quello del "summing" è un approccio molto comune oggi giorno.
    E' un tentativo volto all'ottenimento della "pasta analogica" assieme alla massima flessibilità del recall ITB.

    Se è utile o meno, puoi stabilirlo solo tu con le tue orecchie.

    Per me, anche ammesso tu possa trovare del "beneficio" da questa pratica, è prima necessario portare la propria tecnica di mix ITB ad un livello molto alto.
    Se il mix ha centomila problemi, farlo passare per un qualunque sistema di somma non te ne risolverà neanche mezzo. E potrebbe anche essere peggio.
     
    22 Gen 2018
    #28
  12. JAGO

    JAGO Bitwig 2 Official end user certificated Utente VIP

    Registrato:
    1 Dic 2009
    Messaggi:
    3.925
    "Mi Piace" ricevuti:
    3.110
    Sequencer:
    Bitwig 3
    ti sono sincero, posseggo sia il bundle della fabfilter che diversi processori della melda, i melda ormai li utilizzo solo per "utilizzo artistico", della fabfilter utilizzo ormai solo il saturn, perché sinceramente non sono rimasto contento ne del blasonato pro q ne del pro c, ed a me è sembrato che fossero aggressivi come colore, invece utilizzo molto le device interne a bitwig studio che è l'host che utilizzo, e poi ho comprato il neutron della iZotope, e sinceramente ho avuto sia familiarità di utilizzo già dal primo approccio, e mi piace come tratta il suono che sia l'eq o i due compressori,che puoi utilizzare un pò come vuoi cioè come dynamic, dynamic multiband o come preferisci analogico o digitale , poi c'è un transient shaper ed un exciter, ti sono sincero li ho trovati personalmente migliori rispetto ad altro che ho testato, per questo ritengo che anche qui interviene il proprio gusto pesonale che siano processori ITB o OTB almeno per chi non fa questo come professione e si limita a mixare e masterizzare solo la propria musica
     
    22 Gen 2018
    #29
  13. Tony Black

    Tony Black Mixing addicted Utente VIP

    Registrato:
    7 Lug 2016
    Messaggi:
    777
    "Mi Piace" ricevuti:
    581
    Sequencer:
    Samplitude Pro, ProTools, Reaper
    Sul fatto che un qualsiasi eq o processore, a prescindere dall'intenzione di emulare il comportamento analogico, sia di qualità o meno, potremmo discutere all'infinito.

    Io parlavo di trasparenza, che è a mio avviso un concetto diverso.
    Personalmente mi viene difficile dire che il Pro Q abbia un "colore".

    Se inserisci un qualsiasi eq ad emulazione analogica è molto probabile che, senza muovere nemmeno mezzo parametro, già il segnale originale venga modificato.
    Cosa che non avviene con molti plugin simili al Pro Q o al Pro C.

    Ho sicuramente già provato mille anni fa. Ora onestamente non mi ricordo cosa accade se tenti di annullare il Fabfilter. Ma senza andare a fare la prova, ti dico che sono abbastanza certo che si può. Idem per gli altri plugin dello stesso tipo.

    Non è un eq che emula stadi di input o output. Non è basato su alcuna circuiteria.
    Quello che fa è abbassare o alzare il volume di gruppi di frequenze.
    Il che non significa che nel farlo non introduca artefatti oltre all'innalzamento o abbassamento delle frequenze.

    Ma se cerchi la trasparenza dell'intervento, apri un Pro Q. O l'eq di ProTools.
    O quello di Cubase. O il Duende X-Eq. O puoi usare un hw digitale come il Weiss.
    Non usi certo un API. Vero o finto che sia.

    Secondo me, quando dici che trovi certi plugin "aggressivi" stai facendo riferimento al risultato sonico che producono.
    Effettivamente, un eq clinico come quelli sovra citati, facilmente tende a suonare "duro". E uno dei motivi è proprio la sua trasparenza.
    Aggiungiamo pure il fatto che le curve di intervento non sono guidate/limitate come un eq analog...e il piatto è servito.

    Difficilmente risulterà musicale un grosso boost fatto col Pro Q, rispetto ad un Neve. Almeno per me, su questo non ci piove.

    Ma è un altra storia.
     
    22 Gen 2018
    #30
  14. JAGO

    JAGO Bitwig 2 Official end user certificated Utente VIP

    Registrato:
    1 Dic 2009
    Messaggi:
    3.925
    "Mi Piace" ricevuti:
    3.110
    Sequencer:
    Bitwig 3
    probabilmente è come dici, unica cosa è che questa durezza non l'ho riscontrata in neutron, nonostante difficilmente tendo a fare boost aggressivi sia che stia utilizzando neutron o pro q o altro, questo è un mio parere da musicista ed utilizzatore ma non da tecnico poichè lungi da me dal sentirmi tale
     
    22 Gen 2018
    #31
  15. profesorius

    profesorius Star del Forum

    Registrato:
    28 Nov 2005
    Messaggi:
    5.066
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.254
    Sequencer:
    Live, Pro Tools, Logic,
    trasparenza comunque come dice sky non significa nulla ..

    al massimo si puo parlare di linearità piu chè di trasparenza..

    ci sono plugin pensati per agire in modo lineare e ci sono plugin che cercano di emulare difetti o distorsioni di circuiti analogici..

    cè da dire che dipende dal materiale che stai trattando..

    ad esempio alcune sporcature su un cantato in un brano possono essere molto piu piacevole al risultato finale che in un intervento appunto lineare...

    se invece sto comprimendo un dialogo per un film, vorrei avere un risultato non pensante all'orecchio e quindi molto piu naturale..

    quindi secondo me piu che cercare la "trasparenze" o la "linearità" bisognerebbe cercare la coerenza
     
    23 Gen 2018
    #32
    A JAGO piace questo elemento.