1. Scrivi Musica per Film e Game: Corso Online Professionale

    Anche senza conservatorio, in pochi mesi fai musica professionale di qualsiasi genere: dall'Epic Hybrid Trailer all'orchestrale fino a pop o musica elettronica. E fai pratica su veri film americani. Otto mesi e più di 145 ore di lezioni serie e approfondite nella Scuola Online #1 d'Italia su Musica e Cinema Digitale, con 17 anni di storia..

    Composizione, Ritmo, Melodia, Armonia, Storytelling, Sequencer, Strumenti Virtuali, Canzoni: impari tutto, senza orari fissi e facendo pratica già dal primo giorno.

    Ottieni la certificazione VFX Wizard Trained Pro™ e scrivi musica efficace, che ha successo con il corso già scelto da principianti assoluti, producers e anche diplomati di Conservatorio di IIº Livello: perché ti insegna tutto, dalle basi al top della musica digitale.
Nascondi Avviso
Desideri un tema scuro per MusicaDigitale?

Registrati e imposta la modalità notte!

Clicca qui per scoprire come attivarla!

Come allenare l'orecchio per ricreare i suoni che si sentono?

Discussione in 'Sound Design' iniziata da Steve Hen, 26 Giu 2020.

  1. Steve Hen

    Steve Hen Colonna del Forum

    Registrato:
    25 Mar 2020
    Messaggi:
    584
    "Mi Piace" ricevuti:
    267
    Sequencer:
    Cubase - Live - Pro Tools
    Lo so che è strano, ma c'è un modo per allenare l'orecchio per riuscir a capire come raggiungere un determinato suono semplicemente ascoltandolo?
     
    26 Giu 2020
    #1
  2. 3lackrose

    3lackrose Vincitore Canzone del Mese Utente VIP

    Registrato:
    6 Gen 2012
    Messaggi:
    499
    "Mi Piace" ricevuti:
    282
    Sequencer:
    Reaper 5.99
    (Parer mio, non so se esistano metodi più specifici)

    Più esperienza / conoscenza hai e più probabile è che si riesca a riconoscere o dedurre come ottenere un certo suono.

    Es. impari un po' di sintesi, spippoli con i synth, vari tool e poi diventa più probabile che si riesca a riconoscere cosa è stato fatto tramite synth. Oppure campionando eccetera..

    In alcuni casi si può ottenere in vari modi ma cè un metodo più semplice di un altro (sempre, dipende).

    Poi l'insieme di tutte le cose che si hanno appreso si possono anche usare per dedurre come fare un suono, es. senti un suono che non hai mai fatto però senti un'ondulamento caratteristico e ti ricordi di come suona un flanger su un violino, su una voce ecc. quindi poi puoi ipotizzare che sia stato utilizzato su quel suono. Poi ovviamente fai anche una prova di prima mano per verificare se l'ipotesi fosse corretta così fai ulteriore esperienza. Insomma fai 1+1+1 più esperienza/conoscenza ed allenamento hai più lo azzecchi.

    Ovviamente le registrazioni o strumenti veri son altra cosa, ti serve lo studio di registrazione microfono apposta ecc anche lì dipende da cosa si vuol ottenere.
     
    Ultima modifica: 26 Giu 2020
    26 Giu 2020
    #2
    A Solve Coagula, AED e Steve Hen piace questo messaggio.
  3. JAGO

    JAGO Bitwig 2 Official end user certificated Utente VIP

    Registrato:
    1 Dic 2009
    Messaggi:
    3.926
    "Mi Piace" ricevuti:
    3.119
    Sequencer:
    Bitwig 3
    Se posso permettermi di dire la mia, tutto giusto sarà lo studio e l'esperienza a sviluppare questo tipo di competenza, personalmente però credo che nella musica ciò che ci distingue è la ricerca di un proprio sound piuttosto che la scopiazzatura di suoni altrui. Se ascolto una canzone dei Jamiroquai o dei Nirvana o dei Beatles o di Aphex Twin, Orbital, Future Sound Of London o ancora Carbon Based Lifeforms è dalle prime note che mi accorgo chi sto ascoltando, un po come guardare il logo della nike o dell'adidas non c'è bisogno di leggere la scritta o di avere le scarpe in mano per sapere di cosa si tratta, ecco questa è una delle cose che distingue chi ha talento ...buona ricerca a tutti
     
    26 Giu 2020
    #3
    A Steve Hen, halion e ASmoke piace questo messaggio.
  4. AED

    AED Inseguitore di conigli bianchi Utente VIP

    Registrato:
    11 Ago 2008
    Messaggi:
    384
    "Mi Piace" ricevuti:
    343
    Sequencer:
    Fruttolo
    @JAGO perdonami se mi permetto ma non mi trovi d'accordo sul fatto di pensare che il talento sia dato dal tipo di "suono" che contraddistingue l'artista, anzi!!! Sicuramente é un pregio poter distinguere un determinato sound per caratterizzare un determinato artista, ma, secondo me il vero talento é riuscire a distinguersi con qualsiasi suono in qualsiasi genere! Sempre secondo me un vero artista "talentuoso" é polivalente strumentale e spazia su più generi musicali senza porsi limitazioni, non ha un suo sound specifico perché é capace in tutti! (y):notworthy:
    E purtroppo negli ultimi 50 anni son rari artisti talentuosi...
    Ripeto però, secondo me ;)
     
    26 Giu 2020
    #4
  5. SagZodiac

    SagZodiac Designer Super Moderatore

    Registrato:
    9 Dic 2013
    Messaggi:
    3.314
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.585
    Sequencer:
    Cubase
    Io credo di essere piu in linea con cio che dice @3lackrose . Devi cominciare dai suoni semplici e devi copiare piu che puoi. Piano piano maturerai esperienza e sarai in grado di riconoscere i suoni.
    Per un approccio un po piu tecnico, puoi iniziare a scomporre le parti dell'inviluppo ADSR. Una cosa utile è sicuramente capire che tipo di suono hai di fronte se con sintesi additiva o sottrattiva.
    Per il discorso di @JAGO relativo al talento e i marchi non è proprio cosi. Il logo è un elemento associativo di un brand gia stabilito (in questo caso la Nike). Nei suoni esiste la stessa cosa, chi compone brani per Beatles, Aphex twin etc adopera gli stessi strumenti. Tu sai che ascolti i beatles perché gli hai ascoltati e quindi associ un suono, o probabilmente hai il ricordo di una canzone a loro.
     
    27 Giu 2020
    #5
  6. JAGO

    JAGO Bitwig 2 Official end user certificated Utente VIP

    Registrato:
    1 Dic 2009
    Messaggi:
    3.926
    "Mi Piace" ricevuti:
    3.119
    Sequencer:
    Bitwig 3
    a me capita di ascoltare delle canzoni che non conoscevo ma per il tipo di suono lo associo ad un determinato gruppo che poi risulta essere quello che sta suonando, quindi tolti i mostri sacri della quale probabilmente uno rammenta tutta discografia, aver maturato un proprio suono porta ad essere riconosciuto per quella particolare timbrica che ti contraddistingue.
    sono d'accordo e non, con il tempo uno sviluppa ugualmente le competenze a patto di studiare, sicuramente non è cosa inutile ricreare suoni, è pur sempre studiare.
    non mi trovi d'accordo, è un bene saper suonare di tutto ma non è detto che un ottimo esecutore sia anche un artista talentuoso, ho suonato per anni con gli spartiti d'avanti, ho fatto il turnista ma la fase migliore l'ho avuta con una band la quale suonavamo solo musica nostra, con il tempo si crea un ottimo feeling con il gruppo e si arriva a sviluppare anche il proprio sound, amici che facevano le cover per dirne una dei metallica, sono rimasti degli ottimi scopiazzatori ma non vengono ricordati o almeno è molto difficile che qualcuno si ricordi di quella cover band.
     
    27 Giu 2020
    #6
    A ASmoke, Steve Hen e halion piace questo messaggio.
  7. Steve Hen

    Steve Hen Colonna del Forum

    Registrato:
    25 Mar 2020
    Messaggi:
    584
    "Mi Piace" ricevuti:
    267
    Sequencer:
    Cubase - Live - Pro Tools
    Senza andare troppo off topic vorrei aggiungere una cosa.
    È vero che con esperienza si può arrivare ad orecchio a ricreare un determinato suono, ma credo che ad un certo anche quella non basti.
    Cioè ho ascoltato suoni davvero strani composti da più layer e lavori di sintesi incredibili. Ceh lì o hai conoscenze in materia o ad orecchio la vedo dura ad arrivare.
     
    27 Giu 2020
    #7
    A JAGO piace questo elemento.
  8. SagZodiac

    SagZodiac Designer Super Moderatore

    Registrato:
    9 Dic 2013
    Messaggi:
    3.314
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.585
    Sequencer:
    Cubase
    che è come dire, con lo studio si impara.
    Non è lo stesso tipo di esperienza. Non ti basta avere esperienza nell'ascoltare musica per saper suonare. Avere la vista e pensare di poter disegnare non significa avere esperienza.
    Se passi 20 anni a pitturare un muro non impari a disegnare un volto umano, diventi solo un maestro a pitturare un muro.
    L'esperienza deliberata nello studio specifico di una materia porta ad un risultato.
     
    Ultima modifica: 27 Giu 2020
    27 Giu 2020
    #8
    A Solve Coagula e Steve Hen piace questo messaggio.
  9. AED

    AED Inseguitore di conigli bianchi Utente VIP

    Registrato:
    11 Ago 2008
    Messaggi:
    384
    "Mi Piace" ricevuti:
    343
    Sequencer:
    Fruttolo
    @JAGO posso capire perfettamente il tuo discorso e soprattutto preciso che non mi permetto in alcun modo di giudicare il "valore" di un artista!!! :notworthy::notworthy::notworthy:
    Su questo discorso probabilmente non ci troveremo mai d'accordo :D (Ma, ehi, la vita è bella perché varia altrimenti che palle pensarla tutti uguali!!! (y)(y)(y) )
    Hai fatto come esempi una band con cui suonavi solo Vs musica e un'altra band che fa cover dei metallica, ma non c'entra niente con quello che io intendevo;
    Provo a ripetere il concetto con diverse parole
    (sempre secondo me) un vero artista "talentuoso" quindi con del VERO talento, non è uno che copia il sound di un altro e nemmeno uno che cerca il proprio per distinguersi, ma bensì uno che non ha bisogno di un particolare sound per farsi "percepire" che sia di genere musicale (sparo: pop, rock, fusion, jazz, dance, ecc...) o di strumento musicale (sparo: chitarra, basso, tastiera, voce, batteria, ecc... ) perché è capace di suonare qualsiasi genere con qualsiasi strumento!
    Per questo dicevo che negli ultimi 50 anni ci sono stati/ci sono pochi veri artisti talentuosi, vero invece il contrario e cioè ci sono tanti artisti e la maggior parte li si distingue proprio per il genere di appartenenza o per la loro bravura con la chitarra piuttosto che con il sax, il basso, eccc (sempre sparando esempi :D )
    Rimaniam ognuno della propria idea e pace (y)

    Ps. scusate per l'OT... per tornare in tema con la domanda posta, io la penso come @3lackrose !!! Taaaaaanto studio e taaaaaanto esercizio sia per le orecchie che per la pratica! ;)
     
    Ultima modifica: 27 Giu 2020
    27 Giu 2020
    #9
    A Steve Hen, JAGO e profesorius piace questo messaggio.
  10. JAGO

    JAGO Bitwig 2 Official end user certificated Utente VIP

    Registrato:
    1 Dic 2009
    Messaggi:
    3.926
    "Mi Piace" ricevuti:
    3.119
    Sequencer:
    Bitwig 3
    provo a spiegare meglio il mio punto di vista. Ho studiato per anni uno strumento a corda classico ( il contrabbasso ), per suonare questa tipologia di strumenti, non basta premere un tasto poichè tasti non ne hanno proprio, quindi per farlo suonare necessita la tecnica (che deriva dallo studio) poichè ti da l'impostazione corretta per potersi muovere lungo un manico che non ha riferimenti, la forza adeguata (che deriva dalla tecnica) poichè pur indovinando il posto dove si trova una determinata nota, una pressione non adeguata potrebbe far suonare calante, infine solo per ordine bisogna avere un orecchio allenato altrimenti non ti accorgi nemmeno se stai suonando crescente o calante. Queste cose si ottengono con lo studio ( che può non significare scomporre nota per nota l'eroica di Beethoven )e non occorre essere nati con un grande talento per poter diventare un ottimo esecutore capace di suonare da Mozart ai Sex Pistols. Mi è capitato di suonare con dei grandi musicisti, in particolare ricordo un chitarrista che riproduceva in maniera impressionante grandi e virtuosissimi chitarristi, il suo problema? Non era in grado di fare un minimo di improvvisazione sua personale, invece mi è capitato di suonare con un chitarrista che a tecnica stava alle basi ma aveva la caratteristica di possedere una grande creatività e si era inventato un suo modo di suonare questo è talento anche se all'epoca era una gemma grezza ma pur gemma era, oggi con lo studio e l'esperienza è a tutt'altro livello di maturità artistica.
    Ci sono esempi di grandissimi che hanno lasciato un'impronta gigantesca nel mondo della musica, che oltre a non saper leggere uno spartito non suonavano altri strumenti se non il loro, eppure sono stati dei grandi artisti, e vengo a quello che intendevo, se ascolti Hendrix è dalla prima plettrata che ti accorgi che è lui, ha un suo suono così se ascolti Pastorius è dal primo tocco sul basso che ti accorgi che è lui, hanno delle caratteristiche precise nella timbrica e nella sonorità. Anni 80 è stata l'era del synth pop, se ascoltavi le prime note dei synth dei depeche mode oppure di Nick Rhodes dei duran duran, sapevi che erano loro perché si sono inventati un sound ed è quello che intendo, del resto chiaro ognuno ha le sue idee e questo è un semplice punto di vista senza polemica alcuna e non il sancta sanctorum. Un saluto a tutti e sempre viva la musica
     
    27 Giu 2020
    #10
    A Steve Hen, ASmoke e AED piace questo messaggio.
  11. AED

    AED Inseguitore di conigli bianchi Utente VIP

    Registrato:
    11 Ago 2008
    Messaggi:
    384
    "Mi Piace" ricevuti:
    343
    Sequencer:
    Fruttolo
    Sempre viva la musica!!!!! Si può avere idee differenti, ma tutti sicuramente concordiamo che la musica è un'arte e molti di noi vivono per essa!!!
    L'esempio di Hendrix mi ha fatto un pò pensare, hai ragione, lui era un vero talento anche se non rispecchia il mio pensiero!!! :oops:
    Felice comunque di poter discutere liberamente avendo anche pensieri discordanti!!!! Grande @JAGO !!!! :notworthy::notworthy::notworthy:
     
    27 Giu 2020
    #11
    A Steve Hen e JAGO piace questo messaggio.
  12. Steve Hen

    Steve Hen Colonna del Forum

    Registrato:
    25 Mar 2020
    Messaggi:
    584
    "Mi Piace" ricevuti:
    267
    Sequencer:
    Cubase - Live - Pro Tools
    Grazie tantissimo per avermi dedicato tutte queste risposte ben articolate.
    Viva la musica sempre @JAGO ! :)
     
    28 Giu 2020
    #12
    A JAGO e AED piace questo messaggio.
  13. Kappa

    Kappa Vincitore Canzone del Mese Utente VIP

    Registrato:
    18 Lug 2009
    Messaggi:
    3.593
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.335
    Sequencer:
    Cubase 7.5/Reason 11 suite
    8 Lug 2020
    #13
    A JAGO, halion, Steve Hen e 1 altro utente piace questo messaggio.
  14. Steve Hen

    Steve Hen Colonna del Forum

    Registrato:
    25 Mar 2020
    Messaggi:
    584
    "Mi Piace" ricevuti:
    267
    Sequencer:
    Cubase - Live - Pro Tools
    Vero, però credo per qualsiasi strumento ci vuole studio, o sbaglio?
    Anche per suonare una semplice tastiera midi ci vuol una certa pratica, senò poi tocca mettere le note col mouse alla cazz di cane. :D
     
    13 Lug 2020
    #14
    A JAGO piace questo elemento.