1. Scrivi Musica per Film e Game: Corso Online Professionale

    Anche senza conservatorio, in pochi mesi fai musica professionale di qualsiasi genere: dall'Epic Hybrid Trailer all'orchestrale fino a pop o musica elettronica. E fai pratica su veri film americani. Otto mesi e più di 145 ore di lezioni serie e approfondite nella Scuola Online #1 d'Italia su Musica e Cinema Digitale, con 17 anni di storia..

    Composizione, Ritmo, Melodia, Armonia, Storytelling, Sequencer, Strumenti Virtuali, Canzoni: impari tutto, senza orari fissi e facendo pratica già dal primo giorno.

    Ottieni la certificazione VFX Wizard Trained Pro™ e scrivi musica efficace, che ha successo con il corso già scelto da principianti assoluti, producers e anche diplomati di Conservatorio di IIº Livello: perché ti insegna tutto, dalle basi al top della musica digitale.

Tutorial Come creare una canzone che non stoni (guida veloce)

Discussione in 'Guide e Tutorial Composizione e Arrangiamento' iniziata da Gas, 11 Dic 2006.

  1. Gas

    Gas Fondatore

    Registrato:
    4 Ago 2005
    Messaggi:
    6.067
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.305
    Sequencer:
    Cubase, Ableton Live, Fl Studio
    Lo scopo di questo tutorial è quello di far capire, ai non esperti, come creare una canzone, con annesse melodie, che non stonino.

    In pratica, con questa breve guida passo a spiegarvi velocemente le note, ed il loro rudimentale utilizzo per fare delle canzoni intonate: con un po' di teoria ed un po' orecchio potrete essere piu' bravi nella composizione delle vostre melodie.


    LE BASI:

    innanzitutto dobbiamo sapere quali sono le note: DO RE MI FA SOL LA SI

    Queste,come dice il caro laurenz nel suo topic sulle scale, possono avere uno stato naturale oppure alterato (i famosi diesis # o bemolle b ).

    Quindi, in definitiva, contando in pratica sia i tasti bianchi che quelli neri della nostra tastiera, avremo 12 semitoni da poter suonare. Essi sono:

    Do Do# Re Re# Mi Fa Fa# Sol Sol# La La# Si

    tenete presente che 2 semitoni (S) sono un tono (T)

    COME USARLI IN UNA CANZONE.

    Ora dobbiamo determinare la scala della nostra canzone.
    Cosa significa? Determinando la scala, possiamo capire tutte le note, e solo quelle che potremo usare nella nostra canzone affinchè non risulti stonata

    Per semplicita' vi spiegherò solamente 2 tipi di scale, la maggiore e la minore, ma sappiate (x conoscenza vostra) che ne esistono anche altre!

    COME DETERMINARE UNA SCALA MAGGIORE: (esempio con la scala di MI)

    prendiamo una nota di partenza. (MI)
    questa dara' il nome alla scala (scala di MI)

    ora determiniamo tutte e solo le note della scala, tramite questo procedimento.

    NOTA DI PARTENZA+T+T+S+T+T+T+S

    dove: T=tono S=semitono.


    COSA VUOL DIRE?
    Semplice! Nel nostro esempio (MI), avanzando di semitono in semitono, troveremo che la nostra scala sara' cosi' composta:

    MI(cioè nota di partenza) FA# SOL# LA SI DO# RE# MI

    ESEMPIO AUDIO-scala di MI

    in questo modo, suonando nella canzone che andremo a comporre queste note, e solo queste saremo sicuri di suonare note che non stonano..e potremo quindi, grazie al nostro orecchio e ad un po di teoria, comporre delle bellissime melodie!

    ESEMPIO AUDIO-melodia in MI (è una "melodia" fatta in 5 minuti..potete fare molto meglio di cosi'!)

    COME DETERMINARE UNA SCALA MINORE:

    il procedimento è uguale al precedenza, con l'unica differenza che lo schema da seguire è il seguente:
    NOTA DI PARTENZA+T+S+T+T+S+T+T

    esempio scala di mi minore:
    MI(cioè nota di partenza) FA# SOL LA SI DO RE MI


    ESERCIZIO PER CASA!Per vedere se avete capito tutto, determinate la scala maggiore e minore di RE..o di FA..o di quello che volete e cominciate a comporre...


    ALTRE SCALE CHE POTETE USARE: (riporto i link di laurenz..)

    http://it.wikipedia.org/wiki/Scala_minore_naturale
    http://it.wikipedia.org/wiki/Scala_minore_armonica
    http://it.wikipedia.org/wiki/Scala_minore_melodica
    http://it.wikipedia.org/wiki/Scala_minore_napoletana


    Se non capite qualcosa, se pensate che questo sia un metodo stupido x permettere a chi è alle prime armi di non usare note stonate o se volete aggiungere o commentare qualcosa, rispondete al topic! :LOL:

    Se il tutorial ti è piaciuto, dai un'occhiata ai corsi sulla musica al computer!

    Al prossimo tutorial.

    Gas
     
    11 Dic 2006
    #1
    A guest, erika.an, yass93 e 13 altri utenti piace questo messaggio.
  2. MirandreDj

    MirandreDj Partecipante

    Registrato:
    16 Ott 2005
    Messaggi:
    17
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    asdicosa sta guida j-gas :eek: mi metto subito all'opera :eek:
     
    11 Dic 2006
    #2
  3. DjLaurenz

    DjLaurenz Utente Molto Attivo

    Registrato:
    10 Feb 2006
    Messaggi:
    452
    "Mi Piace" ricevuti:
    13
    Sequencer:
    Logic - Ableton Live
    Ahia, caro jGas... mi sei andato a cadere sulla scala minore!!!

    Allora, lo schema è questo:
    NOTA DI PARTENZA+T+S+T+T+S+T+T

    Quindi, la scala di Mi minore è:
    Mi - Fa# - Sol - La - Si - Do - Re - Mi

    Stai attento... io ti osservo :D
     
    12 Dic 2006
    #3
  4. Franz_Dj

    Franz_Dj Partecipante

    Registrato:
    29 Ott 2006
    Messaggi:
    121
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Io, per mettermi alla prova, ho fatto l'esercizio.
    Speriamo che ho fatto tutto giusto :D

    ecco il link dove scaricare il documento con il mio esercizio :D :D
     
    12 Dic 2006
    #4
  5. Gas

    Gas Fondatore

    Registrato:
    4 Ago 2005
    Messaggi:
    6.067
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.305
    Sequencer:
    Cubase, Ableton Live, Fl Studio
    :eek: DJLaurenz hai proprio ragione... scusate tutti quanti...correggo subito la scala...
     
    12 Dic 2006
    #5
  6. Gas

    Gas Fondatore

    Registrato:
    4 Ago 2005
    Messaggi:
    6.067
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.305
    Sequencer:
    Cubase, Ableton Live, Fl Studio
    Il link dove scaricare il tuo esercizio non c'è più ma bravo..hai fatto giusto!!! :D
     
    12 Dic 2006
    #6
  7. Franz_Dj

    Franz_Dj Partecipante

    Registrato:
    29 Ott 2006
    Messaggi:
    121
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Bene sono contneto :D
     
    12 Dic 2006
    #7
  8. M-Jay

    M-Jay Utente Molto Popolare

    Registrato:
    22 Feb 2006
    Messaggi:
    131
    "Mi Piace" ricevuti:
    4
    Sequencer:
    Cubase
    bò io ho sempre fatto a orecchio
     
    12 Dic 2006
    #8
    A GoodForNothing piace questo elemento.
  9. DJ_MarzioMix

    DJ_MarzioMix Utente Molto Attivo

    Registrato:
    13 Ago 2005
    Messaggi:
    823
    "Mi Piace" ricevuti:
    14
    Sequencer:
    FL STUDIO
    anche io sempre fatto a orekkio... inutile negare che pero ste cose servono... ringrazio fd aver fatto 2 anni di kitarra e d sapere certe kose...
     
    13 Dic 2006
    #9
  10. Deleted

    Deleted Utente Molto Attivo

    Registrato:
    15 Nov 2006
    Messaggi:
    616
    "Mi Piace" ricevuti:
    6
    Sequencer:
    Ableton Live 6
    anche io o fatto 3 anni di pianoforte x cui ste cose gia le sapevo...le scale,alterazioni,note...kmq bel tutorial! ;)
     
    13 Dic 2006
    #10
  11. eckydj

    eckydj Utente Molto Attivo

    Registrato:
    26 Dic 2005
    Messaggi:
    7
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    grazie mille jgas..è utilissimo..grazie ankora..
     
    13 Dic 2006
    #11
  12. Gas

    Gas Fondatore

    Registrato:
    4 Ago 2005
    Messaggi:
    6.067
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.305
    Sequencer:
    Cubase, Ableton Live, Fl Studio
    prego..è il minimo x non sentire piu' composizioni stonate!! :)
     
    13 Dic 2006
    #12
  13. DJDEF

    DJDEF Utente Molto Attivo

    Registrato:
    14 Nov 2005
    Messaggi:
    296
    "Mi Piace" ricevuti:
    15
    secondo me questa guida è utile a chi ha un minimo di orekkio... a chi manco si accorge da solo (e kiede agli altri) se la sua produzione è stonata c'è poco da fare... l'unico rimedio è lo studio (ma quello serio, magari anche iniziando da questo topic) e l'attenzione verso quello che si fa e si sente
     
    24 Dic 2006
    #13
  14. Gas

    Gas Fondatore

    Registrato:
    4 Ago 2005
    Messaggi:
    6.067
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.305
    Sequencer:
    Cubase, Ableton Live, Fl Studio
    dai caspita un po' di orekkio ce l'abbiamo tutti se vogliamo produrre musica (si spera)
    se uno proprio non capisce se le sue musike sono stonate è meglio che si dia all'ippica :D (o studia..ma tanto...)
     
    26 Dic 2006
    #14
  15. Wolf

    Wolf Utente Attivo

    Registrato:
    14 Apr 2006
    Messaggi:
    60
    "Mi Piace" ricevuti:
    6
    io direi che bisogna notare bene che questo non è l'unico sistema per non fare canzoni stonate poichè oltre al discorso delle scale c'è il discorso degli intervalli volgarmente chiamati accordi, ovvero la sovrapposizione di 2 o più note nello stesso tempo.
    Per concepire gli accordi ovvero gli intervalli bisogna partire da dei concetti fondamentali.

    1)Le note gravi dominano sulle note più alte
    2)gli accordi più sono formati da note gravi + possibilità di dissonanza ci sono quindi accordi con note acute creano meno dissonanza, e spesso possono usarsi per creare dissonanze di ascolto gradevole.
    3)più sono vicine le note più stonano

    Prima di tutto bisogna dare un nome alle note per capire gli accordi...

    quindi la prima nota della scala sarà la

    tonica/fondamentale 1° grado
    sopratonica 2° grado
    mediante, caratteristica o modale 3° grado
    sottodominante 4° grado
    dominante 5° grado
    sopradominante 6° grado
    sensibile 7° grado
    ottava 8°grado

    il meccanismo degli accordi è molto semplice.
    se prendiamo ad esempio una corda di un qualsiasi strumento che al naturale genera una nota DO e la tagliamo a metà noteremo che il risultato che ne esce è un MI se la ritagliamo di nuovo esce un SOL e di nuovo esce un SI e cosi via, ma a noi interessano queste 4 note fondamentali.

    Bisognerebbe far euna lunga spiegazione sulle armoniche di un suono per capire a fondo il meccanismo, ma non credo sia il caso dato che cerco di spiegare il tutto in poco, pe ri più volonterosi fatevi una ricerca sulle "armoniche di un suono".

    Notiamo che il MI è un'armonica rilevante rispetto al DO e il SOL anche rispetto al DO lo stesso il SI...

    ora che succede a livello fisico quando si vengono ad incrociare queste note ? la frequenza fondamentale del DO va ad incontrarsi con la frequenza fondamentale del MI creando un incrocio stabile in perfetta fase nel tempo,è come se DO e MI facessero un balletto insieme senza mai sbagliare i passi.

    ritornando alle regole fondamentali di prima e ai nomi dei gradi possiamo dire alcune cose ora.

    Ovvero che il RE rispetto al DO è la nota che dissona più di tutte le altre poichè la più vicina, sconsiglio di usarle insieme ameno che non siate esperti nel creare effetti di disosnanza particolari :p

    Il MI è una nota assonante con il DO ma è la mediante perché non è la nota per eccellenza che si accorda con il DO

    Il FA soltanto col DO non stona ma se solo ci si aggiunge un LA all'accordo diventa tutto in tonalità di FA MAGGIORE per motivi che son lunghi da spiegare... in sintesi intervalli di quarta sono rischiosi da fare se non si ha una concezione ottimale della musica... Venivano molto usati nel medioevo

    il SOL la dominante del DO il fiore all'occhiello la nota perfetta secondo il DO.
    Questa nota permette un passaggio di "scala maggiore" quasi impercettibile ovviamente avviene con le dominanti di ogni nota e rispettiva scala.

    Da qui dato che ci riavviciniamo ala dominante bisogna considerare i risvolti della nota che prendiamo in considerazione

    Il LA è una nota di sesto grado per il DO ma il DO è una nota di terzo grado pero il LA questo comporta un certo legame tra le due note dove il LA ne esce quasi dominante difatti come nel caso del FA (in cui il DO è addirittura una quinta del FA stesso)basta un nonulla un qualcosa di non calcolato e il risultato è un passaggio in LA minore.

    Il SI nota assai arcana è distante 7 note dal do rispetta il terzo principio per la distanza è la nota più lontana tra tutte ma è anche la più vicina difatti il DO è la sopratonica del si... ci sono molti modi per usare intervalli di settima poichè creano effetti solo ed esclusivamente dissonanti ma gradevoli se ben fatti nel contesto giusto, ma comunque io ne consiglio per i più ardenti di usarli con la mediante e la dominante, provare per credere esce fuori un senso di incompleto, che può finire completato semplicemente passando da un'accordo

    DO MI SOL SI
    1° 3° 5° 7°
    ad un'accordo
    DO MI SOL DO
    1° 3° 5° 8°

    cosi facendo si può completare un giro... questa è solo una piccola cosa che si può fare nella musica ... la musica è cosi vasta e immensa che ci si può sbizzarrire in ogni momento bisogna avere semplice fantasia e volonta, spesso il talento non fa altro che portare le persone automaticamente ad una conoscenza senza aprire libri... la bravura nel comporre non è manco tanto nel talento quindi ma nella creatività... più creatività c'è più si può costruire. e ovviamente bisogna avere orecchio, perché chi ha orecchio e creatività sa quando un sol e un si suonano bene, perché nonsotane sul do mi sol si vada a botta sicura è un qualcosa di cosi elementare da fare che non è nemmeno gradevole... la musica si alterna tra asosnanze dissonanze effetti melodici effetti eterei effetti decisi...

    ha tante espressioni la musica basta saperle cogliere ...
     
    31 Dic 2006
    #15
  16. Gas

    Gas Fondatore

    Registrato:
    4 Ago 2005
    Messaggi:
    6.067
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.305
    Sequencer:
    Cubase, Ableton Live, Fl Studio
    La parte che ho capito meglio è questa... :D

    Non capisco cosa intendi quando dici che le note gravi "dominano" sulle alte..

    Comunque io avrei spiegato un attimo in modo diverso.. quando parli delle note avrei esordito in questo modo:

    sappiamo tutti che una scala è composta quindi da 8 note (7 note differenti piu' la nota dominante un ottava sopra).
    x avere un minimo in testa il concetto di armonia ecco qualche utile consiglio... ecc ecc e poi parli di quello che hai detto tu che è molto utile..

    ti dico la verità io mi ero perso quando hai detto che bisogna tagliare la corda a metà.. :D
     
    2 Gen 2007
    #16
  17. Sigghi

    Sigghi Utente Molto Attivo

    Registrato:
    2 Gen 2007
    Messaggi:
    288
    "Mi Piace" ricevuti:
    8
    Sequencer:
    Ableton Live
    Wolf è stato molto scientifico.. sono cose che oltre che avere studiato meno approfonditamente alle medie mi sto trovando adesso nello studio del DSP, il discorso delle frequenze armoniche è lo stesso..è molto molto interessante, torna utile persino nella crezione di suoni con più oscillatori!

    Grazie per il topic ragazzi.
     
    3 Gen 2007
    #17

Le persone hanno trovato questa pagina cercando:

  1. come comporre una canzone

    ,
  2. come creare una canzone

    ,
  3. come fare una canzone

    ,
  4. costruire una melodia,
  5. regole per creare una melodia,
  6. inventa canzone flauto,
  7. inventarsi canzoni,
  8. creare musica con do re mi fa sol,
  9. inventa una melodia estensione mi si,
  10. djlaurenz scala