1. Scrivi Musica per Film e Game: Corso Online Professionale

    Anche senza conservatorio, in pochi mesi fai musica professionale di qualsiasi genere: dall'Epic Hybrid Trailer all'orchestrale fino a pop o musica elettronica. E fai pratica su veri film americani. Otto mesi e più di 145 ore di lezioni serie e approfondite nella Scuola Online #1 d'Italia su Musica e Cinema Digitale, con 17 anni di storia..

    Composizione, Ritmo, Melodia, Armonia, Storytelling, Sequencer, Strumenti Virtuali, Canzoni: impari tutto, senza orari fissi e facendo pratica già dal primo giorno.

    Ottieni la certificazione VFX Wizard Trained Pro™ e scrivi musica efficace, che ha successo con il corso già scelto da principianti assoluti, producers e anche diplomati di Conservatorio di IIº Livello: perché ti insegna tutto, dalle basi al top della musica digitale.

Come funziona la scrittura a 4 parti?

Discussione in 'Notazione Musicale' iniziata da __giallo__, 12 Gen 2018.

  1. __giallo__

    __giallo__ Partecipante

    Registrato:
    6 Giu 2017
    Messaggi:
    68
    "Mi Piace" ricevuti:
    7
    Sto iniziando a leggere Armonia di Walter Piston per arrivare a iniziare a produrre un pochetto meglio. Ora, non ho assolutamente capito come funzioni la scrittura a 4 parti (soprano, contralto, tenore e basso) e gradirei che qualcuno me la spiegasse per favore. Mi sarebbe utile perché tutti gli accordi d'esempio che mi fa li scrive con una scrittura a 4 parti ed io non capisco.
     
    12 Gen 2018
    #1
  2. Nameless

    Nameless Il Senza Nome Utente VIP

    Registrato:
    14 Gen 2011
    Messaggi:
    956
    "Mi Piace" ricevuti:
    747
    Sequencer:
    Studio One 3
    Esistono 2 modi per scrivere a 4 parti, a parti strette e a parti late. Si inizia scrivendo a parti strette. Su chiave di basso scriverai la nota del basso e le altre 3 voci (si chiamano così anche se sono note di pianoforte o qualsiasi altro strumento) in chiave di violino. Quali note scrivere in chiave di violino dipende dal basso, dal numero (6, 5/6, 4/6, 3/4/6, 2/4/6, ecc... se il basso è numerato e quindi d'esercizio) o da come tu lo vuoi interpretare se è tuo.
     
    2 Lug 2018
    #2
  3. JAGO

    JAGO Bitwig 2 Official end user certificated Utente VIP

    Registrato:
    1 Dic 2009
    Messaggi:
    3.901
    "Mi Piace" ricevuti:
    3.067
    Sequencer:
    Bitwig 2
    forse prima di arrivare all'armonia, dovresti imparare il setticlavio o almeno le chiavi più importanti. Se prendi ad esempio uno strumento quale il basso,le partiture non sono solo in chiave di basso ma anche di tenore e violino, così è per tutti gli strumenti O QUASI
     
    2 Lug 2018
    #3
  4. Nameless

    Nameless Il Senza Nome Utente VIP

    Registrato:
    14 Gen 2011
    Messaggi:
    956
    "Mi Piace" ricevuti:
    747
    Sequencer:
    Studio One 3
    Secondo me il setticlavio è un po' esagerato, a meno che non voglia scrivere per determinati strumenti (viola, corno francese, ecc...) per iniziare è meglio imparare a leggere in chiave di basso e violino, e quindi armonia. Oltretutto oggi è possibile imparare armonia al piano roll, senza conoscere chiave di basso e di violino, dipende dalle esigenze.
     
    2 Lug 2018
    #4
  5. JAGO

    JAGO Bitwig 2 Official end user certificated Utente VIP

    Registrato:
    1 Dic 2009
    Messaggi:
    3.901
    "Mi Piace" ricevuti:
    3.067
    Sequencer:
    Bitwig 2
    ho un retaggio dell'armonia un pò classico, quello che ti porta a studiare armonia dopo il diploma in solfeggio dove il setticlavio lo devi conoscere come l'alfabeto. Io credo che sia un pò difficile guidare una ferrari senza patente, non impossibile ma difficile. Certo mi suona strano sentire chi studia trattati di armonia senza sapere dove si posiziona un do in chiave di soprano, poi magari mi sbaglio
     
    2 Lug 2018
    #5
  6. Nameless

    Nameless Il Senza Nome Utente VIP

    Registrato:
    14 Gen 2011
    Messaggi:
    956
    "Mi Piace" ricevuti:
    747
    Sequencer:
    Studio One 3
    Dipende, va bene saper leggere nelle chiavi antiche se poi effettivamente ti torna utile, per esempio se dirigi cori con partiture non trascritte nelle chiavi moderne o se scrivi per orchestra e ci tieni a utilizzare le chiavi migliori per la lettura dello strumentista. Io ho imparato, ho scritto fughe direttamente nelle chiavi antiche (ho studiato composizione in conservatorio, vecchio ordinamento), e ad oggi posso affermare quanto poco siano utili e funzionali ai giorni nostri. Sono più un esercizio di lettura che non un effettivo aiuto, perché per ogni strumento oggi è possibile trascrivere tutto nelle chiavi moderne, con o senza ottavizzazione della chiave, dipende ovviamente dalla parte. Detto questo è un bagaglio in più e sono felicissimo di averle studiate, ma a menoché appunto non si voglia dirigere un coro o scrivere per strumenti da camera, orchestra, ecc.. utilizzandole, non vedo il motivo empirico di sbatterci la testa sopra per mesi, anzi anni per imparare bene. Alla fine lo scopo delle chiavi antiche era quello di dare comodità al compositore di scrivere melodie per una determinata voce o un determinato strumento senza usare chissà quanti tagli alle note. Nel tetragramma era praticamente un obbligo il loro utilizzo, ma col pentagramma, l'uso della chiave di basso e la diffusione di quella di violino, sono state quasi totalmente sostituite. Per cui a par mio è assolutamente possibile studiare armonia senza conoscere le chiavi antiche, ma se si vuole studiare la musica antica, se si vuole saper scrivere per coro, scrivere per orchestra in modo serio e magari professionale allora sono d'accordo, è meglio conoscere bene le chiavi antiche e non lasciarsi totalmente nelle mani dei programmi di oggi :)
     
    2 Lug 2018
    #6
  7. JAGO

    JAGO Bitwig 2 Official end user certificated Utente VIP

    Registrato:
    1 Dic 2009
    Messaggi:
    3.901
    "Mi Piace" ricevuti:
    3.067
    Sequencer:
    Bitwig 2
    scusa la mia ignoranza, ma le chiavi musicali moderne quali sono?
     
    2 Lug 2018
    #7
  8. Nameless

    Nameless Il Senza Nome Utente VIP

    Registrato:
    14 Gen 2011
    Messaggi:
    956
    "Mi Piace" ricevuti:
    747
    Sequencer:
    Studio One 3
    Le chiavi antiche sono Soprano, mezzo-soprano, contralto, mezzo-contralto, baritono, basso e tenore. Con chiavi moderne si intende, un po' impropriamente, la chiave di violino usata in diversi modi, a volte piuttosto che ricorrere alle chiavi antiche spostano la chiave di violino assegnandogli note diverse, oppure la ottavizzano come succede in quella di basso. Di fatto la chiave di violino sarebbe quella moderna, sarebbe perché poi tanto moderna non è ma dato che il setticlavio rappresenta l'antico, la chiave di violino dovrebbe rappresentare il moderno. Nel gergo musicale il dualismo ormai standard chiave di basso-violino, così come la sostituzione nelle diverse chiavi degli strumenti da quelle del violino, viene chiamato anche (per comodità) "chiavi moderne".
     
    2 Lug 2018
    #8
    A JAGO piace questo elemento.
  9. JAGO

    JAGO Bitwig 2 Official end user certificated Utente VIP

    Registrato:
    1 Dic 2009
    Messaggi:
    3.901
    "Mi Piace" ricevuti:
    3.067
    Sequencer:
    Bitwig 2
    grazie della specifica, mi stavo preoccupando perché in 8 anni di conservatorio non mi ero mai imbattuto in chiavi moderne, ed ho pensato a qualcosa di diverso, ho suonato da mozart a compositori moderni, e non avendo mai trovato chiavi diverse dalle solite, ho pensato che magari mi era sfuggito qualcosa
     
    2 Lug 2018
    #9
    A Nameless piace questo elemento.
  10. Nameless

    Nameless Il Senza Nome Utente VIP

    Registrato:
    14 Gen 2011
    Messaggi:
    956
    "Mi Piace" ricevuti:
    747
    Sequencer:
    Studio One 3
    Non ti era sfuggito nulla, sono io che ho usato il termine chiavi moderne con troppa leggerezza :)
     
    2 Lug 2018
    #10
    A JAGO piace questo elemento.

Le persone hanno trovato questa pagina cercando:

  1. scrittura a 4 parti

    ,
  2. arminia scrittura 4 parti