1. Scrivi Musica per Film e Game: Corso Online Professionale

    Anche senza conservatorio, in pochi mesi fai musica professionale di qualsiasi genere: dall'Epic Hybrid Trailer all'orchestrale fino a pop o musica elettronica. E fai pratica su veri film americani. Otto mesi e più di 145 ore di lezioni serie e approfondite nella Scuola Online #1 d'Italia su Musica e Cinema Digitale, con 17 anni di storia..

    Composizione, Ritmo, Melodia, Armonia, Storytelling, Sequencer, Strumenti Virtuali, Canzoni: impari tutto, senza orari fissi e facendo pratica già dal primo giorno.

    Ottieni la certificazione VFX Wizard Trained Pro™ e scrivi musica efficace, che ha successo con il corso già scelto da principianti assoluti, producers e anche diplomati di Conservatorio di IIº Livello: perché ti insegna tutto, dalle basi al top della musica digitale.
Nascondi Avviso
Desideri un tema scuro per MusicaDigitale?

Registrati e imposta la modalità notte!

Clicca qui per scoprire come attivarla!

Come funzionano gli oscillatori

Discussione in 'Sound Design' iniziata da Apocalypse480, 27 Lug 2015.

  1. Apocalypse480

    Apocalypse480 Utente Molto Popolare

    Registrato:
    3 Apr 2015
    Messaggi:
    58
    "Mi Piace" ricevuti:
    4
    Salve a tutti, recentemente ho imparato a usare alcuni potenziometri sui synth. Tra le parti di un synth, come sicuramente tutti voi sapete, ci sono gli oscillatori, ovvero apparecchiature in grado di riprodurre vari tipi di onde. Il più comune synth che abbia visto su fl studio 11 ha almeno 2 oscillatori. Producendo due tipi di onda diversi sui due oscillatori, come faccio a mischiarli tra loro, o meglio, in che ordine vengono riprodotte le due onde? Come si fa a modificarlo?
    Grazie in anticipo per le risposte come al solito. ;)

    P.S. In effetti sono abbastanza inesperto dei potenziometri facenti parte dell'oscillatore e già che ci sono, non è che potreste spiegarmeli almeno quelli principali? (Perché ho visto che tra un synth e un altro o tra un oscillatore ed in altro a volte cambiano i potenziometri).
     
    27 Lug 2015
    #1
  2. brun hello

    brun hello Utente Molto Popolare

    Registrato:
    16 Mar 2013
    Messaggi:
    839
    "Mi Piace" ricevuti:
    456
    innanzitutto ci sono varie tipologie di sintesi sonora sottrattiva , additiva , frequency modulator, granuletor , wavetable ,ecc. le ultime 2 solo nel campo digitale ; conoscere le caratteristiche in comune e meglio ancora le differenze tra l una e le altre ci aiuta a capire meglio il modo in cui funzionano i nostri sintetizzatori , e cosa ancora piu importante capire cosa possiamo ottenere e cosa non possiamo ottenere dalle varie sintesi sonore!
    come si fa a mischirae e modificare l oscillatori?
    questo dipende dalla sintesi sonora del sintetizzatore , sia analogico o digitale che sia;
    -nella sintesi sottrattiva( la piu comune ) 2 o piu oscillatori miscelano le loro forme d onda a determinate frequenze ( miscelare inteso come addizione e sottrazione di alcune parti specifiche delle onde dei 2 osc. con i vari problemi di fase che annullano o amplificano le varie frequenze)
    -nella sintesi a frequenza modulare ci sono 2 osc. di cui solo uno "suona" , l altro modifica solo le freq. del primo.
    in pratica se un l' osc. 1 ha freq. 1000hz e l osc. 2 modulante ha frq. 200hz , l osc 1 andrà tra valori compresi tra 800-1200 !
    questi 2 esempi sono i piu comuni, e il campo di cui stiamo parlo è vasto, quasi infinito , "OSCILLA " tra la fisica e l arte della musica, io ti consigli innanzitutto di leggere le varie tipologie di sintesi su wikipedia:
    https://it.wikipedia.org/wiki/Sintesi_FM
    giusto come espempio, le trovi tutte, poi naturalmente sperimentare su i tuoi synth !
    il campo è affascinante e infinito , ti consiglio questo libro,
    manuale di musica eletronica, teoria e tecnica dei sintetizzatori ENRICO COSIMI
    è scitto in italiano e spiega in maniera eccellente i sintetizzatori, forse è un po lungo e da per scontato concetti che secondo me tu non hai ancora chiari però
    per quando avrai un po piu di dimestichezza con le varie sintesi sonore e con i vari parametri , leggere questo libro ti porterà a livelli mooolto alti!
    io ti consilgio di partire con il semplice wikipedia, poi magari torna qua a fare domande specifiche ,
    ti aiuterò volentieri !
     
    27 Lug 2015
    #2
    A Apocalypse480 piace questo elemento.
  3. Apocalypse480

    Apocalypse480 Utente Molto Popolare

    Registrato:
    3 Apr 2015
    Messaggi:
    58
    "Mi Piace" ricevuti:
    4
    Cos'è la distribuzione armonica e i multipli delle frequenze per fare in modo che che tutto sia armonico?
     
    27 Lug 2015
    #3
  4. Apocalypse480

    Apocalypse480 Utente Molto Popolare

    Registrato:
    3 Apr 2015
    Messaggi:
    58
    "Mi Piace" ricevuti:
    4
    Scusa per la doppia citazione, è colpa di tapatalk.
     
    27 Lug 2015
    #4
  5. brun hello

    brun hello Utente Molto Popolare

    Registrato:
    16 Mar 2013
    Messaggi:
    839
    "Mi Piace" ricevuti:
    456
    dunque , ogni nota suonata, di qualsiasi strumento , ha la propria freq. fondamentale, e le armoniche superiori !
    cioè, se suono un LA a 440 hz come freq. fondamentale, sul mio pianoforte , poi verranno generate anche frequenze superiori ,880 , 1760 che sono i multipli della freq. fondamentale ! ( ma questi numeri sono teorico/ideale , non voglio incasinarti le idee , perché in realtà vengono generate anche multilpli frazionarii ) , pero ogni forma d onda ( parlo delle pure e ideali forme d onda ) ha la propria distribuzione armonica !
    l onda sinusoide ( la piu innaturale e , nei sintetizzatori analogici la piu difficile e dispendiosa da realizzare ) ha come freq , solo la fondamentale !
    la dente di sega è quella con piu armoniche di tutti , cioè suona la piu meloidica è " simpatica di tutte , suona con tutti i multipli della fondamnetale !
    l onda quadra ha meno frequenze armoniche della sega( non suona tutte le armoniche della fondamnetale , ma ne ha di piu della triangolare !
    ti consiglio di impostare solo un oscillatore sul tuo sintettizzatore ( senza filtri , senza inviluppi e cose varie, ascolta solo i vari oscillatori )e provare le varie forma d onda cosi capirai meglio di cosa parlo!
    questo è un capmo a metà fra l arte e la scienza ! studiare sui libri/internet è fondamentale per capire le armoniche delle varie forme d onda e tutto il resto! però serve anche gusto personale, per decidere quali forme d onda e sintesi sonore piu ci aggradano e si plasmano con i nostri gusti musicali!
     
    28 Lug 2015
    #5
    A Apocalypse480 piace questo elemento.

Le persone hanno trovato questa pagina cercando:

  1. oscillatore virtuale

    ,
  2. nozioni di sintesi musicale elettronica oscillatori forme donda

    ,
  3. oscillatori musica

    ,
  4. oscillatore musica,
  5. OSCILLATORI COME FUNZIONANO,
  6. oscillatore musca come usare,
  7. synth oscillators,
  8. come funziona un oscillatore a onda quadra,
  9. COSA è UN OSCILLATORE IN MUSICA,
  10. come funziona un oscillatore