1. Scrivi Musica per Film e Game: Corso Online Professionale

    Anche senza conservatorio, in pochi mesi fai musica professionale di qualsiasi genere: dall'Epic Hybrid Trailer all'orchestrale fino a pop o musica elettronica. E fai pratica su veri film americani. Otto mesi e più di 145 ore di lezioni serie e approfondite nella Scuola Online #1 d'Italia su Musica e Cinema Digitale, con 17 anni di storia..

    Composizione, Ritmo, Melodia, Armonia, Storytelling, Sequencer, Strumenti Virtuali, Canzoni: impari tutto, senza orari fissi e facendo pratica già dal primo giorno.

    Ottieni la certificazione VFX Wizard Trained Pro™ e scrivi musica efficace, che ha successo con il corso già scelto da principianti assoluti, producers e anche diplomati di Conservatorio di IIº Livello: perché ti insegna tutto, dalle basi al top della musica digitale.
Nascondi Avviso
Desideri un tema scuro per MusicaDigitale?

Registrati e imposta la modalità notte!

Clicca qui per scoprire come attivarla!

Guida Costruisci il tuo brand personale

Discussione in 'Protezione e Promozione Musica (SIAE, label)' iniziata da Alleato, 4 Ott 2020.

  1. Alleato

    Alleato Utente Attivo

    Registrato:
    29 Set 2020
    Messaggi:
    1
    "Mi Piace" ricevuti:
    2
    Costruisci il tuo brand personale

    In questa guida, non troppo convenzionale, spiegherò come costruire il tuo brand personale.
    Avrai la possibilità di usare le tue doti creative per "vendere te stesso", in modo da far conoscere a più gente possibile la tua musica e possibilmente guadagnare con i tuoi lavori.

    Capisci quindi che le tue competenze non devono essere limitate al sequencer: cominciano con il tuo talento ed il tuo suono, ma la perseveranza, la professionalità e la tua personalità giocano una parte importante per attirare una consistente base di fan e clientela.

    Pensa ai producer e dj di alto livello, loro sono unici e hanno successo perché sanno gestire diversi aspetti della loro vita pubblica. Ed è quello che dovrai saper fare tu: connettere con gente influente, gestire i tuoi canali sociali, metterci di base la faccia in tutto quello che stai facendo, mantenendo la qualità musicale e lo stile che ti rappresentano.

    Pensa a David Guetta o a Calvin Harris, sono ottimi esempi: hanno un logo facilmente riconoscibile, la loro personalità traspare dai loro dj set o dai video che caricano su YouTube, sono attivi sui social media. Andare ad un loro concerto live è un evento per i fan.

    Questi elementi sono importantissimi, e li puoi applicare sia alla carriera da dj, che a quella da producer, sia che tu abbia una band musicale.
    Devi creare la tua identità personale in modo da essere notato più degli altri e riuscire dove gli altri sembrano, almeno, mediocri.

    Crea e cura la tua immagine
    Il modo in cui ti vesti, la musica che crei, la tua presenza sui social media, il tuo sito, i materiali di marketing che crei, riflettono tutti il tuo brand personale e devono essere consistenti TRA DI LORO e NEL TEMPO.
    Pensa ad un ristorante che visiti spesso e del quale ami la cucina: se da un giorno all'altro cambiasse tutti i piatti nel menu', ti domanderesti se la gestione è ancora la stessa e dubiteresti della qualità.
    Lo stesso succede per te. Definisci le basi del tuo stile (che possono ovviamente evolversi con te nel tempo) e parti da lì per costruire tutto il resto della tua immagine.

    Oltre a definire il mercato che vuoi sia il tuo target (di base, il tuo genere musicale, inoltre meglio se vuoi anche suonare live, cosa consigliatissima) devi anche coltivare la tua abilità di fare "networking", di connettere con persone influenti. Devi parlare con la gente, incontrarle, seguirle sui social e comunicare con loro, senza essere troppo pressante. Devi agire in maniera intelligente, ogni contatto deve essere improntato al tuo obiettivo finale.

    Definiscilo ora, se già non ce l'hai in testa.
    Dove vuoi essere tra sei mesi musicalmente parlando?
    Vuoi lavorare sulle tue skill musicali, o vuoi far uscire il tuo primo album e vendere delle copie?

    Definisci cosa vuoi fare nel medio termine, scrivilo su un quaderno dedicato ai tuoi progetti, e pianifica come arrivare al risultato.

    4 strumenti di marketing dei quali non puoi fare a meno

    Da qualche parte dobbiamo pur cominciare. Nella lista qui di seguito le cose essenziali, controlla se già le stai implementando e come puoi migliorare quello che stai già facendo.
    Più avanti, andremo nel dettaglio di diversi aspetti.

    Logo - Un logo accattivante ed unico dimostra che hai investito tempo e creatività nel tuo brand. I producers/cantanti/gruppi/dj di maggior successo hanno tutti un logo personale. Approfondiamo il discorso tra poco

    Foto promozionali - La tua personalità e come presenti te stesso sono di vitale importanza per dare una immagine "reale" della persona che sta dietro alla musica. Più sei reale, più la gente può identificarsi con te. Se andrai a suonare da qualche parte, i locali metteranno la tua immagine sul flyer e sui loro materiali online. Se qualcuno parla di te online, prenderanno probabilmente una tua foto dalla tua pagina fb. Definisci tu cosa vuoi cominciare con le tue foto.

    Business card - Professionale, intelligente, con un ottimo impatto visivo, la tua business card dice parecchio di te. E' il primo punto di contatto per chiunque tu conosca di persona (fan o gestori di locali), molto meglio che solo scambiarsi i numeri di telefono. Ricorda sempre di aggiungere i tuoi social network nella business card.

    Pagina Facebook - Non stiamo parlando del tuo profilo Facebook personale, dove puoi aggiungere amici. Una pagina di permette di acquisire una base di fan e inserire notizie riguardanti i tuoi nuovi eventi, le tue nuove canzoni o remix, i tuoi nuovi video, eventualmente anche il tuo merchandise. Avere una pagina fb aumenta anche le possibilità di apparire in prima pagina per google, nel caso il tuo sito non sia indicizzato ( o nel caso tu non abbia un sito web!)

    Design del tuo logo
    Non devi essere un designer grafico professionista per avere un buon logo, ti servono solo un po' di pazienza e di voglia di sperimentare. Molti artisti non hanno un logo, quindi se riesci a realizzare un simbolo unico o usare un font personalizzato per promouovere il tuo nome, sei già un passo avanti alla conorrenza.

    Per cominciare
    Passa un po' di tempo a pensare al tuo nome come artista e alla tua immagine. Immagina tra le 5 e le 10 variazioni del tuo nome alcuni simboli che ti ispirano e ti rappresentano, poi disegna il tutto si carta.
    Il tuo simbolo dovrebbe rappresentare la tua musica, cerca delle associazioni che puoi disegnare.
    Ad esempio, se il tuo stile è la musica minimal o techno, potresti pensare ad un logo semplice, con un font dagli agnoli affilati, senza curve o smussature.

    Guardati i siti di un po' di dj famosi, e vedrai che la maggior parte dei loghi sono orizzontali ed entrano in un box rettangolare molto facilmente. Queste dimensioni e forme possono facilmente essere inserite in business card, materiali promozionali, siti web.

    Prendi il logo di nicky romero ad esempio. Bordi affilati, logo compatto, stile minimale, non c'è spazio per musica soft o musica reggae in questo logo!

    Prova un po' di design differenti
    E' un'ottima idea realizzare diverse versioni del logo e domandare un'opinione onesta ai nostri amici, che possono essere un grande motore di idee!
    Quando avrai un design ed uno schema di colori dei quali sei convinto, disegna una versione più chiara e grande del tuo logo. Questo è il tuo momento per essere creativo e giocare con i dettagli, i colori e pensare ad abbellimenti. Sperimenta con nuovi font.

    Quando hai creato la bozza finale, devi convertirla in un file di Adobe Illustratore e un png dallo sfondo trasparente che puoi utilizzare in diversi siti web.
    Puoi trovare un designer grafico online (su fiverr.com ne trovi diversi per $5 a logo, ma devi sapere l'inglese, e non tutti sono all'altezza).
    La cosa migliore è chiedere agli amici e vedere chi può aiutarti di persona. E' sempre la cosa migliore.

    Rimani sul semplice
    Se non riesci a trovare un designer, puoi scegliere un semplice font per rappresentare il tuo nome. Non hai bisogno di un simbolo o di un'idea complessa: spesso un buon font può essere memorabile.
    Invece di spendere soldi per un font (ce ne sono di belli ma costosissimi su fonts.com) vai su google fonts e ricerca in base alle caratteristiche che hai definito sopra (se vuoi font con o senza grazia - serif - quanto devono essere arrotondate le lettere ecc) e divertiti.

    Non preoccuparti di dover fare cambiamenti
    Anche se hai lavorato parecchio per il tuo logo, non credere che sia definitivo. E' tutto un processo in evoluzione, e tra qualche mese o anno potresti avere idee nuove e migliori.
    Ricorda sempre che l'importante è agire ora. Prima cominci, meglio è.

    Per un po' di ispirazione guardati le locandine di alcuni grandi festival, sono ottimi esempi per capire cosa funziona in un logo. Ogni logo ha un font unico, è facile da leggere ed entra nel formato rettangolare del quale abbiamo parlato sopra.

    [​IMG]

    Ottieni il massimo dai Social Media

    Come ormai tutti sappiamo, gli smartphone ed i pc hanno radicalmente trasformato il modo in cui comunichiamo. Con i social media, la comunicazione tra gruppi di persone è diventata di uso comune.

    La realtà è che se hai qualcosa da dire, deve essere interessante. I social media sono fondamentali per espandere il tuo brand online, ma non hanno senso senza un messaggio che abbia senso e targetizzato verso le persone che stai cercando di attrarre.
    Devi quindi essere cosciente di quello che il tuo pubblico vuole (e vorrebbe) sentire da te. Devi interagire con loro spesso ed in maniera efficiente.

    Ricorda sempre che l'interazione va fatta anche nel mondo reale! Sii autenticamente te stesso, supporta gli altri artisti, interessati del mondo musicale, ed altre persone si interesseranno a te.

    Cura la tua presenza online.
    Aprire un blog, una pagina Facebook ed un profilo twitter non è difficile. La vera sfida è come generare attività sui tuoi canali. Come avere fan che ti seguono, e come renderli partecipi delle tue attività?

    Testa le acque
    Prima di saltare a piè pari nel mondo dei social, è una buona idea familiarizzare con quello che succede nei social media, relazionato alla musica, tecnologia e commercio online. Segui le pagine degli artisti e dj che ammiri e annota quello di cui stanno parlando, visita i loro blog e cerca i blog e siti di persone influenti del mondo musicale e di fan che sono interessati al tuo genere musicale. (Potrai poi contattarli per promuovere le tue creazioni).

    Come sempre l'informazione è potere e la devi usare a tuo vantaggio. Preparati per avere idea di come agire quando i tuoi canali saranno aperti a tutto il mondo.

    Coinvolgi i tuoi fan
    Quando cominci a scrivere online, devi essere cosciente del tuo tono di voce. Vorrai fare in modo di coinvolgere i tuoi fan, non dare loro qualche lezione su quanto tu sia bravo, ed in pratica allontanarli.
    Non è solo questione di comunicare, devi creare scambi interattivi ed esperienze che abbiano un senso. Immagina di seguire uno dei tuoi artisti preferiti. Se questo artista posta un link ad altri blog che potrebbero interessarti (musica, foto, link interessanti ecc), l'artista potrebbe interessarti ancora di più come persona.

    Una buona regola da seguire è quella del "talk show". Pensa alle celebrità che vanno in televisione e sono intervistati dai presentatori del programma... di solito tenderanno a parlare dei loro affari privati (storie di vita, gossip ecc) e solo alla fine promuovere il proprio libro, film, evento ecc.
    Questa regola è ottima per creare relazioni attraverso i social media.

    Se vuoi che qualcuno si interessi a quello che hai da vendere, devi coinvolgerlo in maniera sia divertente che dandogli informazioni interessanti.
    La tua sfera di interesse non deve essere solo sulla musica, dj, produzione musicale... cerca di dare importanza anche ad informazioni utili e storie interessanti.
    Quando i tuoi fan ti percepiranno come una "persona reale", sarà più facile che ricevano tutto quello che hai da dire come "brand personale".

    Cerca quindi, per ogni notizia che inserisci su di te nei social media (che siano foto, tweet, post sul blog ecc), almeno una o due notizie minori non devono essere relative a te, e comunque dovranno essere di informazione, di ispirazione, di intrattenimento o divertenti.

    Non c'è una scienza esatta per dire quanto materiale scrivere e di cosa parlare. Sperimenta con i tuoi fan e vedi a cosa rispondono meglio.

    L'email è ancora un canale preferenziale di comunicazione
    L'email è una modalità semplice e a basso costo per comunicare con i tuoi fan.
    Le newsletter sono un ottimo modo per avvertire i tuoi fan di una tua nuova serata, della pubblicazione di un video, di un tuo album o altro, e come i post nei social media, possono dire molto della tua personalità. Cerca di non essere troppo serioso..sii creativo e divertiti!
    Ricorda sempre che se queste persone hanno deciso di iscriversi alla tua newsletter, è perché vogliono avere novità da te, quindi non aver paura.

    Attenzione pero' a fare le cose per bene: non mandare email non richieste. L'ultima cosa che una persona vuole, è quella di ricevere spam. In questo modo allontanerai solo la gente.
    Iscriviti ad un servizio per la gestione delle newsletter professionale e collegalo al tuo sito web. Manda un paio di newsletter al mese, massimo una alla settimana, e anche qui controlla i tassi di apertura delle email e la percentuale di click per capire quali contenuti sono preferiti dai tuoi fan.

    Per inviare le newsletter, ti consigliamo Aweber, che permette un'integrazione molto veloce con un blog wordpress, nonché avrai la possibilità di creare un link da dare ai tuoi fan via social media per inviarli ad iscriversi alla tua newsletter.

    Ricapitolando, se segui questi passi avrai una newsletter di ottimo livello:

    - crea contenuti di qualità. Un messaggio chiaro e conciso aumenta le possibilità che chi riceve l'email legga questa e le tue future. Il soggetto dell'email deve attirare l'attenzione. Organizza i contenuti in liste ed elenchi per rendere più facile la lettura.
    Inserisci un "invito all'azione" per essere sicuro che chi ti legge compia una azione (visitare il tuo sito, guardare un video, comprare il tuo album ecc).

    - usa un programma professionale per gestire le newsletter. Ti permetterà di automatizzare le iscrizioni e velocizzare l'invio delle email, che saranno visivamente anche più professionali. Aweber ti gestirà le email non funzionanti e lo spam.

    - evita messaggi spam. Non scrivere a chi non vuole i tuoi messaggi o non si è mai iscritto alla tua newsletter. E' un consiglio, seguilo.

    Fai lavorare twitter per te
    Twitter ha nuovi milioni di utenti ogni anno, e vengono effettuate piu' di 600 milioni di ricerche al giorno.
    Puoi usare twitter per lasciare tweet riguardanti notizie sulla tua musica, link ad altri siti, ad altri artisti, foto video e altro di vario interesse.
    E' un modo gratuito per promuoversi, e utilizzando gli # hashtag verrai fuori nelle ricerche degli utenti di twitter. Inoltre, se il tuo tweet sara' popolare (a seconda di quanti retweet e favoriti ha il tuo messaggio) comparirai tra i risultati più "popolari", che porteranno maggior traffico al tuo profilo.

    Per far funzionare twitter, devi avere una strategia. Puoi ad esempio connettere twitter al tuo sito web inserendo il box con gli "ultimi tweet". Devi avere pazienza, inserire contenuti sia riguardanti il tuo brand che altre notizie, retwittare altri contenuti interessanti e farti conoscere dalle persone influenti del tuo campo parlando con loro via twitter.
    I risultati arriveranno.

    Usa Facebook saggiamente
    Facebook è molto popolare per le piccole imprese. Inoltre, in questo momento, 100 milioni di persone sono connesse a Facebook via smartphone.
    Puoi usare la tua pagina Facebook come artista per condividere la tua nuova musica, remix, anteprime, video... ed informazioni sui tuoi eventuali eventi live.
    E' un'ottima vetrina per mettere le foto di eventuali live set, o foto di collaborazioni con altri artisti, che potrai taggare nelle foto per dare più viralità ai tuoi contenuti.
    Se i tuoi fan si vedranno nelle tue foto (ai live ad esempio), potranno ricondividerle sui loro profili aumentando la viralità.

    Se hai un sito, inserisci il link nei contatti della tua fan page Facebook, ogni tanto posta i contenuti del tuo blog sulla pagina fan.

    Puoi inoltre aggiungere delle "app" alla tua pagina, come BandPage, che ti permette di avere un profilo "musicale" su Facebook avendo in un unico posto tutte le tue canzoni, foto, link ai tuoi eventi, vendita di merchandise...
    Vedi l'allegato 18392

    Infine, durante i tuoi live puoi taggarti con la funzione di geolocalizzazione per dare un senso di maggior "realtà" alla tua performance e connettere con le persone nella tua area.

    Gestione del tuo canale YouTube
    YouTube aggiunge alla tua campagna di marketing un aspetto visuale e dinamico. E' molto efficace per la fascia più giovane del mercato.
    Oltre a mettere semplicemente le tue canzoni con una immagine statica di fondo, potresti girare un breve video e mettere la tua canzone come sottofondo musicale.
    Oppure riprendere i tuoi live set, o combinare le diverse idee assieme...

    Un esempio? Buona visione ;)


    Se accumuli abbastanza iscritti, puoi iscriverti al programma Partner per generare introiti di denaro dai tuoi video. Per aumentare il numero di iscritti, ovviamente devi promuovere i tuoi video sui tuoi altri canali sociali e nella tua newsletter.

    SoundCloud, Blog e sito web
    SoundCloud è ottimo per condividere musica e mix online. Ti permette di avere seguaci e commenti direttamente sulle tracce che carichi. Un'ottima strategia è quella di aggiungere le tue canzoni direttamente dentro ai post del tuo blog.

    Avere un blog è un'altra ottima maniera per connettere con i tuoi fan. Puoi aprire un sito con un tuo dominio per essere più professionale, o utilizzare una delle piattaforme online grautite come wordpress, blogger o tumblr.

    Nel tuo sito o blog puoi inserire aggiornamenti sui tuoi eventi, realizzare concorsi e dare premi per chi ti segue, ma puoi anche promuovere i tuoi interessi al di fuori della musica, è il tuo sito personale e deve rispecchiare la tua personalità.
    Puoi scrivere quante volte vuoi la settimana, è uno spazio solo tuo e chi lo visita lo fa perché gli interessi come artista e persona.

    Se vuoi un ottimo spazio web (a partire da 5 dollari al mese) ti consigliamo Digital Ocean (il nostro link ti regala 10$) che è flessibile, scalabile in base ai visitatori e alle risorse di sistema che ti servono, ed è lo stesso server di musicadigitale. Molto stabile ma bisogna un po' saperci fare per configurarlo.
    Inoltre ti servirà un dominio da collegare al tuo sito web.

    Un altra alternativa, piu' facile da configurare e con un server sempre abbastanza veloce, è Siteground che abbiamo testato su diversi domini e ci sono piaciuti i risultati di velocità di risposta del server.

    Vendi la tua musica con gumroad

    Se sei all'inizio, probabilmente ti sarà difficile trovare un'etichetta discografica che ti sponsorizzi per poter entrare su Beatport e vendere la tua musica o essere inserito su spotify. (Vediamo dopo come contattare una casa discografica).
    Puoi tentare la strada da indipendente con una compagnia come zimbalam, che ti carica 25 euro a traccia o 35 ad album e lo carica su tutti i maggiori portali di vendita. Ma non è detto che venderai una sola copia!

    Se pero' hai preso un buon numero di fan sui social e via newsletter, puoi pensare di vendere la tua musica da autonomo tramite una piattaforma online come Gumroad.

    Vedi l'allegato 18393

    Gumroad ti permette di avere una pagina personalizzata in cui in cima potrai caricare un video o una immagine, sotto una descrizione del tuo prodotto, a destra il pulsante per comprarlo subito al prezzo che hai deciso.
    Quando una persona paga, tu avrai come costi il 5% del prezzo finale di vendita, il resto sarà tutto nelle tue tasche.
    Pensa ad esempio se volessi vendere il tuo ultimo album.
    In cima alla pagina potresti mettere un video dove introduci il tuo album e fai ascoltare la prima canzone.
    Poi, potresti condividerlo su tutti i tuoi canali sociali, sul tuo blog e sulla tua newsletter.

    Vedi l'allegato 18394
    Esempio di pagina prodotto su gumroad.​

    Puoi ovviamente impostare i bottoni in italiano.
    Inoltre, puoi mettere in prevendita il tuo prodotto, e nel frattempo collezionare persone che sono "interessate a pagare". Quando il tuo prodotto sara' pronto, ti basterà schiacciare un bottone nel pannello amministratore per richiedere tutti i pagamenti ed inviare il prodotto a tutti quelli che l'hanno acquistato.

    Diciamo che è un sistema simile a kickstarter, dove puoi collezionare soldi per un progetto prima di realizzarlo, visto che hai bisogno di fondi.

    Invio demo a casa discografica

    Se preferisci, puoi inviare il tuo demo ad una casa discografica.

    Come prima cosa devi cercare una label che voglia artisti che fanno il tuo stesso genere musicale.
    Puoi cercarle su google, o andare su beatport ed ascoltare diversi pezzi e trovare quelli che assomigliano di più al tuo stile di produzione. Per ogni canzone che hai selezionato, segnati l'etichetta discografica che ha stampato quel pezzo, e contattala.

    Di solito ogni etichetta che si rispetti avrà una sezione contacts con un indirizzo mail, al quale dovrai scrivere.

    Nella tua email, cerca di andare subito al punto, e di far risaltare le tue migliori caratteristiche, attirando fin da subito l'attenzione.

    Passaggi chiave per una ottima email.

    - dire che beneficio potrebbero avere loro come etichetta a prenderti a bordo (produci tante canzoni? fai un genere esattamente uguale a quello che loro vendono? hai dei social attivi con molte persone ai quali potresti promuovere la loro etichetta? cose cosi')

    - allegare il tuo pezzo, o meglio caricarlo su un sito esterno per non appesantire la mail.

    - inserisci il tuo nome artista e il titolo della canzone nell'oggetto della canzone

    - non essere troppo formale nel testo della mail!

    Se l'azienda è interessata, ti chiederà il file a 16 bit in wav e se è una compagnia seria accennerà subito al contratto.
    Nel caso ti rispondano che la traccia è buona ma che non vogliono stamparla, prova a proporti come remixer: quando avranno disponibili nuovi pezzi da remixare ti manderanno i file x mixare quei pezzi, e tu potrai decidere se accettare o meno.

    Replica questo procedimento per tutte le label che hai trovato

    Espandi il tuo brand offline - proponiti per eventi live

    Per aver maggiori possibilità di essere conosciuto, passare la tua musica e costruire contatti, potresti valutare l'ottima opzione di suonare live.

    Sappi che dovrai gestire diverse persone per avere successo in questo mondo. In una discoteca, il tuo punto di contatto primario sarà il manager del locale, perché potrebbe essere che il gestore abbia diversi locali e non sia presente.

    Quello che devi domandarti ora è: la persona che hai davanti ha esperienza o no con il mondo dell'intrattenimento serale? Se è una persona nuova a questo mondo, potrebbe non essere abituato a pagare il dj per una serata, o non avere aspettative realistiche su come potrebbe svolgersi l'evento live. Se sei fortunato da trovare un manager che conosce bene il mondo in cui lavora, tutto il tuo lavoro sarà più facile. Dopotutto, se aiuti un locale a fare più soldi portando buona musica e un po' di gente, il locale ti potrà dare maggiori opportunità di suonare.

    Per cominciare, quando parli con il manager, metti subito dei paletti e domanda esattamente cosa si aspettano da te. Devi sapere quale musica vogliono che tu suoni, cosa devi evitare di suonare.
    Inoltre, cerca di capire qual'è il flusso di gente della serata: quando si riempie il locale? Come viene considerata una serata di "successo"?

    Cerca di conoscere i dj che suonano ogni settimana, quando dovrai suonare arriva in anticipo e parla con i buttafuori, i baristi, le cameriere... cerca di essere sempre professionale: queste persone potrebbero aiutarti ad avere una nuova serata.

    Set di apertura

    Se sei nuovo, sicuramente ti faranno suonare un set di apertura, e poi la palla passerà al resident.
    Cominciare a suonare per primo, e scaldare l'ambiente, non è cosa facile. Dovrai mettere il tuo ego da parte e focalizzarti a suonare un set che sia in linea con quello che suonerà poi il dj dopo di te.
    Molti novizi fanno l'errore di cominciare con tracce con troppa energia e mettendo le canzoni più famose fin da subito. In questo modo, non avresti vita facile. Ricordalo sempre.

    La maggior parte delle volte, inoltre, comincerai con una stanza vuota che si riempie lentamente di persone sobrie. Presta attenzione a come le persone reagiscono ad ogni traccia! E' una sfida dopotutto: se riuscirai a far ballare a mezzanotte un piccolo gruppo di amici sobri, non avrai problemi all1.30 a far ballare tutte quelle persone ubriache...

    Fai una ricerca di chi sarà il dj resident. Non suonare mai le sue tracce (ovviamente) e adatta il tuo set di apertura al suo genere musicale.

    Se farai un buon lavoro, verrai contattato per suonare di nuovo, e questa volta magari come dj non di apertura, ma per tutto il resto della serata!

    La star della serata: tu

    In quel caso, sarai responsabile di suonare le canzoni migliori durante i momenti di picco della serata. Imparerai a leggere come si comporta la massa e adattare la musica a seconda del momento.
    Le persone si stanno divertendo? Stanno comprando alcool? Se il bar è occupato, il gestore sarà contento.

    Ricorda che qui, più di tutto, la tua personalità conta. Se ti stai divertendo, si divertirà anche la folla, se sarai annoiato, invece li perderai.
    Non guardare al tuo pc tutto il tempo, tieni il contatto visivo con la gente ed interagisci con loro.

    Anche qui, fai una ricerca sul locale e sulla musica che viene suonata di solito. Parla con i dj, il manager il proprietario e cerca di capire cosa si aspettano da te. Scriviti giù tutto su un taccuino e rileggi le note a casa per prepararti per la serata.


    Con questa parte abbiamo finito il corso.
    Complimenti per essere arrivato qui. Ora ne sai più del 90% delle persone che cercando di entrare in questo mondo. Tra le conoscenze tecniche e di marketing che hai ora in mano nessuno ti potrà fermare!

    Detto questo.... buona fortuna e buon divertimento!!
     
    Ultima modifica: 4 Ott 2020
    4 Ott 2020
    #1
    A Giorgilorio e IDK piace questo messaggio.
  2. IDK

    IDK ...meglio di Giuseppe Verdi Utente VIP

    Registrato:
    20 Gen 2017
    Messaggi:
    1.694
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.055
    Sequencer:
    Ableton Live
    Bella e interessante guida,
    mi permetto di aggiungere che se si punta ad un pubblico internazionale la comunicazione via Social Media deve essere rigorosamente in INGLESE !!!

    Questo è un grande consiglio, poco tempo fa Amelie Lens spiegava come molti bravi giovani DJ perdono la possibilità di fare altre serate perché non seguono questa regola, se la "star" della serata normalmente suona ad es. a 134 BPM non si può fare un set di apertura a 140 BPM altrimenti molto semplicemente la volta successiva il DJ famoso non vorrà che voi suoniate prima di lui.

    Questo SOPRATTUTTO se lasciate chiavi USB ai DJ, per ovvi motivi i DJ non la inseriscono nel computer, la ascoltano dai CDJ e quindi è FONDAMENTALE mettere il proprio nome nel titolo della traccia.

    La demo deve essere COMPLETA e FINITA
    - Completa perché prima di pubblicarla una label potrebbe provarla in un live set e quindi è necessario che sia completa, non solo i primi 2 minuti ;)
    - Finita cioè con mix e mastering sempre per i motivi del punto sopra
     
    4 Ott 2020
    #2
    A Giorgilorio piace questo elemento.
  3. Giorgilorio

    Giorgilorio Utente Molto Popolare

    Registrato:
    27 Set 2020
    Messaggi:
    165
    "Mi Piace" ricevuti:
    81
    Sono d'accordo con la risposta di IDK, comunque è davvero una discreta guida.
     
    4 Ott 2020
    #3
  4. MRK_LAB

    MRK_LAB Eroe del Forum Utente VIP

    Registrato:
    20 Giu 2018
    Messaggi:
    2.442
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.533
    Sequencer:
    Cubase 9.5 / PH Reason 11
    Fuffa , spiace dirlo ma non si regge in piedi tutta sta pappardella e a voler essere malpensanti olezza di spam.
    Il solo fatto di pensare o peggio di voler far pensare che personaggi di alto livello gestiscano in prima persona tutti gli aspetti della loro attività è ingenuo o (come eccepivo) fuorviante.
    I Big sono brand e non persone e i risultati che ottengono sono frutto sopratutto di un grosso lavoro infrastrutturale in backgound.
    Un pò come raccontare ad un secco che va in palestra da 3 giorni che può diventare Ronnie Coleman in breve tempo facendo questo e quello non tenendo conto che quello che fa Coleman lo fa Coleman e non il secco in questione e poi quello che fa Ronnie realmente di sicuro non è di pubblico dominio per un sacco di buoni (e meno buoni) motivi.
    Sapersi muovere in vari ambiti è vitale e formativo per capire le dinamiche del settore ma non bisogna illudersi che sapere o fare determinate cose sia certezza di risultati.
    Piccolo esempio , ho partecipato ad una produzione (relativamente piccola) che uscirà su una sub-label Warner e per conoscenza mi è stato inviato il piano marketing relativo , beh , scordatevi di vedere una roba simile su un qualunque aggregatore/piattaforma consumer.
    Fatevi due conti.
     
    4 Ott 2020
    #4
    A Scar96, AED, ASmoke e 1 altro utente piace questo messaggio.
  5. ASmoke

    ASmoke Vincitore Canzone del Mese Moderatore

    Registrato:
    19 Ott 2018
    Messaggi:
    616
    "Mi Piace" ricevuti:
    656
    Sequencer:
    cubase forever
    Spiace di distruggere i sogni di self made top producer tuttavia quoto @MRK_LAB per esperienze presenti e passati. Dietro ogni grande band c'è un disegno produttivo di spessore assoluto. Faccio un esempio che farà rizzare i capelli ai più sfiorando il paradosso, ma sono fatto così, pane al pane e vino al vino: i Beatles senza produttori di livello gigantesco, manager con i controc###i, casa discografica al loro servizio ( con tutto ciò che comporta anche a livello economico), i migliori studios di registrazione, le tecniche più all'avanguardia di registrazione ( per l'epoca), tecnici del suono straordinari sarebbero rimasti un gruppuscolo di periferia, neppure tra i più bravi e/o geniali, anzi come si evince da uno splendido doc passato su RAI5 qualche tempo fa, c'era molto di meglio. Ma come si sa ( e si vede guardando le classifiche odierne) è la "prescienza" del possibile successo che spinge al successo stesso, e all'investimento e in qualche modo indirizza il mercato.
    Poi che ci si possa ritagliare un piccolo spazio da indipendenti, magari anche molto amati dai pochi fans, ma sconosciuti ai più,perché no....sperando che Scaruffi riprenda a recensire musica, ovviamente....
     
    4 Ott 2020
    #5
    A Scar96, AED e MRK_LAB piace questo messaggio.
  6. IDK

    IDK ...meglio di Giuseppe Verdi Utente VIP

    Registrato:
    20 Gen 2017
    Messaggi:
    1.694
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.055
    Sequencer:
    Ableton Live
    I big prima di diventare big erano piccoli, in qualche modo si deve iniziare e i suggerimenti mi sembrano validi

    Io davo per scontato che chi legge questa guida abbia questo obiettivo, altrimenti l'unica strada è fare grande musica e spedire demo su demo alle label
     
    4 Ott 2020
    #6
  7. ASmoke

    ASmoke Vincitore Canzone del Mese Moderatore

    Registrato:
    19 Ott 2018
    Messaggi:
    616
    "Mi Piace" ricevuti:
    656
    Sequencer:
    cubase forever
    Certo. Al di là dei facili discorsi della volpe e dell'uva a cinquant'anni, dopo una giovinezza passata a suonare nei "peggiori bar di Caracas", qualche piccolo successo estemporaneo successo locale, una piccola fama da musicista di nicchia, quello che chiedo alla musica oggi è: primo che non mi abbandoni, secondo di poter raggiungere più persone possibili. Poi che non sarò mai Thom Yorke dei Radiohead , me ne sono accorto da tempo....:LOL:
     
    4 Ott 2020
    #7
    A IDK piace questo elemento.
  8. MRK_LAB

    MRK_LAB Eroe del Forum Utente VIP

    Registrato:
    20 Giu 2018
    Messaggi:
    2.442
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.533
    Sequencer:
    Cubase 9.5 / PH Reason 11
    E allora si devono dare consigli adeguati ed ha poco o nessun senso portare paragoni con i big.
    Da quello che leggo qui sul forum vedo ad esempio una percentuale altissima di utenti che sanno poco o nulla riguardo a diritti e royalties.
    E allora prima di pensare ai social o al logo sarebbe forse meglio cominciare a sapere cosa sono le società di collecting , come funzionano , come leggere un contratto e via discorrendo.
    perché una label in primis dialoga con l'artista attraverso la burocrazia e se non la si sa interpretare si fa la figura del pivello appena cascato dal pero , che perdonatemi , social o non social , logo o non logo , non depone certo a favore !




    Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk
     
    4 Ott 2020
    #8
  9. Scar96

    Scar96 fantasma dell'opera Utente VIP

    Registrato:
    10 Dic 2013
    Messaggi:
    928
    "Mi Piace" ricevuti:
    715
    Sequencer:
    FL Studio 20
    E a chi non si presenta nei forum aggiungerei. Perdonami, ma a chi ti riferisci quando parli, o parlate in questo caso, di "noi", "nostro", "abbiamo"? Siete una società di consulenza? Un gruppo di ragazzi che vuole sinceramente aiutare chi non mastica il digital marketing? Per carità è un bel walltext con tanto di discorso di pancia iniziale degno di un competente public speaker, ma mi sembra di leggere una lunga pubblicità ed ho il sospetto che il tutto si riduca a far cliccare uno di quei due link referral di siteground e digital ocean. Spero non sia così ma di solito in un forum chi parte in nona con un super post senza nemmeno presentarsi e poi non ha più nulla da scrivere...

    O bevendo semplicemente questo :cool:
    upload_2020-10-6_18-4-6.png
     
    6 Ott 2020
    #9
    A IDK, ASmoke, AED e 1 altro utente piace questo messaggio.
  10. MRK_LAB

    MRK_LAB Eroe del Forum Utente VIP

    Registrato:
    20 Giu 2018
    Messaggi:
    2.442
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.533
    Sequencer:
    Cubase 9.5 / PH Reason 11
    Ma sai una cosa @Scar96 ?!
    Paradossalmente il doping stesso(parlo con quasi cognizione di causa avendo frequentato l'ambiente) che giustamente viene demonizzato ad un bber che s'allena in un determinato modo ed è seguito da professionisti può non fare assolutamente male ed anzi portargli quei vantaggi che ricerca.
    Le stesse sostanze prese da un mongolo scriteriato gli f0ttono quantomeno la salute se non peggio !
    Per questo dico che "quello che fanno i pro" è un dato che va ignorato perché non è applicabile ad altri (più bassi) livelli.

    Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk
     
    6 Ott 2020
    #10
    A Scar96 piace questo elemento.
  11. Scar96

    Scar96 fantasma dell'opera Utente VIP

    Registrato:
    10 Dic 2013
    Messaggi:
    928
    "Mi Piace" ricevuti:
    715
    Sequencer:
    FL Studio 20
    Quindi se ho capito bene il processo di promozione di un brand non è limitato semplicemente ad una serie di passi più o meno prestabiliti, ma piuttosto da scelte di strategie di marketing prese in base al tipo di pubblico da attirare e all'andamento di ogni fase della promozione stessa, giusto?
     
    6 Ott 2020
    #11
  12. MRK_LAB

    MRK_LAB Eroe del Forum Utente VIP

    Registrato:
    20 Giu 2018
    Messaggi:
    2.442
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.533
    Sequencer:
    Cubase 9.5 / PH Reason 11
    non so se chiedi a me ma per quello che ne so posso dire che non sono certo 5/10k follower o un logo accattivante a fare la differenza.
    Sinceramente non mi interessa come o cosa fa il reparto marketing l'importante e che faccia ciò che è preposto a fare esattamente come io faccio la mia parte.
    E quando il markenting è ben fatto il risultato c'è relativamente a prescindere dal prodotto.
    E comunque capiamoci , quando si parla di marketing e palese che si parla di soggetti con determinate caratteristiche di base che nè giustificano un adeguato supporto.
    In soldoni , non è che una label investe su un prodotto qualitativamente demm3rda !
    Ovvio poi che esustano marketing di vario livello , da zero , 100 , 500 , 1000 , 50k euro ed ovviamente devono essere commisurati all'artista , al prodotto ed alla situazione.

    Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk
     
    6 Ott 2020
    #12
    A Scar96 e AED piace questo messaggio.