1. Scrivi Musica per Film e Game: Corso Online Professionale

    Anche senza conservatorio, in pochi mesi fai musica professionale di qualsiasi genere: dall'Epic Hybrid Trailer all'orchestrale fino a pop o musica elettronica. E fai pratica su veri film americani. Otto mesi e più di 145 ore di lezioni serie e approfondite nella Scuola Online #1 d'Italia su Musica e Cinema Digitale, con 17 anni di storia..

    Composizione, Ritmo, Melodia, Armonia, Storytelling, Sequencer, Strumenti Virtuali, Canzoni: impari tutto, senza orari fissi e facendo pratica già dal primo giorno.

    Ottieni la certificazione VFX Wizard Trained Pro™ e scrivi musica efficace, che ha successo con il corso già scelto da principianti assoluti, producers e anche diplomati di Conservatorio di IIº Livello: perché ti insegna tutto, dalle basi al top della musica digitale.
Nascondi Avviso
Desideri un tema scuro per MusicaDigitale?

Registrati e imposta la modalità notte!

Clicca qui per scoprire come attivarla!

Guida Diffusori acustici: guida all'acquisto (parte 4)

Discussione in 'Guide e Tutorial Studio e Strumentazione Hardware' iniziata da Blackhat, 18 Set 2012.

  1. Blackhat

    Blackhat Duke Nukem

    Registrato:
    28 Gen 2010
    Messaggi:
    8.457
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.954
    L'articolo è stato scritto dall'utente Blackhat che non si assume alcuna responsabilità nel caso di Vostri acquisti errati.
    E' assolutamente vietato riprodurre questa guida in altri forum o in altri spazi nel web senza il consenso dell'autore.


    ------------------------------------------------
    --- quarta parte ---

    Casse da ascolto.

    Parleremo ora di casse da ascolto, Hi-Fi e sistemi Dolby.


    Hi-Fi.

    Il termine Hi-Fi significa High Fidelity, tradotto, Alta Fedeltà ed indica un metodo di riproduzione sonora con qualità al di sopra dello standard. Tuttavia, con il tempo il termine hi-fi è stato impiegato un po' dovunque, al punto che ad oggi anche uno stereo da pochi euro viene chiamato hi-fi. Per distinguere ancora i tipi di apparecchi di fascia superiore, oggi si parla di attrezzature Hi-End. In generale, negli sale regia per mastering vengono utilizzate casse hi-end, e si parla di prodotti con costi di svariate migliaia di euro, quindi non facilmente accessibili.



    Prove in doppio cieco.

    Sono i test che vengono eseguiti sugli apparecchi per determinare il loro livello qualitativo.
    Sono dei confronti fra attrezzature diverse e a lungo termine, poiché è necessario del tempo per studiare accuratamente un suono.


    Parametri di valutazione.

    Sono gli stessi già discussi nella prima parte di questa guida, lo stesso vale per le regole di posizionamento dei diffusori. Per quanto riguarda l'ambiente invece, segnalo che esistono negozi che producono oggetti d'arredamento esplicitamente studiati per l'acustica. Potete trovare ad esempio un salotto che integra mobili, divani, tv e impianto audio, il tutto studiato per ottenere ottimi risultati, acusticamente parlando.
    Come consiglio molto generico vi direi di riempire i muri di mobili, mensole ecc, e di piazzare un bel tappeto sul pavimento (oppure di mettere un pavimento in legno). Questo per eliminare i troppi riflessi che sono presenti normalmente nella stanza (in genere sono così tanti da percepire il suono riverberato), soprattutto se avete i soffitti alti.

    Come tipologie di casse acustiche, anche qui troverete le attive e passive ma spesso gli apparecchi hi-fi di qualità hanno casse passive che quindi necessitano di amplificatore dedicato. Troverete casse da pavimento, che vengono posizionate direttamente per terra, hanno dimensioni notevoli e generalmente sono dotate di piedini montabili per isolare il pavimento dalle vibrazioni. Le casse da supporto o da mensola invece, hanno di solito dimensioni ridotte.

    Dolby Surround.

    E' uno standard audio multicanale, progettato ai Dolby Laboratories negli anni '80. Ha avuto molto successo ed è tuttora diffuso negli impianti home theatre, nella tv, nel cinema. E' un sistema multicanale sterofonico. Il motivo per cui è stato progettato è molto semplice: un sistema a 2 canali l & r produce un suono che però verrà percepito proveniente da una posizione centrale. Questo suono è detto suono fantasma perché di fatto è un effetto psicoacustico (quindi di fatto non esiste!), dal momento che le sorgenti sono posizionate a destra e a sinistra dell'ascoltatore (ricordate il triangolo equilatero vero??). Per questo motivo, l'uditore percepisce forti cambiamenti nel suono anche con piccoli spostamenti. Provate, dalla posizione al vertice del triangolo a spostarvi anche di pochissimo a destra, sinistra, avanti o indietro, e ve ne accorgerete (lo sweet spot di cui abbiamo parlato nella terza parte della guida).
    Un sistema surround non fa altro che aggiungere in posizione centrale, fra i canali l & r, un nuovo diffusore che ad esempio, nei cinema, si occupa di riprodurre le voce, mentre i laterali si occupano dei suoni e delle musiche. In questo modo tutti gli spettatori potranno sentire allo stesso modo. In alcun casi vengono poi aggiunti altri diffusori come il subwoofer o altri satelliti.


    Tipologie di impianti surround.

    CDS: Cinema Digital Sound. Sistema con un sub e 5 diffusori satelliti, comunemente scritto come 5.1. I diffusori sono: Left, Center, Right, Surround left, Surround right, Subwoofer. La posizione standard per questo impianto la vedete in figura (il sub può essere posizionato dove si vuole poichè la basse frequenze non sono direzionali).


    Sistema Surround 5.1
    SDDS Sony Dinamic Digital System.Sistema con un sub e ben 7 satelliti! Un 7.1 sarà formato da Left, Center, Right, Center left, Center right, Surround left, Surround right, Subwoofer. Non è difficile intuire il posizionamento di questo impianto.

    [/CENTER]
    Nomi di fabbricanti.

    Non citerò nomi, scusate il termine, “da supermercato”..quelli li conoscete già. Citerò nomi di produttori di strumenti di qualità (e anche costosi), sia diffusori che amplificatori. Questo perché se avete intenzione di spendere 100 euro per un impianto, potete prenderne uno qualsiasi. Purtoppo la qualità costa parecchio.

    Arcam
    Avantgarde Acoustic
    Bower & Wilkins
    Cambridge Audio
    Dynaudio
    JBL
    KEF
    Marantz
    McIntosh
    Meridian,
    Mission
    Naim Audio
    Pathos Acoustics (italiana!)
    Teufel
    Vincent T.A.C Company


    P.A. e impianti per eventi.

    Intanto..sapete cosa vuol dire P.A.? P.A. vuol dire Public Adress e si riferisce all'impianto audio che agli eventi è "indirizzato" al pubblico.
    Anche qui ci sono così tante variabili da tenere in considerazione, che è difficile dare giudizi esatti. Per questo prima dirò un paio di cose sull'acustica di un ambiente esterno, all'aperto, e poi vi segnalerò qualche nome di marchi produttori che potrebbero interessarvi.



    Acustica degli ambienti esterni.


    I fattori che possono influenzare la propagazione del suono in ambiente esterno sono in stretta relazione con le condizioni ambientali in cui un impianto audio si trova a dover operare. Assume vitale importanza dunque la presenza di eventuali ostacoli, barriere e quant'altro venga a posizionarsi fra sorgente e ascoltatore.

    Il primo fatto di cui tener conto quando si è all'aperto è però la temperatura. Come vedete dalle immagini in basso, il suono tende verso l'alto in condizioni standard (cioè in cui la temperatura diminuisce all'aumentare dell'altezza), mentre si ha la propagazione dell'onda acustica in senso opposto nel caso di inversione termica.

    Un altro fattore importante è il vento. Il suono seguirà infatti le correnti ventose che potranno trasportarlo per distanze molto lunghe. Generalmente a livello della crosta terrestre vi sono molti ostacoli per cui raramente vi è presenza di forti correnti di vento. Importante però è la velocità del vento poiché essa va a sommarsi vettorialmente con la velocità del suono (vi risparmio la formula ;) ).

    Riflessione sul terreno. E' un altro fattore di cui tener conto, tanto quanto la presenza di persone davanti all'impianto. E' infatti facile notare la differenza di suono fra situazioni in cui è presente il pubblico e situazioni in cui non c'è nessuno. Il pubblico infatti, assorbe il suono, e diminuisce le riflessioni che vengono a formarsi quando l'onda sonora incrocia il terreno.

    Direi che possono bastare queste informazioni generali.

    Suono e temperatura[/CENTER]

    Una caratteristica che dovrà interessarvi ora, molto più che per gli altri tipi di impianto descritti sopra è la potenza sonora (che si misura in Watt). Se dovete fare un concerto, un dj set o che altro, sarà bene sempre valutare il luogo (all'aperto o al chiuso?), più o meno quanto pubblico ci sarà (100 persone o 1000?) e perché no, la musica che verrà suonata (jazz band o dj hardcore?) e quindi adeguare le proprie scelte in base a questi parametri.
    Come abbiamo visto nella prima parte della guida, se le casse sono passive, si parla di potenza sopportata (perché la potenza del segnale la genera l'amplificatore!).

    Ultima notizia riguarda il posizionamento dei diffusori in situazione live. Ricordate sempre di posizionare i tweeter ad un'altezza almeno superiore a quella della testa dei partecipanti (approssimando una media). Questo per 2 motivi principali:

    1) chi ha gli speakers davanti, se sono posizionati ad altezza testa, rischia di subire danni all'udito.

    2) le alte frequenze riprodotte dal tweeter sono molto direzionali e soffrono molto dei fenomeni di diffrazione poichè hanno lunghezza d'onda minore, rispetto alle basse frequenze. Ciò significa che in una sala piena di persone, se le casse sono posizionate all'altezza delle persone, alla distanza di 5 metri dai diffusori, non riuscirete più a sentire gli alti (perché molte alte frequenze saranno "assorbite" dalle masse corporee dei presenti!) e quindi non avrete un suono di qualità..insomma vi basterà mettervi in 4° fila e sentirete quasi solo la parte bassa dello spettro.


    Ecco alcuni nomi di marchi produttori di impianti audio di grosse dimensioni:

    ALTO Professional
    db Technologies
    FBT Elettronica (italiana)
    JBL
    KME
    Line 6
    Mark Audio
    Meyer Sound
    Montarbo
    RCF (italiana)
    S.R. Technology (italiana)
    Seeburg


    Spero che questa "guida" vi sia stata in qualche modo d'aiuto.


    --- fine ---

    Potrebbero anche interessarvi:

    Scegliere correttamente la strumentazione musicale: la guida completa
    Guida completa alla scelta di una scheda audio (per principianti)
    Guida introduttiva alle tastiere e controller MIDI
    Microfoni: un primo passo verso l'acquisto
    Cuffie: guida all'acquisto

    Buoni acquisti, ci si legge in giro :coffee:

    Ciao,

    Blackhat
     
    Ultima modifica: 17 Dic 2013
    18 Set 2012
    #1
    A roby_pro e Picci piace questo messaggio.

Le persone hanno trovato questa pagina cercando:

  1. casse acustiche seeburg

    ,
  2. esterno posizionare diffusori acustici aperto