1. Scrivi Musica per Film e Game: Corso Online Professionale

    Anche senza conservatorio, in pochi mesi fai musica professionale di qualsiasi genere: dall'Epic Hybrid Trailer all'orchestrale fino a pop o musica elettronica. E fai pratica su veri film americani. Otto mesi e più di 145 ore di lezioni serie e approfondite nella Scuola Online #1 d'Italia su Musica e Cinema Digitale, con 17 anni di storia..

    Composizione, Ritmo, Melodia, Armonia, Storytelling, Sequencer, Strumenti Virtuali, Canzoni: impari tutto, senza orari fissi e facendo pratica già dal primo giorno.

    Ottieni la certificazione VFX Wizard Trained Pro™ e scrivi musica efficace, che ha successo con il corso già scelto da principianti assoluti, producers e anche diplomati di Conservatorio di IIº Livello: perché ti insegna tutto, dalle basi al top della musica digitale.
Nascondi Avviso
Desideri un tema scuro per MusicaDigitale?

Registrati e imposta la modalità notte!

Clicca qui per scoprire come attivarla!

Domanda sulla compressione

Discussione in 'Missaggio' iniziata da Bizarro, 15 Gen 2013.

  1. profesorius

    profesorius Star del Forum

    Registrato:
    28 Nov 2005
    Messaggi:
    5.069
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.266
    Sequencer:
    Live, Pro Tools, Logic,
    no.. sei abbastanza fuori strada...

    l'attack indica il tempo dopo il quale, una volta che il segnale in ingresso ha superato la soglia, il comp inizierà ad agire.

    un esempio pratico: ho un rullante in cui vorrei fare "uscire" appunto il suo attacco.

    prendo il mio bel compressore e setto ratio e th a dovere.

    ora voglio dire al mio comp, lo so che il rullante ha già superato la soglia, ma voglio che cominci ad attenuare qualche istante dopo, in modo che non mi abbassi il volume dell'attacco di questo rullante.

    ecco quindi che entra in gioco il paramentro "attack" del comp.

    succede che il volume del rullante viene attenuato dopo (quanto lo decido io con l'attack del comp)

    una volta che avrò dato il make up avrò un suono di rullante più forte nella sua zona di attacco e meno forte nella sua coda..

    credo che con un disegnino sarebbe molto piu facile da spiegare. comunque ecco un esempio audio. i primi colpi è un rullante pulito, i secondi è un rullante con attacco lento: (ho cercato di esagerare in modo da rendere evidente il risultato)

    http://www47.zippyshare.com/v/64675301/file.html
    <br><i> --- messaggio unito al precedente: Jan 16, 2013 3:24 PM ---</i>
    cè qualcosa di giusto e qualcosa di sbagliato.

    partiamo dalla "definizione" il relase è il tempo che ci mette il comp a chiudersi (quindi a semmettere di attenuare) una volta che il segnale è sceso al di sotto della nostra threshl.

    se il relase è lungo e abbiamo dei picchi molto vicini che superano la soglia, quasi sicuramente il comp non smetterà mai di attenuare. l'attack non entra più in gioco in quanto il segnale non fa in tempo a scendere dalla soglia, aspettare che il comp smetta di agire, e risalire dalla soglia per "riinnescare" appunto l'attack!

    il relase settato male porta spesso ad un errore che io facevo frequentemente agli inizi, con il risultato che il suono aveva uno sbalzo di volume non appena partiva per poi attenuarsi di colpo e stabilizzarsi
     
    16 Gen 2013
    #18
  2. cavaliereinesistente

    cavaliereinesistente Utente Onorevole Utente VIP

    Registrato:
    25 Ott 2012
    Messaggi:
    3.583
    "Mi Piace" ricevuti:
    3.996
    Sequencer:
    Avid ProTools, Apple Logic Pro
    Vedo che sei sveglio, quindi non avrai difficoltà a ragionare sugli elementi che ti abbiamo dato ed a capirli a fondo lavorandoci su ;)
    Il paragone con l'attack dell'Antares è perfettamente calzante.

    Parto dalla domanda 2)
    il release è assolutamente lo stesso discorso dell'attack, ma ribaltato: nel momento in cui il segnale ritorna sotto la soglia, il compressore deve "uscire", quindi riportare il rapporto di compressione a 1:1. Il tempo che intercorre dall'istante in cui il segnale ritorna sotto soglia ed il guadagno ritorna unitario è il release.
    Ora, supponiamo che imposti il release a 500ms, ovvero mezzo secondo, il che non è infrequente. Hai due picchi distanti 200ms fra loro. Significa che quando il primo picco rientra sotto soglia, il rapporto inizia a diminuire, ma subentra quasi subito il secondo picco, ed il rapporto di compressione rimane pressoché costante per effetto dei ritardi di attack e release. Nel caso limite di attack nullo e release infinito (o comunque sovradimensionato rispetto al susseguirsi dei transienti nel tuo segnale), il compressore diventa equivalente ad un semplice... abbassare il volume di una quantità pari al rapporto di compressione.

    Riguardo alla domanda 1)
    hai descritto esattamente il funzionamento del brickwall-limiter, ovvero rapporto di compressione infinito:1 (nella realtà già un 20:1 può ampiamente condiderarsi limiting) ed attack e release molto veloci, tendenti a zero.
    <br><i> --- messaggio unito al precedente: Jan 16, 2013 3:37 PM ---</i>
    azz, nel frattempo ti hanno risposto in 50... e tutti bene ;)
    <br><i> --- messaggio unito al precedente: Jan 16, 2013 3:48 PM ---</i>
    p.s. ...nel caso di brickwall limiter digitale con "lookahead window", hai addirittura attack negativo. Non diciamo propriamente che il limiter "predica il futuro", ma il risultato è quello, ottenuto chiaramente ritardando tutto il segnale. Imposti il threshold, diciamo a -0.1dB, e lui inizia a lavorare prima del raggiungimento della soglia impostata, in modo da raggiungere il rapporto infinito:1 in corrispondenza esatta del valore di threshold impostato.
    <br><i> --- messaggio unito al precedente: Jan 16, 2013 4:02 PM ---</i>
    (oggi son logorroico) ...colgo l'occasione per sottolineare ancora che un limiter è tanto più "musicale" e "naturale" quanto meglio è progettata ed ottimizzata, e spesso anche automatizzata, la combinazione attack-knee-release, anche perché capisci bene che se lavorasse di netto otterresti un'onda quadra, (orribile all'ascolto), mentre l'obiettivo è sì di modificare la forma d'onda (non puoi fare altrimenti), ma possibilmente in modo armonioso.
     
    16 Gen 2013
    #19
    A Pyroclastic Flow e profesorius piace questo messaggio.
  3. Bizarro

    Bizarro Utente Attivo

    Registrato:
    15 Set 2012
    Messaggi:
    61
    "Mi Piace" ricevuti:
    6
    Allora l'ATTACK ho capito, è il tempo di reazione. Quindi se per esempio (ragionando con numeri grandi) il picco dura 5 secondi e l'attack è impostato su 3 secondi, verranno compressi solo gli ultimi due secondi del picco. E quindi se il picco invece durasse 2 secondi non darebbe al compressore il tempo di agire e quindi non sarebbe proprio compresso.


    Il release l'ho capito credo... ma quindi se non sbaglio il RELEASE non ha motivo di essere impostato se l'attack è immediato giusto?
     
    17 Gen 2013
    #20
  4. cavaliereinesistente

    cavaliereinesistente Utente Onorevole Utente VIP

    Registrato:
    25 Ott 2012
    Messaggi:
    3.583
    "Mi Piace" ricevuti:
    3.996
    Sequencer:
    Avid ProTools, Apple Logic Pro
    Non proprio. Riguardo al primo punto, il compressore inizia a lavorare subito, ma raggiunge il rapporto di compressione pieno dopo il tempo di attack. Se il ratio è 6:1, dopo due secondi di superamento soglia avrà magari raggiunto un ratio di 2:1 (dico a caso, dipende dalla forma del knee).

    La tua considerazione del secondo punto, invece, non la capisco. Potresti tranquillamente avere attack zero, ma release lungo. :confused:
     
    17 Gen 2013
    #21
  5. Bizarro

    Bizarro Utente Attivo

    Registrato:
    15 Set 2012
    Messaggi:
    61
    "Mi Piace" ricevuti:
    6
    Ma il release allora cosa varia? Cioè se ci sono due picchi se il release è alto vengono trattati assieme ma ciò significa semplicemente che sul secondo non si verifica l'attack del primo, giusto?
     
    17 Gen 2013
    #22
  6. cavaliereinesistente

    cavaliereinesistente Utente Onorevole Utente VIP

    Registrato:
    25 Ott 2012
    Messaggi:
    3.583
    "Mi Piace" ricevuti:
    3.996
    Sequencer:
    Avid ProTools, Apple Logic Pro
    Immagina che il compressore sia Bizarro con un fader volume in mano anziché il cubo di Rubik ;)
    Bizarro sa che ogni qual volta il segnale supera -6dB deve abbassare il fader, e ogni qual volta il segnale ritorna sotto i -6dB deve rialzarlo. Bizarro non è un robot, quindi ci mette 1 secondo ad abbassare il cursore (attack), ed 1 secondo a rialzarlo (release). Primo picco. Bizarro scatta. Abbassa il volume. Il primo picco scende, ma prima che Bizarro abbia modo di reagire ne arriva già un altro. Il cursore di Bizarro rimane quindi lì fermo dov'è (l'inviluppo del picco non viene variato, è solo tutto più basso di volume) risale solo passato il secondo picco. I due picchi sono stati trattati come fosse stato uno solo.
    Bizarro si allena, e porta il suo tempo di reazione sul release a 0.5s. Primo picco. Bizarro scatta e abbassa il volume. Passa il primo picco, Bizarro rialza in tempo, ne arriva un secondo, Bizarro riabbassa, da vero figo ;)
    Ciascuno dei due picchi è stato trattato indipendentemente.
     
    17 Gen 2013
    #23
    A Majek, UNGARO, profesorius e 1 altro utente piace questo messaggio.
  7. Bizarro

    Bizarro Utente Attivo

    Registrato:
    15 Set 2012
    Messaggi:
    61
    "Mi Piace" ricevuti:
    6
    BENISSIMO, ma in maniera concreta, pratica, quali sono le conseguenze? :D Che differenza c'è tra trattare due picchi assieme o separati?! Proprio non lo capisco. :unsure:
     
    17 Gen 2013
    #24
  8. cavaliereinesistente

    cavaliereinesistente Utente Onorevole Utente VIP

    Registrato:
    25 Ott 2012
    Messaggi:
    3.583
    "Mi Piace" ricevuti:
    3.996
    Sequencer:
    Avid ProTools, Apple Logic Pro
    Immagina di patchare un compressore su una traccia di snare, perché vuoi renderlo più grosso e dargli un bell'attacco secco.
    Supponi che il batterista suoni una linea fatta di colpi ravvicinati a due a due (ta-ta... ta-ta... ta-ta...)
    Release corretto, ciascun colpo di ogni coppia viene "scolpito" come vuoi tu. Release troppo lungo, in ciascuna coppia di colpi il primo ha un bell'attacco come intendevi tu, il secondo suona più basso e senza attacco...
     
    17 Gen 2013
    #25
    A profesorius piace questo elemento.
  9. profesorius

    profesorius Star del Forum

    Registrato:
    28 Nov 2005
    Messaggi:
    5.069
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.266
    Sequencer:
    Live, Pro Tools, Logic,
    la differenza cè nel risultato che vuoi ottenere! fai tu stesso delle prove e senti quali differenze ci sono
     
    17 Gen 2013
    #26
  10. Bizarro

    Bizarro Utente Attivo

    Registrato:
    15 Set 2012
    Messaggi:
    61
    "Mi Piace" ricevuti:
    6
    È questo che intendevo prima io con la questione dell'ATTACK, se esso è impostato a 0 non ha senso impostare un RELEASE perché che vengono trattati insieme o separati i due picchi non cambierà nulla. :) (?)
     
    17 Gen 2013
    #27
  11. profesorius

    profesorius Star del Forum

    Registrato:
    28 Nov 2005
    Messaggi:
    5.069
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.266
    Sequencer:
    Live, Pro Tools, Logic,
    allora non usi un compressore e abbassi o alzi direttamente il volume della traccia.. quindi il tuo esempio non trova logica ;)
     
    17 Gen 2013
    #28
  12. cavaliereinesistente

    cavaliereinesistente Utente Onorevole Utente VIP

    Registrato:
    25 Ott 2012
    Messaggi:
    3.583
    "Mi Piace" ricevuti:
    3.996
    Sequencer:
    Avid ProTools, Apple Logic Pro
    Ma perché, come giustamente ti suggerisce Giuseppe, non prendi un sequencer, ci metti su un loop ritmico, patchi un compressore e fai un po'di prove? Non è per tagliar corto, è un piacere aiutarti a comprendere, ma credo che nulla meglio di quello possa risultarti utile a capire a fondo. Ora i fondamenti li hai, uniscili alle orecchie ed usali ;)
     
    17 Gen 2013
    #29
  13. Bizarro

    Bizarro Utente Attivo

    Registrato:
    15 Set 2012
    Messaggi:
    61
    "Mi Piace" ricevuti:
    6
    Se l'attack è impostato a 0 la compressione è immediata giusto? Allora non capisco perché l'attack sia così fondamentale. Cioè, può essere utilissimo per rendere una compressione ben fatta, ma la compressione non dipende solo dall'attack anche perché abbassare il volume vuol dire abbassare anche i picchi che stanno sotto la soglia del THRESHOLD e questo con la compressione non si verifica. :)
    Giusto? Sennò non ci sarebbe differenza tra abbassare il volume generale e comprimere... :)
     
    17 Gen 2013
    #30
  14. profesorius

    profesorius Star del Forum

    Registrato:
    28 Nov 2005
    Messaggi:
    5.069
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.266
    Sequencer:
    Live, Pro Tools, Logic,
    nessuno ha detto che dipende solo dall'attack, ogni prametro determina un risultato diverso da un altro se impostato in un modo o in un altro. se ho messo l'attack a 0 evidentemene è perché voglio "ingrossire" la coda, allora metterò quindi un relase corto. se ho attacck 0 e relase che so a 5 sec. sto semplicemente abbassando il volume
     
    17 Gen 2013
    #31
    A cavaliereinesistente piace questo elemento.
  15. cavaliereinesistente

    cavaliereinesistente Utente Onorevole Utente VIP

    Registrato:
    25 Ott 2012
    Messaggi:
    3.583
    "Mi Piace" ricevuti:
    3.996
    Sequencer:
    Avid ProTools, Apple Logic Pro
    Si verifica, invece, eccome... Se hai un release lungo, tutto ciò che ricade in esso viene compresso, indipendentemente dal fatto che sia sopra o sotto soglia!
     
    17 Gen 2013
    #32
  16. Bizarro

    Bizarro Utente Attivo

    Registrato:
    15 Set 2012
    Messaggi:
    61
    "Mi Piace" ricevuti:
    6
    E ma questo non lo sapevo dato che considero la compressione un fenomeno legato solamente a ciò che sta sopra la soglia del THRESHOLD :unsure: ecco perché non capivo...
     
    17 Gen 2013
    #33
  17. cavaliereinesistente

    cavaliereinesistente Utente Onorevole Utente VIP

    Registrato:
    25 Ott 2012
    Messaggi:
    3.583
    "Mi Piace" ricevuti:
    3.996
    Sequencer:
    Avid ProTools, Apple Logic Pro
    Tranquillo, la compressione è uno degli argomenti più spiazzanti che esistano in questo campo. Quel che dici tu accade SOLO con attack e release zero ;)
     
    17 Gen 2013
    #34