1. Scrivi Musica per Film e Game: Corso Online Professionale

    Anche senza conservatorio, in pochi mesi fai musica professionale di qualsiasi genere: dall'Epic Hybrid Trailer all'orchestrale fino a pop o musica elettronica. E fai pratica su veri film americani. Otto mesi e più di 145 ore di lezioni serie e approfondite nella Scuola Online #1 d'Italia su Musica e Cinema Digitale, con 17 anni di storia..

    Composizione, Ritmo, Melodia, Armonia, Storytelling, Sequencer, Strumenti Virtuali, Canzoni: impari tutto, senza orari fissi e facendo pratica già dal primo giorno.

    Ottieni la certificazione VFX Wizard Trained Pro™ e scrivi musica efficace, che ha successo con il corso già scelto da principianti assoluti, producers e anche diplomati di Conservatorio di IIº Livello: perché ti insegna tutto, dalle basi al top della musica digitale.

Risolto Gain-Stagin - Normalizzazione - LUFS

Discussione in 'Cubase' iniziata da jenn, 1 Lug 2019.

  1. MRK_LAB

    MRK_LAB Eroe del Forum

    Registrato:
    20 Giu 2018
    Messaggi:
    1.966
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.143
    Sequencer:
    Cubase 9.5
    C'è differenza perché tra gain di canale e fader ci può essere il mondo , mondo che magari è sensibile ai cambi di segnale (leggi compressori ed affini).
    @profesorius infatti dice:
    Che vuol dire in sostanza mettere un controllo di volume a valle di eventuali processori di dinamica.
    E comunque la sostanza è che ti rifanno il mix.
     
    1 Lug 2019
    #35
    A profesorius piace questo elemento.
  2. jenn

    jenn Colonna del Forum

    Registrato:
    15 Giu 2016
    Messaggi:
    208
    "Mi Piace" ricevuti:
    35
    Sequencer:
    Cubase Pro 9 - Logic Pro X
    Grazie, ma io non ho nulla negli insert le tracce sono pulite, quando esporto gli steams sono privi di effetti.. quindi dovrei inserire un gain per ogni traccia e da quello agire per abbassare o alzare? scordandomi di toccare il volume dei VST e quello delle tracce? ho capito bene?
     
    1 Lug 2019
    #36
  3. MRK_LAB

    MRK_LAB Eroe del Forum

    Registrato:
    20 Giu 2018
    Messaggi:
    1.966
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.143
    Sequencer:
    Cubase 9.5
    Quasi !
    Il problema dipende dal routing del tuo progetto.
    Se non hai processori in genere ma sopratutto di dinamica o comunque dinamici , eq din per esempio o pseudo analog con risposta dinamica (Acustica Audio) allora puoi agire tranquillamente in qualsia punto del percorso audio.
    comunque non chiamarli stems è fuorviante , per stems si intendono gruppi premixati/processati di suoni e non singole tracce.
    Tornando al routing , è chiaro che se il tuo segnale viene condiviso/inviato a tracce , gruppi , mandate etc devi fare attenzione nell'export a considerare bene chi , come e quanto partecipa al singolo suono.
     
    1 Lug 2019
    #37
    A jenn e profesorius piace questo messaggio.
  4. jenn

    jenn Colonna del Forum

    Registrato:
    15 Giu 2016
    Messaggi:
    208
    "Mi Piace" ricevuti:
    35
    Sequencer:
    Cubase Pro 9 - Logic Pro X
    hmm si, sto facendo confusione.. dunque, io non ho nulla nel mio progetto su cubase, le tracce sono libere, non vi sono compressori, eq etc. mi occupo solo dei volumi (a fine arrangiamento) utilizzando la dinamica e poi esporto le tracce destinate al mixing in studio..
     
    1 Lug 2019
    #38
  5. MRK_LAB

    MRK_LAB Eroe del Forum

    Registrato:
    20 Giu 2018
    Messaggi:
    1.966
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.143
    Sequencer:
    Cubase 9.5
    Allora se ho capito bene e fossi in te farei un batch export dei singoli canali e poi con un sample editor procederei ad un batch peak normalize al valore richiesto , facile , veloce e senza troppi sbattoni.
    Ripeto , sempre non abbia frainteso !
     
    1 Lug 2019
    #39
    A jenn piace questo elemento.
  6. jenn

    jenn Colonna del Forum

    Registrato:
    15 Giu 2016
    Messaggi:
    208
    "Mi Piace" ricevuti:
    35
    Sequencer:
    Cubase Pro 9 - Logic Pro X
    Hai capito bene si :)
    Dunque, stamane ho contattato uno studio nuovo per avere ulteriori informazioni in merito al nostro argomento, considerato che i due studi con i quali lavoro mi richiedono distintamente certe accortezze e non ho molta scelta.. (comunque se mi conviene domanderò spiegazioni riguardo all'ostinazione -6 -12)

    Lo studio in questione mi ha detto che loro non sono così "fiscali" e ciò che si richiede sono tracce con un valore di picco che si aggira fra -10db e -18db dando manforte a ciò che dite voi.

    Anche loro comunque chiamano le tracce STEMS per il mixing, puntualizzando la differenza fra STEMS Mastering e STEMS Mixing, comunque sia nel mio caso si tratta semplicemente di tracce destinate al mix :)

    Effettivamente la somma sul master di tracce che hanno come valore di picco un range che si aggira attorno -6 e -12, restituisce spesso decibel oltre la soglia, magari 2 o 3db soprattutto se le tracce hanno valore -6. (io sento tutto equilibrato, non sento distorsioni come dicevo ma magari impianti più evoluti si)

    Comunque sia, alla fine della fiera perché aggiungere un gain sul master per riportarlo a zero, quando è possibile arrivare alla soglia o addirittura sotto, semplicemente rispettando il valore di picco delle tracce nativo ed avere così spazio per la fase mix?

    In sostanza è ciò che dite voi in più battute!

    Questa non è la mia materia come più volte ho ribadito qui sul forum, ma a me sembra che le idee poco chiare siano un pochino sparse ovunque... Oppure c'è ancora qualche cosa che mi sfugge! Boh!

    Dopo vari ragionamenti credo che la cosa migliore da fare sia proprio quella di rispettare il valore di picco nativo della traccia determinato dalla sua dinamica naturale ed avere così sul master lo spazio per tutto il resto!

    Perché gonfiare le tracce? Che senso ha? Bah!

    A tal proposito anche il range -10 -18 è approssimativo/indicativo... è si!

    Un'altra precisazione importante per me, perché ho fatto confusione non essendo abile in questo campo è la seguente: --> Non avendo su Cubase Pro 9 nessun effetto in insert, come appunto compressori, equalizzatori, reverberi etc. posso eventualmente ritoccare il volume utilizzando lo stesso volume della traccia o del VST? Mi pare d'aver capito di si. (il mio mix non è in termini di effetti, ma solo di volume e talvolta PAN che sia esso indicativo o decisivo)

    Il "problema" nasce quando io in insert ho degli effetti, in questo caso, se ho capito bene, voi mi suggerite di inserire su ogni track un gain, perché se utilizzassi il volume della stessa traccia o del VST si creerebbero problemi (anche se ignoro la natura del problema stesso)
     
    2 Lug 2019
    #40
    A profesorius piace questo elemento.
  7. profesorius

    profesorius Star del Forum

    Registrato:
    28 Nov 2005
    Messaggi:
    4.996
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.185
    Sequencer:
    Live, Pro Tools, Logic,
    bene ti vedo moto piu sicuro e con le idee molto piu chiare!

    tutto bene tranne questo

    andiamo per passo.. ponamoci nella tua situazione in cui hai tutto libero .. chiedi: alzare il volume dalla traccia mixer è uguale ad alzare il volume dal vst? la risposta è NO

    il vst ha una sua pasta sonora (armoniche e timbriche) che viene piu fuori tanto piu il suo vca è aperto (volume) -> solo dopo il segnale finisce nella traccia del mixer, e qui un'altro mondo.. (in analogico hai magari un Gain che ovviamente colora il suono a suo modo) arrivando al fader che è solo una resistenza (quindi in realtà puoi solo abbassare il volume che è il risultato tutti gli stadi di amplificazione precedenti (vca, gain o altro) insomma te la giochi un po fra i rapporti a secondo del risultato sonoro che vuoi ottenre.

    il discorso degli insert è rimarcare ciò che ho detto prima .. spesso gli eq o i comq simulano comportamenti analogici che portano armoniche e distorsioni.. la quantita di queste è ovviamente direttamente proporzionale alla quantita di audio che esce dalla traccia a fine catena.. influenzando anche qui il risutato sonoro finale..
    spero di essere riuscito a essere semplice e chiaro :D
     
    2 Lug 2019
    #41
    A jenn piace questo elemento.
  8. MRK_LAB

    MRK_LAB Eroe del Forum

    Registrato:
    20 Giu 2018
    Messaggi:
    1.966
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.143
    Sequencer:
    Cubase 9.5
    @profesorius , se non sbaglio @jenn lavora con kontakt quindi nessun comportamento analog style relativo al volume dell'instrument.
    Detto ciò credo che siano veramente pochi i vsti(io non ne conosco) con tale comportamento.

    Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk
     
    2 Lug 2019
    #42
    A jenn piace questo elemento.
  9. jenn

    jenn Colonna del Forum

    Registrato:
    15 Giu 2016
    Messaggi:
    208
    "Mi Piace" ricevuti:
    35
    Sequencer:
    Cubase Pro 9 - Logic Pro X
    Colpa mia non ho fatto una precisazione importante!!
    Per VST intendo Kontakt, Arturia, Omnisphere etc. Intendo il volume del campionatore 12 String Chords.png

    Per questo motivo ho bisogno di alzare il volume dell'instrument, quello del canale etc. Tutto ciò per arrivare a -6... Roba da matti, ora lo penso proprio!
     
    Last edited: 2 Lug 2019
    2 Lug 2019
    #43
  10. MRK_LAB

    MRK_LAB Eroe del Forum

    Registrato:
    20 Giu 2018
    Messaggi:
    1.966
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.143
    Sequencer:
    Cubase 9.5
    Mmm...di kontakt e omni sono sicuro al 100% ma pervArturia non metterei la mano sul fuoco.
    comunque se hai tracce senza insert puoi gestire il volume con l'IN gain della strip e relativo fader out.
    Ricordo che il path è a 32 bit fp e quindi matematica certezza di essere esenti da distorsioni.

    Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk
     
    2 Lug 2019
    #44
    A jenn piace questo elemento.
  11. jenn

    jenn Colonna del Forum

    Registrato:
    15 Giu 2016
    Messaggi:
    208
    "Mi Piace" ricevuti:
    35
    Sequencer:
    Cubase Pro 9 - Logic Pro X
    Quindi posso tranquillamente alzare il volume da kk?
    Grazie per tutto l'aiuto!
     
    2 Lug 2019
    #45
    A MRK_LAB piace questo elemento.
  12. MRK_LAB

    MRK_LAB Eroe del Forum

    Registrato:
    20 Giu 2018
    Messaggi:
    1.966
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.143
    Sequencer:
    Cubase 9.5
    O dal fader , l'importante è soddisfare la condizione di cui sopra.
    Però ripeto , vista la necessità di una succesiva normalizzazione lascerei tutto "al naturale", poi batch e via andare.

    Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk
     
    2 Lug 2019
    #46
    A jenn piace questo elemento.
  13. profesorius

    profesorius Star del Forum

    Registrato:
    28 Nov 2005
    Messaggi:
    4.996
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.185
    Sequencer:
    Live, Pro Tools, Logic,
    io rimango sul consiglio, di utlizzare un utility gain in insert! è la strada piu semplice e la piu trasparente.. non è conveniente alzare il volume dall'instrument. magari ha gia la dinamica satura e non te ne accorgi..
     
    3 Lug 2019
    #47
    A jenn piace questo elemento.
  14. jenn

    jenn Colonna del Forum

    Registrato:
    15 Giu 2016
    Messaggi:
    208
    "Mi Piace" ricevuti:
    35
    Sequencer:
    Cubase Pro 9 - Logic Pro X
    Ragazzi, ciao :)
    Oggi ho domandato (ad uno dei due studi presso i quali collaboro) come mai si richiede un valore di picco pari a -6 o -12 di tutto il materiale all'interno del progetto, ovvero di ogni traccia.
    Risposta (che non comprendo) ---> "per sfruttare al massimo tutte le informazioni contenute all'interno del campione"... Voi che ne pensate?

    Quale è il senso? Come può l'incremento del volume raccogliere o determinare tutte le info di un sample? Che vi sia volume o no, le informazioni relative al suono non sono le stesse?

    Ancora meglio: i dettagli di un suono (anche nelle piccole sfumature) non sono già presenti a prescindere dal volume?
     
    Last edited: 5 Lug 2019
    5 Lug 2019
    #48
  15. MRK_LAB

    MRK_LAB Eroe del Forum

    Registrato:
    20 Giu 2018
    Messaggi:
    1.966
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.143
    Sequencer:
    Cubase 9.5
    Dipende.
    Renderizzando a 16 bit è possibile perdere dati se si lavora a volumi molto bassi.
    La ragione è semplice , con picchi a -6 db (volume dimezzato rispetto a 0 dBfs) stiamo ad esempio sfruttando solo 8 bit su 16 per rappresentare tutte le informazioni.
    E non è raro avere tracce con segnali ancora piu bassi.
    Questo implica perdjta di dettaglio ed immissione di aliasing.
    Motivo per cui quasi sempre si opera a 24 bit.
    Con 32 fp si taglia la testa al toro.

    Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk
     
    5 Lug 2019
    #49
    A Korex piace questo elemento.
  16. jenn

    jenn Colonna del Forum

    Registrato:
    15 Giu 2016
    Messaggi:
    208
    "Mi Piace" ricevuti:
    35
    Sequencer:
    Cubase Pro 9 - Logic Pro X
    Renderizzo a 24 bit sempre, quindi non dovrei avere problemi di perdita di dati anche se le tracce hanno volume molto basso.
    Eventualmente potrei anche renderizzare a 32?
     
    5 Lug 2019
    #50
  17. MRK_LAB

    MRK_LAB Eroe del Forum

    Registrato:
    20 Giu 2018
    Messaggi:
    1.966
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.143
    Sequencer:
    Cubase 9.5
    Se non invocano l'inquisizione i tipi degli studi !
    :ROFLMAO:
    Si , sarebbe la soluzione migliore , chiaramente la dimensione del package diverrà importante se le tracce sono parecchie.
    Tralaltro lavorando a 32 la normalizzazione diventa totalmente inutile , non ci sarebbe degradazione di segnale ed il mix da te fatto verrebbe rispettato , minimo sforzo massimo risultato , come si dice , chi non ha testa mette gambe !
    Che ci vuoi fare ? tante teste tante idee !
     
    5 Lug 2019
    #51
    A jenn piace questo elemento.