1. Scrivi Musica per Film e Game: Corso Online Professionale

    Anche senza conservatorio, in pochi mesi fai musica professionale di qualsiasi genere: dall'Epic Hybrid Trailer all'orchestrale fino a pop o musica elettronica. E fai pratica su veri film americani. Otto mesi e più di 145 ore di lezioni serie e approfondite nella Scuola Online #1 d'Italia su Musica e Cinema Digitale, con 17 anni di storia..

    Composizione, Ritmo, Melodia, Armonia, Storytelling, Sequencer, Strumenti Virtuali, Canzoni: impari tutto, senza orari fissi e facendo pratica già dal primo giorno.

    Ottieni la certificazione VFX Wizard Trained Pro™ e scrivi musica efficace, che ha successo con il corso già scelto da principianti assoluti, producers e anche diplomati di Conservatorio di IIº Livello: perché ti insegna tutto, dalle basi al top della musica digitale.

Guida Guida completa alla scelta di una scheda audio (per principianti)

Discussione in 'Attrezzature' iniziata da Blackhat, 19 Nov 2011.

  1. Blackhat

    Blackhat Duke Nukem Moderatore

    Registrato:
    28 Gen 2010
    Messaggi:
    8.472
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.949
    L'articolo è stato scritto dall'utente Blackhat che non si assume alcuna responsabilità nel caso di Vostri acquisti errati.
    E' assolutamente vietato riprodurre questa guida in altri forum o in altri spazi nel web senza il consenso dell'autore.

    ------------------------------------------------

    Ciao :) se sei arrivato qui, credo di sapere il motivo: hai intenzione di acquistare una scheda audio ma sei neofita in questo campo e le troppe informazioni in rete ti sembrano dispersive e confuse.
    Ecco qui una guida veloce e semplice per chi è ai primi passi nella scelta di una scheda audio.
    Innanzitutto, prima di cominciare la nostra breve guida, una generica domanda che dovresti porti prima di ogni acquisto è: “che cosa mi serve per fare musica e perché dovrebbe servirmi?”; da cui deriva la domanda più centrata sull’argomento di cui stiamo per trattare, ovvero: “perché ho bisogno di una scheda audio?”.
    Dunque, molto di quello che si può dire riguardo una scheda audio dipende dalla risposta a questi quesiti, risposta che ti daremo durante la lettura dell'articolo.

    Per cominciare diamo un'occhiata a questo dispositivo.

    La scheda audio è un dispositivo hardware che elabora il suono e le cui caratteristiche principali sono:
    • qualità dei convertitori a/d (e d/a),
    • frequenza di campionamento,
    • latenza,
    • numero di inputs e outputs,
    • porte midi,
    • tipo: firewire, usb oppure pci.
    Analizziamoli brevemente uno per volta.

    La qualità dei convertitori analogico-digitale (a/d e viceversa digitale-analogico d/a) è strettamente legata alla frequenza di campionamento ed in generale determina la qualità del suono che sarà elaborato dal nostro dispositivo. Ebbene sì, ognivolta che il nostro suono entra in una scheda audio esso subisce un processo di campionamento, cioè di digitalizzazione (sostanzialmente il segnale viene trasformato da un impulso elettrico ad una sequenza di numeri/bit) e ne risulta che maggiore sarà la frequenza di campionamento, migliore sarà la digitalizzazione del suono. Ecco spiegato dunque il ruolo del convertitore a/d, mentre il ruolo del suo socio d/a è esattamente l’opposto, cioè, una volta che il suono è stato reso digitale ed elaborato, esso dovrà essere riconvertito in segnale analogico che verrà inviato agli out della nostra scheda (tornerà quindi ad essere un impulso elettrico che sarà riprodotto dai nostri speaker come “suono”).

    Ora, passiamo a qualcosa di più pratico..

    Problemi di latenza? Cerchiamo una soluzione.

    Partiamo introducendo brevemente il concetto di “latenza”, definendo con questo termine un ritardo nella diffusione del suono.
    Spiego meglio..sarà capitato a tutti credo, di arrivare belli e contenti alla propria postazione, attaccare la nostra bella tastiera midi al pc, aprire il nostro bel software pronti a suonare, scegliere il suono giusto e poi, sul più bello....appena premiamo i tasti della nostra keyboard sentire con orrore e disperazione che i suoni “arrivano in ritardo” rispetto all’istante in cui noi abbiamo premuto il tasti del nostro strumento.

    Ecco, questo è il concetto di latenza; questo tempo, che percepiamo come ritardo, è il tempo necessario perché il nostro hardware acquisisca, sintetizzi e rimandi il suono all’output. Inoltre, la latenza può essere influenzata anche da fattori come la “pesantezza” del progetto su cui stiamo lavorando, che si riflette su quanto la nostra cpu stia lavorando.
    Ad esempio, se riempiamo il nostro software audio di plugins, la cpu del computer arriverà ad una soglia limite in cui non riuscirà più ad elaborare i dati (ovvero i nostri suoni) in tempo reale e ve ne accorgerete sentendo i suoni spezzettati, distorti, in ritardo e in alcuni casi avrete occasione di ammirare uno splendido crash del programma. :D

    Ecco allora che alcuni problemi di latenza sono in genere risolvibili attraverso l’utilizzo una scheda audio esterna (o utilizzando i Driver Asio 4 all, per i quali vi rimando a google) che avrà sicuramente i suoi drivers specifici da installare sul vostro computer, oppure con l'utilizzo di una cpu più performante. Dunque, una volta installati i drivers del vostro super dispositivo, nel pannello di controllo della scheda audio troverete un opzione (un tasto, un menù a tendina -come in foto- o uno slider) che indica un certo “buffer size”. Ecco, quella sarà la vostra soluzione. Aumentando il buffer size verrà ridotta la latenza, quindi il “ritardo” del segnale, ma al prezzo di “rallentare” il vostro software audio..la cosa migliore è quindi trovare la dimensione del buffer più equilibrata.
    E' chiaro però che molto dipenderà anche dalla cpu del vostro computer (essendo quella la componente che esegue i processi). Se avete un computer di 15 anni fa, non aspettatevi che una scheda audio esterna faccia miracoli ;)

    [​IMG]
    Possibile pannello di una scheda audio. Come vedete, sotto alla frequenza di campionamento vi è uno slot dedicato al "buffer size" in cui si può sceglierne la dimensione.

    Passiamo ad un altro aspetto ancora più più pratico di una scheda audio:

    Gli input e gli output
    (le porte midi le tratteremo a parte più tardi)

    Gli inputs sono gli ingressi (line, bilanciati, sbilanciati, jack trs, xlr..se non conoscete questi termini vi rimando a google). Quando ci poniamo la fatidica domanda iniziale (“cosa me ne faccio di una scheda audio?”) è infatti fondamentale capire se dovremo registrare qualcosa come microfoni o strumenti di vario tipo.

    Se la risposta è no :)!: ma pensateci bene prima di fare l'acquisto che magari in futuro potrebbe servirvi di registrare qualcosa) saltate pure questa parte e andate a leggere info riguardo gli outputs.
    Se la risposta invece è sì, allora il prossimo step è chiedervi approssimativamente quanti strumenti dovrete registrare, e in base a quello cercare una scheda audio con un relativo numero di inputs.

    Analizziamo ora brevemente i diversi tipi di input che possono esserci su una scheda audio:

    1) Ingressi line “di linea”, sono ingressi adatti a ricevere segnali mono come ad esempio una chitarra elettrica o un basso elettrico..(in genere sono sbilanciati)

    [​IMG]
    Ingressi line/jack (ESI U24 XL).

    Nella foto non è specificato se siano bilanciati o sbilanciati comunque in altre schede potrete vedere che viene indicato il tipo di ingresso.

    2) Ingressi xlr (o cannon): sono ingressi a 3 poli, sono bilanciati e vengono utilizzati in genere per connettere microfoni. Se il vostro microfono è a condensatore assicuratevi che la vostra scheda audio abbia ingressi xlr con phantom power 48v, cioè che sia in grado di alimentare il vostro mic a condensatore che altrimenti non funzionerà (maggiori dettagli sul funzionamento dei mic a condensatore li trovate su google).

    [​IMG]
    Ingresso Xlr

    Nota: Alcune schede audio sono dotate di ingressi che funzionano sia per cavo xlr che jack come in figura qui sotto.

    [​IMG]
    Input xlr-jack (M Audio Fast Track Pro)

    3) Altri ingressi possono essere di tipo rca (questi ultimi li sconsiglio vivamente per la scomodità e per la pessima qualità del segnale) o di altri tipi che però, per ora non ci interessano.

    [​IMG]
    Ingressi rca.

    Nota: alcune schede audio hanno controlli del gain in ingresso, faders per volumi e altri settaggi (ovviamente più uno sale di prezzo e più features avranno i prodotti), che non vi spiego ora.

    Trattare ora delle differenze fra cavi bilanciati e sbilanciati sarebbe troppo lungo, basti sapere che i bilanciati sono meno soggetti ad interferenze nel segnale, soprattutto se i cavi sono molto lunghi. I cavi sbilanciati sono più “fragili” dal punto di vista della qualità del segnale (rimando a google per approfondimenti).

    Passiamo ora agli output.

    Anche qui possiamo avere output di tipo diverso:

    -jack ts: cioè outputs jack sbilanciati che possono essere utilizzati per connettersi ad alcuni input jack sbilanciati (come in alcune casse monitors di fascia entry level)

    -Jack trs: outputs jack bilanciati, possono essere utilizzati anch’essi per collegarsi a speakers con ingressi bilanciati.

    Vedi foto sopra


    Nota 1: in genere sono presenti anche uno o più output jack per le cuffie con relativi gain.

    Nota 2: se gli out della vostra scheda sono bilanciati ma gli input delle vostre casse audio sono sbilanciati, il segnale resterà comuqnue sbilanciato quindi la sua qualità non migliorerà uitilizzando cavi bilanciati.

    -Xlr (cannon): outputs a 3 poli bilanciati, resistenti, ottimi per le possibilità di incastro, buoni sulle lunghe distanze, mantengono la qualità del suono evitando interferenze.

    [​IMG]
    xlr output

    Nota: qualora vi ritrovaste ad avere da un lato una presa cannon/xlr e dall’altra jack trs non andate in panico che poi mi aprite discussioni per tutto il forum! :rolleyes: ...la soluzione è semplicissima, procuratevi degli adattatori jack-xlr come quello in figura qui sotto!

    [​IMG]
    Adattatore jack-xlr

    Ora è arrivato il momento di dare uno sguardo alle porte midi.

    Le porte midi sono ingressi DIN a 5 poli. Sono di 3 tipi anche se spesso e volentieri solo 2 sono presenti:
    • midi IN: permette al vostro strumento di ricevere informazioni.
    • Midi OUT: permette al vostro strumento la trasmissione di informazioni.
    • Midi THRU: permette allo strumento di ritrasmettere i dati ricevuti dal proprio MIDI IN verso un altro strumento (creare un rapporto detto master-slave”), molto spesso è omesso e la sua funzione viene svolta dal midi Out.
    In generale potrete collegare la vostra keyboard al pcin 3 modi:

    1- Dal midi out con un cavo apposito potrete entrare nella porta dei joystick di “una volta”..
    2- Dal midi out con un cavo midi potrete entrare in una interfaccia midi (hardware dedicato che ha un certo numero di midi in e un output usb)
    3- Comprare direttamente un cavo midi-usb e collegarvi al pc con questo.

    [​IMG]
    Porte midi

    Nota 1: se la vostra keyboard ha già il collegamento usb o firewire non avrete bisogno delle porte midi per collegarla al computer ma potrete semplicemente usare le usb/firewire con cavi appositi

    Nota 2: quanto detto riguardo le keyboard midi è ovviamente applicabile anche ad un qualsiasi altro controller/strumento midi

    Come ultima considerazione diamo un accenno al fatto che esistono diversi tipi di schede audio e sono:

    -Usb: collegabili al computer tramite cavo usb

    -Firewire: collegabili al computer tramite cavo firewire, se le porte firewire sono a 6 pin il vostro strumento potrà alimentarsi direttamente dal computer. In generale hanno prezzi più elevati delle usb.

    [​IMG]
    Motu Ultralite mk3. E' sia usb che firewire.

    -Pci: sono schede audio montate internamente al pc ma a volte (salendo di prezzo) con box esterno; significa che una parte della scheda audio sarà montata all’interno del computer mentre il modulo hardware con input, out, volumi ecc sarà un box esterno collegato alla parte interna tramite adat o aes-ebu (rimando a google per dettagli sui tipi di connessioni).

    [​IMG]
    Scheda pci.


    [​IMG]
    Scheda pci con box esterno (M Audio Delta 1010).

    Nota: le schede audio in generale non hanno più di una decina di input. Qualora vi servissero più inputs la soluzione è acquistare un modulo di espansione per la vostra scheda audio oppure un’altra scheda audio (entrambi collegabili alla scheda “principale” tramite presa adat o aes-ebu), ma di questo non ne parlerò qui.

    -Schede audio a forma di "penna usb". Personalmente non le ho mai usate comunque se il vostro intento è fare musica direi proprio di non guardarle nemmeno, sono dei supporti audio semplici, portatili ma assolutamente fuori luogo parlando del "fare musica".

    [​IMG]
    Scheda audio portatile usb.




    Ok..ora che abbiamo capito il funzionamento di una scheda audio, dovremmo essere in grado di valutare attentamente le nostre esigenze e procedere all'acquisto. Ecco dunque una suddivisione per fascia di prezzo di schede audio che qualitativamente possono rivelarsi interessanti. (Anche qui, la qualità di un prodotto si paga..non aspettatevi che spendendo 100 o 200 euro possiate avere prodotti professionali!)


    Prezzo inferiore a 100 euro:

    Schede USB

    - Lexicon Alpha
    - M Audio Fast Track
    - M Audio Fast Track Mk2
    - Esi U24XL
    - Tascam US100
    - Yamaha Audiogram3

    [​IMG]
    Lexicon alpha

    Fra queste citate io personalmente sceglierei la Lexicon Alpha poiché ha un buon numero di ingressi (4) e a differenza di Tascam e M audio non ha gli output solo in rca (peggior collegamento a livello qualitativo) ma anche in jack TRS (bilanciati). Qualitativamente parlando però non potete aspettarvi miracoli, quindi se volete spendere il meno possibile comprate quella che costa meno senza farvi troppi problemi.

    Schede PCI

    - M-AUDIO Audiophile 2496
    - ESI Prodigy 7.1
    - Esi Maya 44
    - Emu 0404 Express


    Prezzo inferiore a 200 euro:

    Schede USB

    - Focusrtie Scarlett 2i2 (CONSIGLIATISSIMA!)
    - M Audio Fast Track Pro
    - Presonus Audiobox 22
    - Focusrite Saffire 6
    - Roland UA 55
    - Tascam Us 600
    - Motu Microbook

    [​IMG]
    Focusrite Scarlett 2i2

    Fra queste io consiglio la Focusrite Scarlett 2i2 (in generale, come modelli della Focusrite, le Scarlett sono meglio delle Saffire).
    Ha ottimi pre e un buon software di gestione. Non la trovo nemmeno paragonabile alla M audio che a mio avviso non ha prodotti di qualità elevata nel campo delle schede audio.
    Ritengo che la focusrite Scarlett 2i2 sia il “minimo insindacabile” con cui partire. Quindi se il budget è quello, optate per questa scheda e sarete sicuramente soddisfatti! (troverete un sacco di topic in cui viene consigliata questa scheda audio..quindi prima di aprirne uno, cercate bene! :D )

    Schede Pci

    - M Audio delta 44
    - E-MU 1212m v2
    - M Audio delta 66


    Prezzo inferiore a 400 euro:

    Schede USB

    - Focusrite Scarlett 8i6
    - Tascam US800
    - Focusrite Scarlett 18i6
    - M Audio Fast Track Ultra 8r (non fatevi ingannare dall'estetica..qualitativamente non è un granchè..meglio le focusrite ;) )
    - Motu audio express
    - Phonic Firefly 808 U

    [​IMG]
    Focusrite Scarlett 18i6

    Schede Firewire

    - Focusrite Saffire pro 14
    - Focusrite Saffire pro 24 DSP
    - Motu Audio Express
    - M audio profire 2626
    - Presonus Firestudio Project
    - Phonic Firefly 808 U

    [​IMG]
    Motu Audio Express

    Fra queste eviterei le m audio..punterei ad una Focusrite Scarlett oppure alla Motu Audio Express. Ma io personalmente prenderei la Scarlett 18i6. La Motu come marchio è molto buono ma la Audio Express è la “fascia bassa” della Motu quindi non il top. Non conosco la Presonus che sembra però interessante.

    Schede PCI

    - Motu 424


    Prezzo superiore a 500 euro:

    (Da qui in poi si trovano le schede audio semi professionali e professionali..mi fermerò prima che i prezzi arrivino a 1.000 euro e l'unico consiglio che darò è che le Motu di fascia alta, le Rme e le Apogee (non citerò alcun modello visto che il prezzo sfora di gran lunga i 1.000 :) ), sono gli standard negli studi professionali. Scegliete in base alle vostre esigenze!)

    Schede USB

    - Motu 4 pre
    - Motu ultralite mk3 (buona)
    - Tascam Us 2000
    - Rme Uc (ottima)
    - Motu 828 mk3 (ottima)
    - Motu 896 mk3 (ottima)

    [​IMG]
    Motu 828 mk3

    Schede Firewire

    - Focusrite Saffire pro 40
    - Motu 4 pre
    - Motu 8 pre
    - Motu Ultralite mk3 (buona)
    - Presonus Firestudio
    - Focusrite Liquid saffire
    - Motu 828 mk3 (ottima)
    - Motu Traveler mk3
    - Rme fireface 400 (ottima)
    - Rme Ucx (ottima)
    - Motu 896 mk3 (ottima)

    [​IMG]
    Motu 896 mk3


    Schede PCI

    - Rme HDSP 9652 hammerfall (ottima)
    - Motu 2408 mk3 Core System (ottima)


    [​IMG]
    Rme Fireface UC

    Vi ricordo che i prezzi possono variare, che non tutte le schede audio sono ibride (= sia USB che firewire) e che nei nuovi notebook le porte firewire “scarseggiano”..quindi a mio avviso, meglio puntare su una ibrida o solo USB



    Ultimo ma non ultimo..un consiglio amichevole

    Valutate bene prima di spendere soldi, pensate anche al futuro, state attenti quando acquistate attrezzatura usata, siate sicuri di quello che vi serve e buone spese a tutti!

    Se dopo questa guida avete ancora (leciti) dubbi, aprite una discussione nella sezione Schede Audio e, inserendo un titolo e un testo dettagliati esponeteci le vostre domande o dubbi.

    Spero di essere stato d'aiuto,
    ciao :coffee:

    Blackhat

    Potrebbero anche interessarvi:
    Scegliere correttamente la strumentazione musicale: la guida completa
    Diffusori acustici:guida all'acquisto
    Guida introduttiva alle tastiere e controller MIDI
    Microfoni: un primo passo verso l'acquisto
    Cuffie: guida all'acquisto
     
    19 Nov 2011
    #1
    A mku, Ball, rastarom e 1 altro utente piace questo messaggio.
  2. Stef91

    Stef91 Eroe del Forum

    Registrato:
    6 Lug 2007
    Messaggi:
    1.629
    "Mi Piace" ricevuti:
    236
    Grazie della guida, mi servirà proprio per scegliermi una nuova scheda audio :coffee:
     
    19 Nov 2011
    #2
  3. Borjes

    Borjes Partecipante

    Registrato:
    16 Ott 2010
    Messaggi:
    10
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Sequencer:
    magix e cubase che non conosco ancora
    Ho una creative x-fi interna che dà buoni risultati e la uso spesso per registrare con il microfono su basi audio. Programma semplice e intuitivo, ma collegare una chitarra è impossibile se non si acquista l'I/O.
    Allora ho comprato una scheda audio esterna con attacchi di mic e chitarra, una Steimberg CI2 che và benissimo se non fosse che usa cubase ed è, per me, abbastanza difficile capirci qualcosa.
    C'è la possibilità di usare altro software, magari più facile, per questa scheda audio?
    Grazie se potrai darmi un parere.
    borjes
     
    19 Nov 2011
    #3
  4. Blackhat

    Blackhat Duke Nukem Moderatore

    Registrato:
    28 Gen 2010
    Messaggi:
    8.472
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.949
    ciao ho dato un'occhiata in giro che non la conosco come scheda audio (sono un po' scettico con le "apparecchiature dedicate" :D)..ho visto che scrivono che è un'interfaccia di "integrazione" di cubase..quindi fatta appositamente per la versione AI5..ma non ho trovato scritto che non sia possibile usarla con altri softwares..fa delle prove...! :coffee:
     
    19 Nov 2011
    #4
  5. Bryan Leroi

    Bryan Leroi Colonna del Forum

    Registrato:
    8 Nov 2007
    Messaggi:
    1.684
    "Mi Piace" ricevuti:
    104
    Sequencer:
    FL Studio
    Ma allora lo zio Fole è ancora vivo!!! :D
     
    19 Nov 2011
    #5
  6. DeRaNGeR

    DeRaNGeR Utente Molto Popolare

    Registrato:
    24 Set 2008
    Messaggi:
    919
    "Mi Piace" ricevuti:
    203
    Sequencer:
    cervello
    we ska un elemento da citare sono anche gli S/PDIF

    e il sistema ADAT dagli un'occhiata e aggiungili all'articolo perché (soprattutto per ADAT) è fondamentale per chi vuole fare un qualcosa con molti canali, ad esempio c'è la RME Fireface 800 che porta due ADAT e ne puoi registrare tipo 16 canali audio (ma con questo sistema dovremmo avere anche dei convertitori per sfruttarlo al meglio)
     
    20 Nov 2011
    #6
  7. Blackhat

    Blackhat Duke Nukem Moderatore

    Registrato:
    28 Gen 2010
    Messaggi:
    8.472
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.949
    si lo so ma la guida è per i principianti..ce ne sarebbero di cose da aggiungere..l'unico obiettivo di questa guida è di far diminuire i 3d "mi serve una scheda audio ma non neanche cosa sia e perché mi serva"..cose più approfondite non ho tempo..poi di gente che ha realmente bisogno di una cosa simile qui sul forum ne ho sentita ben poca :D han tutti bisogno delle 2-3 cose basilari..
     
    20 Nov 2011
    #7
  8. DeRaNGeR

    DeRaNGeR Utente Molto Popolare

    Registrato:
    24 Set 2008
    Messaggi:
    919
    "Mi Piace" ricevuti:
    203
    Sequencer:
    cervello
    vero vero :D vabè al massimo leggeranno il mio commento se vorranno sapere a cosa serve :p anche perché giustamente come dici tu, chi cerca queste cose solitamente è chi ha già una certa conoscenza :pittore: beati loro che possono permettersi studi enormi Q___Q
     
    22 Nov 2011
    #8
  9. Blackhat

    Blackhat Duke Nukem Moderatore

    Registrato:
    28 Gen 2010
    Messaggi:
    8.472
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.949
    ahah..cioè nella guida ho spiegato anche cosa sono i cavi jack praticamente..è proprio per novizi dell'ambiente :D
     
    22 Nov 2011
    #9
  10. Leandro DJ

    Leandro DJ Partecipante

    Registrato:
    26 Dic 2009
    Messaggi:
    4
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    io dovrei prendermi una nuova scheda audio, una che ha tutti i requisiti della guida sopra (a parte il midi ma a me non serve) ...qualcuno crede che la "Steinberg CI1" sia una buona scheda?? Costa sui 100 euro :eek: e la vorrei usare su fl studio,o è sprecata? ciao:D PS:Ottima Guida.
     
    29 Nov 2011
    #10
  11. Blackhat

    Blackhat Duke Nukem Moderatore

    Registrato:
    28 Gen 2010
    Messaggi:
    8.472
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.949
    credo che quasi tutte le schede audio abbiano i requisiti descritti sopra :D comunque con 100 euro è molto difficile che la qualità del prodotto sia almeno "buonina"..per avere un prodotto di fascia discretamente buona dovresti almeno raddoppiare e aggiungere 50 euro al tuo budget..e avresti comunque qualcosa di fascia media ma che può darti delle garanzie per lo meno..comuqnue se sei agli inizi e sei sicuro che la c11 sia adatta alle tue esigenze allora non dovresti avere motivi per non prenderla..
    ciao
     
    29 Nov 2011
    #11
  12. Leandro DJ

    Leandro DJ Partecipante

    Registrato:
    26 Dic 2009
    Messaggi:
    4
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    hai ragione te...consigliami allora una buona con 50 euro in piu...perché mi dv durare parecchio tempo.
     
    30 Nov 2011
    #12
  13. Blackhat

    Blackhat Duke Nukem Moderatore

    Registrato:
    28 Gen 2010
    Messaggi:
    8.472
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.949
    te ne posto alcune..io punterei sulla m-audio fast-track o al massimo sulla focusrite scarlett..comunque dipende da quello che ti serve e se ti interessano anche prodotti usati

    √ MusicalBox - TASCAM US122MKII

    M-AUDIO Mobile Pre mk2 USB - Interfaccia Audio Usb | Strumenti Musicali .net

    FOCUSRITE Scarlett 2i2 USB - Interfaccia Audio Usb | Strumenti Musicali .net

    √ MusicalBox - M-AUDIO FASTTRACK PRO USB

    la m audio fast-track è un prodotto discreto..nulla di sorprendende ma credo valga i soldi che costa..

    ciao
     
    30 Nov 2011
    #13
  14. Leandro DJ

    Leandro DJ Partecipante

    Registrato:
    26 Dic 2009
    Messaggi:
    4
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    ...e vada per la m-audio mobile pre mk2...sembra buona per quello che devo fare e...
    grazie per la disponibilità. Ciao!!!:D
     
    30 Nov 2011
    #14
  15. Blackhat

    Blackhat Duke Nukem Moderatore

    Registrato:
    28 Gen 2010
    Messaggi:
    8.472
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.949
    prego ciao :coffee:
     
    30 Nov 2011
    #15
  16. Syntetizer

    Syntetizer Partecipante

    Registrato:
    30 Gen 2010
    Messaggi:
    20
    "Mi Piace" ricevuti:
    1
    Sequencer:
    Logic
    Ciao ragazzi avrei una domanda!fino ad adesso ho utlizzato come scheda audio quella del virus ti snow!tuttavia vorrei incominciare a registrare voci con un microfono(che necessita il phantom) e vorrei acquistare una scheda audio magari anche di qualità migliore di quella del virus che mi permetta di fare ciò! MOTU Microbook Scheda Audio 4x2 - Interfaccia Audio 4in 2out Usb | Strumenti Musicali .net questa scheda audio mi sembrava molto bella che ne dite ??
     
    15 Dic 2011
    #16
  17. Blackhat

    Blackhat Duke Nukem Moderatore

    Registrato:
    28 Gen 2010
    Messaggi:
    8.472
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.949
    ciaqo..se aggiungi qualcosina (tipo 20 euro) ti porti a casa la scarlett della focusrite..anzi..anche meno di 20 euro..
     
    15 Dic 2011
    #17
  18. Syntetizer

    Syntetizer Partecipante

    Registrato:
    30 Gen 2010
    Messaggi:
    20
    "Mi Piace" ricevuti:
    1
    Sequencer:
    Logic
    umh la scarlett focusrite costa 90 euro in meno!non è meglio la motu ??
     
    15 Dic 2011
    #18
  19. Blackhat

    Blackhat Duke Nukem Moderatore

    Registrato:
    28 Gen 2010
    Messaggi:
    8.472
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.949
  20. Syntetizer

    Syntetizer Partecipante

    Registrato:
    30 Gen 2010
    Messaggi:
    20
    "Mi Piace" ricevuti:
    1
    Sequencer:
    Logic
    ah ok!!grazie prenderò questa allora!!
     
    16 Dic 2011
    #20

Le persone hanno trovato questa pagina cercando:

  1. scheda audio usb

    ,
  2. scheda audio

    ,
  3. a cosa serve la scheda audio per dj

    ,
  4. scheda audio m audio,
  5. buona scheda audio,
  6. scheda audio dj a cosa serve,
  7. scegliere scheda audio,
  8. guida scheda audio,
  9. scelta scheda audio,
  10. m audio scheda audio