1. Scrivi Musica per Film e Game: Corso Online Professionale

    Anche senza conservatorio, in pochi mesi fai musica professionale di qualsiasi genere: dall'Epic Hybrid Trailer all'orchestrale fino a pop o musica elettronica. E fai pratica su veri film americani. Otto mesi e più di 145 ore di lezioni serie e approfondite nella Scuola Online #1 d'Italia su Musica e Cinema Digitale, con 17 anni di storia..

    Composizione, Ritmo, Melodia, Armonia, Storytelling, Sequencer, Strumenti Virtuali, Canzoni: impari tutto, senza orari fissi e facendo pratica già dal primo giorno.

    Ottieni la certificazione VFX Wizard Trained Pro™ e scrivi musica efficace, che ha successo con il corso già scelto da principianti assoluti, producers e anche diplomati di Conservatorio di IIº Livello: perché ti insegna tutto, dalle basi al top della musica digitale.

Guida Guida introduttiva alle tastiere e controller MIDI

Discussione in 'Home Studio' iniziata da Blackhat, 22 Nov 2011.

  1. Blackhat

    Blackhat Duke Nukem Moderatore

    Registrato:
    28 Gen 2010
    Messaggi:
    8.472
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.949
    In questa guida parliamo di tastiere midi e controllers midi in generale, grazie ad una approfondita panoramica che ti chiarirà le idee prima di acquistare la tua nuova tastiera.


    L'articolo è stato scritto dall'utente Blackhat che non si assume alcuna responsabilità nel caso di Vostri acquisti errati.
    E' assolutamente vietato riprodurre questa guida in altri forum o in altri spazi nel web senza il consenso dell'autore.



    Partiamo con una domanda: "Cosa significa la sigla MIDI?"

    Il linguaggio MIDI è un protocollo standard per la trasmissione di informazioni (dati, istruzioni, ma NON SUONI!) fra macchine.
    E' dotato di 16 canali di trasmissione di dati. Brevemente, diremo che ad un dispostivo midi corrisponde un solo canale di trasmissione, anche se alcuni strumenti possono utilizzarli tutti e 16 per creare suoni molto complessi.
    Una tastiera midi è dunque una tastiera hardware che è sostanzialmente "vuota" nel senso che non contiene suoni all'interno! Proprio così! Non pensate che in negozio vi vogliano rifilare una tastiera finta per spillarvi soldi..! :)

    [​IMG]
    Midi key Roland A-33

    Il vantaggio che una tastiera midi ci porta è quello di poterla collegare al nostro computer e poter decidere noi i suoni da implementare, cioè da inviare alla tastiera. Più concretamente noi, dal nostro computer, sceglieremo i suoni che vogliamo suonare con la nostra tastiera.
    Inutile dire che i suoni possiamo prenderli da software audio di diverso tipo, plugin e librerie di campioni.

    Farò ora un breve cenno sul collegamento midi.

    Un cavo midi è un cavo che porta un segnale unico per volta; ecco perché non ci basterà un cavo solo ( nella porta midi out) ma ci servirà anche un cavo per far tornare un segnale(nella porta midi in). In alcuni casi potrebbe esserci utile avere un ulteriore porta midi (thru) che "sdoppia" il segnale del midi in. La midi thru in pratica serve per connettere fra loro diversi strumenti midi in cascata . E' dunque possibile far ricevere uno stesso segnale a più dispositivi.

    Nota: le porte midi sono connettori DIN a 5 poli.

    [​IMG]
    Porte MIDI

    [​IMG]
    Cavo MIDI

    Come funziona a livello di segnale dunque?

    Praticamente la nostra tastiera invia, attraverso le connessioni midi/usb/firewire, delle istruzioni al nostro computer che sarà in grado di interpretarle ed eseguire quindi il "nostro volere" :D
    Le connessioni midi sono, come detto sopra, di 3 tipi (in/out/thru) anche se a giorno d'oggi ogni supporto midi può essere collegato via usb o firewire al pc. Le porte midi ci serviranno in casi particolari, ad esempio se dovremo suonare più controllers midi allo stesso tempo e dovremo creare il rapporto cosiddetto "master-slave" (per dettagli rimando a google) fra le tastiere, oppure nel caso in cui avremmo molte tastiere e una sola entrata usb nel computer, ci servirà un'interfaccia midi che altro non è che un box con molto ingressi midi e un'unica uscita usb da attaccare al computer.

    [​IMG]
    Cavo MIDI-Usb

    [​IMG]
    Interfaccia MIDI. Ulteriori dettagli del prodotto li trovate qui

    Detto questo, facciamo un esempio molto concreto e molto semplificato del funzionamento del segnale midi.
    Assumiamo che i dati midi trasmessi dalla nostra tastiera siano, come ogni dato interpretabile da computer, delle sequenze di bit (**i bit sono segnali elettrici. Ogni bit può assumere 2 valori, 0 e 1 ma non contemporaneamente, ed essi possono essere riconducibili al concetto di "presenza (1) e assenza (0) di impulso elettrico**), delle stringhe più precisamente.
    Assumiamo inoltre che la sequenza di bit "01" sia la sequenza che identifichi il tasto do5 (quello in mezzo alla tastiera di un pianoforte per intenderci) e diciamo che in questo momento abbiamo un plugin di pianoforte aperto sul nostro computer.
    Ora, ogni volta che noi premeremo il tasto do5, la stringa 01 sarà inviata al computer come segnale in ingresso. Il computer a questo punto convertirà l'istruzione 01 in do5 e suonerà quella nota attraverso il nostro plugin di piano (ovviamente questo non può accadere per magia ma sarà necessario settare correttamente le impostazioni midi del nostro software audio). Questo tipo specifico di informazione midi è detto appunto MIDI NOTE.

    Nota: ogni segnale midi in realtà è costruito attraverso stringhe di byte (1 byte = 8 bit)

    [​IMG]
    1 Byte, composto di 8 bit

    Ecco spiegato molto brevemente il funzionamento di uno strumento midi, che ci permette quindi di suonare un qualsiasi suono sia presente nel nostro computer come fosse "dentro" alla nostra tastiera.
    Va da sè che un vantaggio di tutto questo è che essendo i segnali MIDI delle vere e proprie istruzioni macchina, nel momento in cui registrerete una melodia o qualsiasi cosa con il vostro dispositivo midi sul vostro sequencer, avrete che ogni singola istruzione potrà essere rielaborata in seguito. Cioè ad esempio se registrate una melodia leggermente fuori tempo, al termine, la visualizzerete sul piano roll del vostro software audio, e da lì potrete sistemarla alla perfezione.

    [​IMG]
    Parte visibile sul piano roll e registrata da strumento midi

    Nota: all'inizio ho parlato del "vantaggio" di una midi key di poter usare ogni suono a disposizione; il possibile svantaggio è che però non tutti i suoni saranno di buona qualità, anzi, in genere uno compra una tastiera non midi o un synth analogico appositamente per i suoni interni e per la qualità di essi! Ed effettivamente basta guardare i prezzi degli strumenti per capirlo.

    Mappatura Parametri
    Il prossimo passo è capire quali altri parametri possano essere mappati in una midi keyboard (detta anche master keyboard). Quello che dirò qui di seguito è un discorso in generale e non assicuro che sia valido per OGNI midi key dal momento che non le conosco tutte :p

    Allora, sempre con lo stesso metodo di trasmissione delle informazioni sarà possibile che anche altri parametri, più specifici dei semplici tasti di una tastiera, possano essere inviati al computer.

    Ad esempio parliamo della VELOCITY, ovvero quel parametro che determina l'intensità di una nota, più concretamente consiste nella pressione che le nostre dita esercitano sui tasti. Questa pressione viene valutata dalla tastiera midi attraverso un parametro detto AFTERTOUCH che può assumere (come tutti i parametri di un dispositivo midi) 128 valori differenti, che come detto sopra verranno trasmessi come stringhe di bit. Spesso la velocity può essere "editata" dall'utente attraverso un'implementazioe software della midi keyboard che permetterà di scegliere diverse configurazioni di ADSR (attack, decay, sustain, release) Ecco quindi un altro parametro importante nel valutare una tastiera midi, cioè verificare la versatilità del nostro supporto hardware.

    Pesiamo i tasti, giriamo le manopole!

    Un'altra cosa da tener conto quando ci si accinge all'acquisto di una tastiera midi, e strettamente collegata a quanto detto sopra, è il fatto dei tasti "pesati", altra caratteristica fondamentale per un tastierista: ovvero i tasti che rassomigliano quelli di un pianoforte (sono appunto "pesanti" e "pesati" :D). Poichè¨ questa guida parte dal presupposto che a voi interessi suonare la tastiera e che sappiate almeno qualcosina sulle tastiere, questo è un fatto non di certo secondario.

    [​IMG]
    Velocity

    Le tastiere (questo vale anche per quelle non midi) possono avere tasti di 3 tipi:

    -non pesati: come i tasti di una pianola, difficili da "comandare", non fanno alcuna pressione durante il rilascio del tasto

    -pesati: cioè come i tasti di un piano

    -semi-pesati: ovvero una via di mezzo fra pesati e non pesati (ovvio direte voi :D)

    A questo punto della guida, è necessario capire se ci serve una tastiera midi per suonare esclusivamente la tastiera oppure per strimpellare qualcosa ma avere anche altre possibili funzioni sul nostro strumento. Questo è importante perché nel primo caso consiglio tastiere che abbiano almeno 61 tasti (5 ottave) nel secondo caso invece può andar bene anche una tastiera con meno tasti (25 o 49) cioè di 2, 3, 4 ottave ma magari con altri controlli implementati.

    [​IMG]
    Midi key 25 tasti

    [​IMG]
    Midi key 61 tasti

    Bene, adesso diventa importante sottolineare un'altra differenza fra tastiere midi.
    Cioè che alcune di esse possono avere, oltre ai tasti bianchi e neri, anche pads, fader, knobs (manopole) integrati e mappabili (mappare significa assegnare un determinato parametro del nostro software sul pc ad un determinato controllo fisico), mentre altre invece sono sprovviste di tutto ciò.
    Anche qui è necessario ricordarvi di capire bene se il vostro intento è solo puramente quello di suonare la tastiera oppure se è quello di suonare la tastiera ma anche fare dell'altro (assegnare controlli e altre funzioni particolare ecc).

    Prima di dare uno sguardo ai componenti principali di una keyboard midi, diciamo che in generale ognuna di esse dovrà sempre e comunque essere dotata di una "modulation wheel" assegnabile, e soprattutto una "pitch weel" di norma già assegnata al parametro di pitch (altezza del suono). Questi 2 controlli a "rotella" vi consiglio vivamente di averli sempre perché sono molto utili (parlo per esperienza :) ).

    Detto questo passiamo ad altri tipi di controlli fisici che potreste trovare su una tastiera.

    -Pads: sono quei pulsanti, di solito, di forma quadrata che sono mappabili e sono utili per suonare parti di batteria (in pratica sarà* come avere una drum-machine) o volendo altre melodie, lanciare clips (riferimento specifico agli users di abletonlive) e/o comandi di program change (funzione che spiego un pochino meglio più avanti)

    -Knobs/pots: sono delle manopole, che possono tornare utili nel suonare live, ad esempio se mappate con parametri di filtri, equalizzatori, parametri di fx o anche più semplicemente a volumi e pan.

    -Faders: sono slider più o meno come quelli di un mixer, e possono essere utilizzati sia, appunto, come fader del mixer del nostro software ma anche per volumi di tracce diverse o parametri di equalizzatori.

    Nota: tutti questi controlli midi utilizzano istruzioni midi di tipo CC (control change)

    Nota: sia i faders che i knobs possono anche essere utilizzati per un dj set, mixando brani fra loro (questo però dipenderà molto dal software cui fate riferimento) e sarà* quasi come avere un mixer da dj sul vostro dispositivo midi!

    [​IMG]
    Knobs, pads e faders in una midi key

    Analizziamo alcuni controlli più specifici:

    -tasti di movimento: play/pause/stop ecc: li ho visti spesso presenti sulle midi key, possono essere mappati direttamente con i relativi tasti del nostro sequencer ad esempio per fare partire dei brani o per stopparli (anche qui, sono tasti utili in un dj-set).

    -tasti di "bank(o patch) change": ovvero in base alle features della vostra tastiera, essa vi potrà permettere o meno di avere a disposizione più bank contemporaneamente; questo significa che se nel bank 1 avrete i tasti mappati in un certo modo, nel bank 2 potrete avere gli stessi tasti mappati con parametri diversi, e questo contemporaneamente. Il pulsante di "bank" è quello che vi permetterà di cambiare dal bank 1 al 2 al 3 ecc (ogni tastiera può avere o meno i bank e ogni tastiera può averne 2,3,4.. Di solito tutte queste features sono proporzionali al prezzo dello strumento)

    -tasti di program change: il program change è una particolare istruzione dello standard midi leggermente complessa, ivi cercherò di citarne sostanzialmente la funzione base senza addentrarmi troppo. Questa funzione vi permette di cambiare "suono" alla vostra tastiera. Concretamente, poniamo che voi abbiate 2 suoni (2 plugins) nel vostro sequencer; ecco, il tasto di program change vi consentirà* di passare da un plugin all'altro (anche qui in base ai settings del vostro software) cambiando suono quindi. Funzione utilissima.

    -tasti mute/solo: mettono in mute o in solo la key o un determinato parametro mappato dal software audio che state usando.

    -tasti di shift: sono tasti che vi permettono di spostarsi all'interno delle ottave..se ad esempio la vostra key ha due ottave (chiamiamole 4 e 5) e lo shift è in posizione 0, vuol dire che siete al "centro". Quindi alla posizione +1 potrete suonare sulle ottave 6 ed 7, mentre alla posizione -1 suonerete nelle ottave 2 e 3.
    Ma allora, vi chiederete, a cosa mi serve avere una tastiera a 88 tasti se posso utilizzare questa funzione di shift? Beh a dirla tutta, la funzione shift è "poco fruibile"..infatti una tastiera con molte ottave potrebbe servire perché altrimenti, qualora voi dobbiate suonare un brano che sfori le ottave della tastiera, sarà* davvero molto scomodo premere sul tasto di shift e spostarsi. Oppure supponiamo voi dobbiate registrare un brano sul vostro sequencer, avendo poche ottave vi troverete nella situazione di doverlo registrare a spezzoni, cosa molto scomoda. Quindi pensate bene a quante ottave vi potrebbero servire! :p

    [​IMG]
    midi key, si possono notare i tasti sopra citati

    Nota: in generale sono molti i tasti funzione di una midi key. qui sopra ho elencato solamente i principali e più comuni che potreste trovarvi davanti. Ogni tastiera infatti ha tasti appositi per essere mappata in determinati modi, quindi svarati tasti di selezione, tasti numerati ed altri.

    Detto questo, accenno un attimo al fatto che esistono dei pedali (o anche pedaliere complesse) midi utilizzabili con tastiere midi (collegati attraverso le normali porte midi in/out/thru) e possono essere utili poichè anche ad essi è possibile assegnare funzioni come program change, o funzioni simili a quelle dei pedali nei pianoforti.

    [​IMG]
    Pedaliera midi

    Arrivati fino a qui potrete capire anche voi che il succo del discorso resta invariato quando si parla di "controllers midi" più genericamente. Essi infatti altro non sono che tastiere midi senza tastiera :D; oppure viceversa, la stessa tastiera midi è un controller midi ma con la tastiera.

    In generale possiamo dire che i controllers midi senza tastiera hanno più features dal punto di vista dei pads, knobs, faders e funzioni come quelle citate prima. Essi infatti sono progettati appositamente per suonare dal vivo diversi strumenti, e consentono una quantità pressochè illimitata di possibilità nelle mappature. Alcuni controller sono stati progettati appositamente per alcuni softwares (esempio il Novation Launchpad con Ableton Live) e sono già confezionati con delle mappature "pronte all'uso". Ovviamente ciò non significa che non possano essere modificate :)

    [​IMG]
    Controller midi, Novation Launchpad

    [​IMG]
    Controller midi, Akai Apc 40

    Esistono anche dei controller midi appositamente fatti per fare i dj-set, utilizzandoli attraverso software quali traktor, virtual dj e simili.

    [​IMG]
    Controller Midi per dj, American Audio VMS4

    Spero di avervi fatto capire qualcosina in più su questo argomento, che comunque non è di facile argomentazione, soprattutto nell'ambito di una scelta simile, visto che molto dipende dal nostro/vostro obiettivo e da quanti soldi ci possiamo investire.

    In conclusione prima di un acquisto vi consiglio di informarvi se altri utenti del forum possiedono già un hardware midi come quello che avete intenzione di acquistare, così che possiate avere esperienze dirette da confrontare con la vostra opinione. Fate buoni acquisti e state attenti quando comprate materiale usato.

    Buona musica :coffee:

    Blackhat


    ---------------------------------------------------

    Nota: per funzioni più complesse di mappature midi (mappare molti strumenti fra loro "in cascata", o mappare più strumenti con il computer e metterli in relazione fra loro) rimando ad approfondimenti sul linguaggio midi (google :)) e in particolare al discorso dei diversi canali di trasmissione, a come possano essere utilizzati e alle funzioni di program change.

    Nota sui collegamenti da software a controller
    Per quanto riguarda i collegamenti da software audio a controller/keyboard midi trovate qui di seguito una serie di video tutorial presi da YouTube che trattano di diversi software audio.


    Fl Studio:

    Fl Studio Tutorial - Connecting a MIDI-Keyboard
    Configurare tastiera midi su flstudio


    Studio One:

    PreSonus 101: MIDI Device Setup in Studio One
    Setting Up Your MIDI Controller Inside Studio One
    Midi Routing in Studio One
    Studio one - Setting up external hardware devices


    Reaper:

    Reaper Tutorial: Setting up your Devices
    MIDI Setup Basics in Reaper
    REAPER tutorial: Play VSTi instrument live from keyboard

    Ableton-Live:

    How to setup a MIDI Keyboard in Ableton Live
    Ableton Tutorial Italiano III Configurare un controller Midi
    M-Audio Axiom 49 with Ableton Live_1


    Logic:

    How To: Logic Pro - Control Logic Pro With Your MIDI Controller
    Control Logic Pro 9 Using MIDI Controller
    Logic Studio 8: 03. Splittare la tastiera Midi


    Cubase:

    learn Cubase 5 MIDI SetUp
    DAW 101 - Assigning Midi Controller in Cubase
    DAW 101 - Cubase Midi Learn Tutorial using Quick Controls
    Cubase Tutorial: MIDI Sequencing : Setting Up MIDI Connections or Daisy Chain


    Reason:

    Tutorial Reason 4 (05.1) (italiano)
    Tutorial Reason 4 (05.2) (italiano)



    Pro Tools:
    Pro Tools: How To Connect External MIDI Devices | WinkSound
    ProTools for Beginners: MIDI Setup

    Sonar:

    SONAR: Get Started - MIDI Devices and Controller Setup

    LMMS:


    Linux Multi Media Studio - LMMS Part #4 Midi Controllers



    ----------------------------------------------------------

    Potrebbero anche interessarvi:
    Scegliere correttamente la strumentazione musicale: la guida completa
    Diffusori acustici: guida all'acquisto
    Guida completa alla scelta di una scheda audio (per principianti)
    Microfoni: un primo passo verso l'acquisto
    Cuffie: guida all'acquisto
     
    Last edited by a moderator: 20 Gen 2014
    22 Nov 2011
    #1
    A Angiospe, Artista Sconosciuto, pollotek23 e 6 altri utenti piace questo messaggio.
  2. niko94

    niko94 Colonna del Forum

    Registrato:
    24 Apr 2011
    Messaggi:
    591
    "Mi Piace" ricevuti:
    88
    Sequencer:
    Cubase 5.1 and Fl Studio 11
    Bravo :D
     
    22 Nov 2011
    #2
  3. Blackhat

    Blackhat Duke Nukem Moderatore

    Registrato:
    28 Gen 2010
    Messaggi:
    8.472
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.949
    grazie :coffee:
     
    22 Nov 2011
    #3
  4. Darklink92

    Darklink92 Partecipante

    Registrato:
    12 Mag 2011
    Messaggi:
    192
    "Mi Piace" ricevuti:
    18
    Ottima guida, grazie ska :D
     
    23 Nov 2011
    #4
  5. klausystem

    klausystem Partecipante

    Registrato:
    5 Nov 2011
    Messaggi:
    12
    "Mi Piace" ricevuti:
    6
    Grazie!ottima guida e grazie anche per i tutorial!Grazie a tutto lo staff di Musica Digitale!
     
    23 Nov 2011
    #5
    A simone18 piace questo elemento.
  6. ramseset

    ramseset Vincitore della canzone del mese Utente VIP

    Registrato:
    27 Nov 2010
    Messaggi:
    2.360
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.485
    Sequencer:
    Ableton live 9 suite
    Bravissimo skafrenz.. questa guida su midi e tastiere è veramente utile..grazie;)
     
    24 Nov 2011
    #6
  7. Garuda

    Garuda Partecipante

    Registrato:
    25 Gen 2011
    Messaggi:
    72
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Ottimo, mi pare ci mancasse in questo sito una guida al MIDI, almeno io non l'ho mai trovata; bella guida molto chiara, però potevi riservare una parte per i collegamenti midi tra hardware, per chi come me ha vari sintetizzatori a rack e vorrebbe comandarli da un unica tastiera midi, anche bypassando il PC, all'inizio è piuttosto triviale tutto ciò. magari la riservi per un eventuale prossima parte :D
     
    24 Nov 2011
    #7
  8. Blackhat

    Blackhat Duke Nukem Moderatore

    Registrato:
    28 Gen 2010
    Messaggi:
    8.472
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.949
    ahaha non lo saprei manco io come fare! ahah :D
     
    24 Nov 2011
    #8
  9. DjBurba

    DjBurba Eroe del Forum

    Registrato:
    6 Gen 2009
    Messaggi:
    4.028
    "Mi Piace" ricevuti:
    800
    Sequencer:
    Ableton Live - FL Studio - Adobe Audition - Traktor Dj Pro
    Piccola precisazione per i controller di ableton live (launchpad e apc): Pur usando lo standard midi lavorano in sysex cioè con protocolli proprietari ableton in modo da legare strettamente il controller al programma. Che poi siano usabili anche come controller midi è una feature aggiuntiva.
    La cosa non vale per i controller per dj (apparte alcuni casi rari), anche se per gli encoder rotativi (jog e manopole infinite) si usa una convenzione diversa da quella dei knob infiniti delle tastiere midi. Per chi è curioso le tastiere midi solitamente comunicano col software facendosi dire il valore attuale sul programma, inviando un valore maggiore o minore in base alla rotazione della manopola, mentre le jog wheel e gli encoder dei controller per dj inviano un segnale cc basso (0) o alto (127) in base al senso di rotazione, modificandolo di qualche unità per segnarne la velocità di rotazione (e infatti tale segnale viene interpretato dai software per dj quando configurati opportunamente), mentre i sequencer mandano i valori al massimo o al minimo senza curarsi che il controllo sia un knob o un encoder.
    :coffee:

    P.S. @ Garuda: una guida al midi l'avevo fatta tempo fa ed è sicuramente imboscata da qualche parte, ma non era dettagliata come questa! complimenti a chi l'ha scritta!
     
    7 Dic 2011
    #9
  10. Blackhat

    Blackhat Duke Nukem Moderatore

    Registrato:
    28 Gen 2010
    Messaggi:
    8.472
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.949
    grazie delle precisazioni burba :coffee:
     
    8 Dic 2011
    #10
  11. Levegő

    Levegő Vincitore Canzone del Mese Utente VIP

    Registrato:
    10 Nov 2009
    Messaggi:
    2.536
    "Mi Piace" ricevuti:
    896
    Sequencer:
    Logic Pro X, Pro Tools 12
    ottimo!;)
     
    4 Gen 2012
    #11
  12. The Smoking Turtle

    The Smoking Turtle Utente Molto Popolare

    Registrato:
    21 Apr 2011
    Messaggi:
    876
    "Mi Piace" ricevuti:
    371
    gran bella guida, pure confezionata bene come impaginazione :)
     
    21 Gen 2012
    #12
    A simone18 piace questo elemento.
  13. pippomusica

    pippomusica Partecipante

    Registrato:
    12 Apr 2012
    Messaggi:
    3
    "Mi Piace" ricevuti:
    1
    Bella guida, però dall'articolo pare che velocity ed aftertouch siano quasi la stessa cosa. In realtà sono due cose completamente diverse: la velocity esprime appunto la velocità con cui un tasto viene schiacciato fino in fondo (cosa che implica, oltre ad una variazione timbrica, anche quanto "forte" risulterà il suono prodotto). L'aftertouch, invece, che è una chicca e non è presente su tutte le tastiere, agisce quando il tasto già è arrivato in fondo, ma si continua ad applicare una pressione sullo stesso. La pressione aggiuntiva comporta l'invio di un'ulteriore informazione numerica (diversa dall'informazione della velocity). Questo dato può essere usato per apportare dei cambiamenti in tempo reale al suono generato, tipicamente vibrato di violini o effetti similari. E' un po' come un pedale d'espressione, ma incorporato sotto i tasti.
     
    12 Apr 2012
    #13
  14. Scott

    Scott Partecipante

    Registrato:
    17 Apr 2012
    Messaggi:
    1
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Ciao Skafrenz;
    ti contatto in questo scambio di cortesie in quanto non riesco (mea culpa) ad inviarti un messaggio privato e mi scuso in anticipo per non essere sicuramente nel posto giusto.
    Vengo al problema:
    ho appena regalato un midi controller a mio figlio (4 ottave), il quale compone campionature elettroniche attraverso PC; il regalo é stato fatto per 'agevolare' la composizione dei brani; é riuscito a collegare il tutto e già 'strimpella' qualcosina (ha 15 anni) ma é convinto di non saperla utilizzare al meglio (e sicuramente é così) e questa cosa 'blocca' la sua creatività.
    la mia richiesta é la seguente:
    conosci qualcuno che può (previo pagamento) recarsi al mio domicilio per 'supportare' ed insegnare i primi steps di un buon utilizzo del midi controller al mio ragazzo?
    Ti ringrazio anticipatamente per un tuo cortese riscontro e ti saluto cordialmente.
    Mercello - Milano
     
    17 Apr 2012
    #14
  15. Galvorn

    Galvorn Partecipante

    Registrato:
    4 Ott 2011
    Messaggi:
    1
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Sequencer:
    Logic Pro
    Ciao a tutti,
    premetto che sono nuovo sia nell'uso del forum che in quello della musica digitale, volevo fare i complimenti per le utili indicazioni che ho trovato, e mi chiedevo se per cominciare utilizzando un controller come
    quello indicato - American audio vms4 - potrei avere una buona scheda audio più una serie di tasti e potenziometri su cui poter interfacciare un software ..., (per provare) e con il mixer analogico utilizzare fonti audio come due ipod touch quando non utilizzassi il PC.
    Poi sfruttando l'apparato a fondo troverò i limiti e mi orienterò su soluzioni più specifiche.
    Grazie.
     
    3 Mag 2012
    #15
  16. Blackhat

    Blackhat Duke Nukem Moderatore

    Registrato:
    28 Gen 2010
    Messaggi:
    8.472
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.949
    ciao! si guarda..ci sono molti controller midi o consolle "all in one"..dipende un po' dal tuo budget..ci sono anche le hercules o le numark che sono diffuse..questi prodotti qualitativamente non sono buoni ma per cominciare possono andare bene (sono fatti per quello! :D )..ciao
     
    4 Mag 2012
    #16
  17. djblackpillow

    djblackpillow Utente Molto Popolare

    Registrato:
    16 Lug 2008
    Messaggi:
    67
    "Mi Piace" ricevuti:
    24
    Sequencer:
    Logic
    Ottima guida!
     
    22 Mag 2012
    #17
  18. safin75

    safin75 Partecipante

    Registrato:
    13 Ott 2012
    Messaggi:
    3
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Ciao, volevo complimentarmi per l'ottima guida che hai scritto. Solo una domanda: io ho ancora la mia prima tastiera una bontempi ES 5800 che è anche midi. Se la collego al pc con il cavo midi / usb ed utilizzo un programma tipo magix music maker, cosa succede di preciso? Quali suoni sentirò la tastiera o il pc? Preciso che quando il selettore MIDI è attivo, la tastiera comunque suona.... ho visto che il cavo lo vendono a circa 40 euro e prima di comprarlo vorrei capire qualcosa di più.
    Grazie :)
    Ciao
     
    13 Ott 2012
    #18
  19. Blackhat

    Blackhat Duke Nukem Moderatore

    Registrato:
    28 Gen 2010
    Messaggi:
    8.472
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.949
    Grazie :coffee: in teoria facendo il collegamento midi-usb con il pc puoi suonare i suoni del pc (in questo caso di music maker) invece che quelli della tastiera. Onestamente però, se fossi in te, visto il tipo di tastiera non mi aspetterei che funzioni tutto alla perfezione :D inoltre bisogna poi vedere come interfacciare la tastiera con music maker (software che non conosco per niente)..dovresti quindi prima informarti se music maker supporta bene il midi e se permette di collegare strumenti e altre interfacce per mappare controlli e suoni.

    Ciao :coffee:
     
    13 Ott 2012
    #19
  20. safin75

    safin75 Partecipante

    Registrato:
    13 Ott 2012
    Messaggi:
    3
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Grazie per aver risposto così velocemente !! Per quanto riguarda magix musica maker, ho scaricato il trial e nella guida c'è indicato che supporta le tastiere midi, addirittura c'è la possibilità di acquistare il software con una piccola tastiera midi. Il mio dubbio ero solo per la mia vecchia ed amata tastiera, ma mi sembra di aver capito che quando funziona il midi spariscono i suoni della tastiera e grazie al cavo midi IN ricevo il suono del pc. Non appena compro il cavo darò mie notizie..... intanto ancora grazie!!!!
    ciao
     
    13 Ott 2012
    #20

Le persone hanno trovato questa pagina cercando:

  1. tastiere midi

    ,
  2. tastiera midi

    ,
  3. tastiera midi come funziona

    ,
  4. controller midi,
  5. come funziona una tastiera midi,
  6. come funziona tastiera midi,
  7. crea musica dj,
  8. cavo midi,
  9. tastiere midi come funzionano,
  10. guida midi