1. Scrivi Musica per Film e Game: Corso Online Professionale

    Anche senza conservatorio, in pochi mesi fai musica professionale di qualsiasi genere: dall'Epic Hybrid Trailer all'orchestrale fino a pop o musica elettronica. E fai pratica su veri film americani. Otto mesi e più di 145 ore di lezioni serie e approfondite nella Scuola Online #1 d'Italia su Musica e Cinema Digitale, con 17 anni di storia..

    Composizione, Ritmo, Melodia, Armonia, Storytelling, Sequencer, Strumenti Virtuali, Canzoni: impari tutto, senza orari fissi e facendo pratica già dal primo giorno.

    Ottieni la certificazione VFX Wizard Trained Pro™ e scrivi musica efficace, che ha successo con il corso già scelto da principianti assoluti, producers e anche diplomati di Conservatorio di IIº Livello: perché ti insegna tutto, dalle basi al top della musica digitale.

HighPass In Mastering

Discussione in 'Finalizzazione e Mastering' iniziata da NoizePad91, 2 Set 2018.

  1. NoizePad91

    NoizePad91 Utente Molto Attivo

    Registrato:
    12 Mar 2017
    Messaggi:
    2
    "Mi Piace" ricevuti:
    1
    Sequencer:
    FL 12, WaveLab, Studio One 2
    Buongiorno!

    Attualmente sto studiando il Mastering, tratto per lo più musica HipHop e sottogeneri, volevo chiedere un parere a voi,
    visto che il Master fa in modo che un disco venga riprodotto ottimale su diversi supporti e formati audio e a quanto ho capito anche per fare in modo che le tracce suonino bene in diversi coni dal più piccolo al più grande cercando di trovare un buon compromesso fra loro, correggetemi se sbaglio! la maggior parte delle Monitor arrivano anche sotto i 35 Hz sempre in base alla grandezza del cono e alla qualità di esse, ma si parla di Main Monitor! e qui nasce la mia domanda, è bene tagliare le basse frequenze con un HighPass anche fino a 45 - 50 hz per fare in modo che il Mix suoni anche in casse più piccole ed economiche?
     
    2 Set 2018
    #1
  2. MRK_LAB

    MRK_LAB Eroe del Forum

    Registrato:
    20 Giu 2018
    Messaggi:
    1.505
    "Mi Piace" ricevuti:
    896
    Sequencer:
    Cubase 9.5
    Secondo me no.
    Si vocifera che qualcuno operi così per i servizi di streaming ma all'atto pratico dubito che si faccia.
    Conosco un paio di ME che lavorano anche ad alto livello e l'unica variante "seria" presa in considerazione è MFIT , che prevede valori di loudness specifici.
     
    2 Set 2018
    #2
    A NoizePad91 piace questo elemento.
  3. NoizePad91

    NoizePad91 Utente Molto Attivo

    Registrato:
    12 Mar 2017
    Messaggi:
    2
    "Mi Piace" ricevuti:
    1
    Sequencer:
    FL 12, WaveLab, Studio One 2
    Ho capito!

    Grazie Mille per la risposta! ;)
     
    2 Set 2018
    #3
    A MRK_LAB piace questo elemento.
  4. Division

    Division Eroe del Forum

    Registrato:
    30 Giu 2009
    Messaggi:
    6.101
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.285
    Sequencer:
    Ableton live 10
    Ma comunque nei locali spesso e volentieri si trovano pure i sub e quindi andresti a tagliare parte del sub, vedi per esempio nella Trap... almeno credo, correggetemi se sbaglio...
    Il problema nasce dal fatto che con l'epoca degli smartphone, la musica la si ascolta per il 90% da esso e quindi le cassette del telefono entrano a far parte dello standard di ascolto....
    Non a caso nella musica commerciale si é sempre più orientati alla focalizzazione delle melodie e del vocale più che delle linee di basso...


    Purtroppo.... :D
     
    2 Set 2018
    #4
  5. bisTURI

    bisTURI Eroe del Forum

    Registrato:
    13 Set 2014
    Messaggi:
    5.324
    "Mi Piace" ricevuti:
    4.020
    Sequencer:
    Studio One, Nuendo
    "Dipende"

    Da cosa?

    Formato di destinazione
    Piattaforma di utenza
    Genere
    Trend/moda del momento
    Ma soprattutto dipende dalla canzone in sé
     
    3 Set 2018
    #5
    A SagZodiac e MRK_LAB piace questo messaggio.
  6. MRK_LAB

    MRK_LAB Eroe del Forum

    Registrato:
    20 Giu 2018
    Messaggi:
    1.505
    "Mi Piace" ricevuti:
    896
    Sequencer:
    Cubase 9.5
    Prima che si perda il filo del discorso ricordo che la premessa è "in mastering" !
    No perché è lapalissiano che in mix importanti interventi di eq sottrattiva si facciano.
    Cosi , per dire !
    :D
     
    3 Set 2018
    #6
    A Seaman e bisTURI piace questo messaggio.
  7. bisTURI

    bisTURI Eroe del Forum

    Registrato:
    13 Set 2014
    Messaggi:
    5.324
    "Mi Piace" ricevuti:
    4.020
    Sequencer:
    Studio One, Nuendo
    Beh si
    Per quanto mi riguarda potrei avere monitor che scendono a 10 hz ma dipende sempre dal brano
    Dimenticavo a dire arrangiamento e armonia
     
    3 Set 2018
    #7
    A MRK_LAB piace questo elemento.
  8. Sky Crawler

    Sky Crawler Colonna del Forum

    Registrato:
    7 Lug 2016
    Messaggi:
    688
    "Mi Piace" ricevuti:
    452
    Sequencer:
    Samplitude Pro, ProTools, Reaper
    Yes! (y)

    Partiamo da un presupposto molto semplice: il mastering perfetto è quello in cui il brano non si tocca di una virgola.

    Quindi il senso del mastering non è quello di apportare modifiche al brano al fine di "migliorarlo".

    Questo a livello teorico.
    In pratica può essere diverso.
    Brevemente: Se il mastering engineer si rende conto di poter apportare in prima persona migliorie al brano, lo fa.
    Teoricamente discutendone prima con chi gli ha consegnato il materiale.

    In alternativa se determinate problematiche che possono essere sorte durante l'ascolto da parte del ME sono secondo lui da risolversi necessariamente ritornando sul mix (che è spesso l'approccio corretto), egli suggerirà al cliente di riaprire la sessione per effettuare correzioni o se necessario mixare da capo il brano.

    Queste generalmente le dinamiche che si possono presentare nel momento in cui -a mio avviso- ci si rivolge ad un tecnico serio.

    Per quanto riguarda la "traslazione" del brano su vari impianti la mia idea è che il mastering possa (e giustamente debba se l'intento è ottenere il massimo risultato) incidere in percentuale estremamente limitata e che il raggiungimento di tale risultato sia da ricercare in mix.

    Secondo me c'è una grande confusione su cosa si intenda per "traslazione".

    Semplificando (ma forse nemmeno tanto) un determinato speaker ha l'effetto di "equalizzare" l'audio in ascolto, perché lo speaker stesso ha una risposta in frequenza.

    Il momento in cui puoi creare il bilanciamento tra gli elementi e gestire realmente la resa del brano è nel mix.
    È li che crei il balance interno tra gli strumenti ed è li che vai a decidere pesantemente la risposta in frequenza generale del brano. Risposta che successivamente può essere alterata se necessario e -in parte- e con successo durante il mastering a patto che il balance interno sia ben eseguito.

    Se il brano è ben bilanciato in mix non accuserà in maniera eccessiva l' "equalizzazione" che i vari sistemi di ascolto possono applicargli.

    Se il brano è sbilanciato è invece assai probabile che avrà una pessima resa nel momento in cui viene ascoltato da impianti non lineari, perché andranno a sbilanciarlo ulteriormente.

    Il problema principale sono gli speaker consumer perché di norma non hanno una grande resa sugli estremi di banda (soprattutto le basse) e questo significa che il mid-range, zona dello spettro dalla nota gestione difficoltosa, è molto esposto.
    O magari viene "spinto" per migliorare l'intellegibilità dell'audio riprodotto in condizioni sfavorevoli.
    Chissà perché molti non riescono a far suonare bene i brani nell'impianto dell'auto...

    Qui è dove assistiamo ad una delle grosse differenze tra la stragrande maggioranza dei prodotti italiani e quelli americani/inglesi ma non solo...anche giapponesi, per esempio.

    La gestione errata del mid range è la principale causa di mix mal suonanti su sistemi di riproduzione consumer.

    È indubbio che qui stia semplificando un po, perché l'argomento è decisamente complesso e non affrontabile a pieno su un forum.

    Il concetto che cerco di far passare è che probabilmente, un hpf sui 30hz influisca in maniera estremamente ridotta ai fini della migliore traslazione del materiale audio su vari impianti, specialmente quelli consumer.

    Molto più probabile che un motivo decisamente più sensato per effettuare un operazione del genere sia ai fini di eliminare il "rumble"/sporcizia eventualmente presente nella zona bassissima dello spettro, migliorare la percezione psicoacustica delle basse frequenze superiori e guadagnare headroom, che schifo non fa mai soprattutto quando il fine è ottenere volumi rms finali importanti.

    Detto questo non vorrei passasse che la gestione delle basse frequenze non sia importante ai fini di una buona resa dei propri brani su ascolti che magari hanno grosse carenze nel riprodurre il low end.

    Non è proprio così...anzi...e qualche furbone lo sa molto bene...
     
    Last edited: 4 Set 2018
    4 Set 2018
    #8
    A NoizePad91 e MRK_LAB piace questo messaggio.
  9. Andrea Carboni

    Andrea Carboni Colonna del Forum

    Registrato:
    30 Nov 2014
    Messaggi:
    879
    "Mi Piace" ricevuti:
    193
    Sequencer:
    FL Studio
    Abbiamo a disposizione: Due orecchie, lo spettro, mille Plugins dedicati, cosa vogliamo di più? La teoria è utile fino una certa soglia, dopo, a parere mio, conta tantissimo l'orecchio. Deve finire l'era di comprimere, massimizzare, equalizzare senza una fine ogni singolo suono. Frequentando diversi Studi Professionali e facendo qualche chiacchiera..un suono dovrebbe partire già "buono" di suo. Un esempio rapido: Prendiamo un Vanguard e un Massive. La qualità (già in partenza) è altissima, e un suono che già suona "bene" è un ottimo punto dove partire senza ucciderlo di ciò che ho già citato sopra. Tanti dicono che la qualità non conta, ecc. E' vero, nulla da dire, può contare nel produrre. Nella finalizzazione però? Come la mettiamo? Questo discorso è molto ampio, se ne è già discusso almeno un centinaio di volte. Trovare i suoni che si adattano tra di loro (o crearsi il proprio Preset) è la via migliore. Perdete più tempo nel creare il suono che desiderate e meno tempo per il resto, sarete più soddisfatti. Buon proseguimento a tutti :)
     
    26 Set 2018
    #9
    A dj flex piace questo elemento.
  10. dj flex

    dj flex Eroe del Forum Moderatore

    Registrato:
    29 Nov 2009
    Messaggi:
    3.261
    "Mi Piace" ricevuti:
    830
    Sequencer:
    fl studio 9,cubase 5
    Lo dico anche alle pietre ormai! :ROFLMAO:

    @NoizePad91 in Mastering può dipendere dalla situazione della traccia in sé.

    In mix invece può essere utile andare a pulire alcune frequenze,quindi piuttosto se qualcosa ti fa storcere il naso usa questa idea all'occorrenza in mix piuttosto che in Mastering
     
    27 Set 2018
    #10
  11. Alexandru

    Alexandru Nuovo Iscritto

    Registrato:
    9 Lug 2019
    Messaggi:
    5
    "Mi Piace" ricevuti:
    1
    Allora , a mio parere quello che scende sotto i 30 hz o 25 hz andrebbe eliminato perché a quella frequenza il cono non emette suoni ma vibra e se vibra la vibrazione occupa banda sulla scala delle frequenze
    Che poi ci preoccupiamo tanto di frequenza e altre cose tanto al Giorno d'oggi ascoltano la musica con il cellulare...
    Io le farei tutte in mono le canzoni ..
    La gente non sa ascoltare la musica..


    Inviato dal mio LG-K220 utilizzando Tapatalk
     
    13 Lug 2019
    #11
  12. Andrea Carboni

    Andrea Carboni Colonna del Forum

    Registrato:
    30 Nov 2014
    Messaggi:
    879
    "Mi Piace" ricevuti:
    193
    Sequencer:
    FL Studio
    @Alexandru è passato un anno dalla discussione e vedo che la tua risposta è totalmente fuori luogo. Stiamo parlando di brani amatoriali che probabilmente non verranno MAI passati e ascoltati con apparecchi adatti. Ne vale la pena spendere una barca di soldi per un Missaggio e Mastering perfetto quando il brano in questione non se lo fila nessuno a parte qualche Fan del Web? Cosa significa fare tutto in Mono? Alcuni Smartphone hanno due speaker, stereo. La gente ascolta la Musica senza queste teorie perché non sono appassionati di questo mestiere/hobby quello che sia per ognuno di noi. Ragionando a modo tuo, tutti oggi utilizzano la tecnologia e leggono i libri tramite PDF, Applicazioni, quant'altro. perché a questo punto non produciamo più i libri e ci affidiamo solo alla tecnologia? Ci saranno dei motivi validi del perché per andare in bagno usiamo ancora la carta e non l'iPhone o il Samsung. Hai dato un sacco di informazioni sbagliate da ogni punto di vista in soli 5 righe. Non sono io che riporto questi dati, ci sono persone che studiano appositamente e hanno spiegato anche il perché di tanti dubbi riguardo il futuro cartaceo/tecnologico.
     
    13 Lug 2019
    #12
    A profesorius piace questo elemento.
  13. profesorius

    profesorius Vincitore Canzone del Mese Utente VIP

    Registrato:
    28 Nov 2005
    Messaggi:
    4.851
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.121
    Sequencer:
    Live, Pro Tools, Logic,
    X D X D X D
     
    13 Lug 2019
    #13
  14. mollyer

    mollyer Utente Molto Popolare

    Registrato:
    16 Feb 2013
    Messaggi:
    188
    "Mi Piace" ricevuti:
    40
    Sequencer:
    logic pro - Wavelab - Ableton live
    Dipende dal genere musicale, da come è stato mixato, dai gusti del client, dell'energia nella parte sub . A volte c'è anche bisogno di aggiungere e non tagliare le frequenze bassissime ..... dipende.... :)


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk Pro
     
    13 Lug 2019
    #14
    A bisTURI piace questo elemento.
  15. Andrea Carboni

    Andrea Carboni Colonna del Forum

    Registrato:
    30 Nov 2014
    Messaggi:
    879
    "Mi Piace" ricevuti:
    193
    Sequencer:
    FL Studio
    Per fare questa operazione devi essere capace di fare un Missaggio con i fiocchi. Il punto di partenza principale è appunto la regolazione dei volumi. E' vero che un brano necessita anche di un EQ, in alcuni casi, visto che non viene utilizzato correttamente, è meglio NON usarlo e fermarsi nel fare un Missaggio semplice ma con i volumi bilanciati. Chi entra in questo mondo pensa subito di fare tutto tramite qualche Tutorial su YouTube mentre ogni suono ha una compressione, equalizzazione, reverbo, diverso. E' più corretto dare informazioni semplici dove un principiante, con i mesi (non impara in giornata) può sentire la differenza di un suo primo Mix e di uno successivo. Non ci sono ulteriori risposte, le abbiamo date tutte. Ciao! ;)
     
    14 Lug 2019
    #15
    A profesorius piace questo elemento.
  16. mollyer

    mollyer Utente Molto Popolare

    Registrato:
    16 Feb 2013
    Messaggi:
    188
    "Mi Piace" ricevuti:
    40
    Sequencer:
    logic pro - Wavelab - Ableton live
    Che ... ti sei sentito rubare la scena ? Wow


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk Pro
     
    15 Lug 2019
    #16