1. Scrivi Musica per Film e Game: Corso Online Professionale

    Anche senza conservatorio, in pochi mesi fai musica professionale di qualsiasi genere: dall'Epic Hybrid Trailer all'orchestrale fino a pop o musica elettronica. E fai pratica su veri film americani. Otto mesi e più di 145 ore di lezioni serie e approfondite nella Scuola Online #1 d'Italia su Musica e Cinema Digitale, con 17 anni di storia..

    Composizione, Ritmo, Melodia, Armonia, Storytelling, Sequencer, Strumenti Virtuali, Canzoni: impari tutto, senza orari fissi e facendo pratica già dal primo giorno.

    Ottieni la certificazione VFX Wizard Trained Pro™ e scrivi musica efficace, che ha successo con il corso già scelto da principianti assoluti, producers e anche diplomati di Conservatorio di IIº Livello: perché ti insegna tutto, dalle basi al top della musica digitale.

Launchpad, Launchkey o nulla?

Discussione in 'DJ: Set, Tecniche, Tutorial, Attrezzature' iniziata da Andredory98, 12 Dic 2019.

  1. Andredory98

    Andredory98 Nuovo Iscritto

    Registrato:
    12 Dic 2019
    Messaggi:
    9
    "Mi Piace" ricevuti:
    1
    Buona sera, vorrei chiedervi un consiglio (sperando di aver azzeccato la sezione giusta). Sono uno studente di biotecnologie di quasi 22 anni e volevo affacciarmi al mondo nella musica elettronica come passatempo e svago. Prima di arrivare alla questione scritta nel titolo volevo chiedere, da totale inesperto, una cosa:
    1) È veramente possibile diventare decenti e combinare qualcosa di buono ( non pretendo di arrivare ai livelli di persone che suonano per professione) partendo da 0 anche a livello teorico o sono solo dicerie (ho suonato il flauto dolce alle medie, non penso possa dire di sapere qualcosa di teoria musicale :D:D)?
    Se è quest'ultima, posso anche chiudere qui la questione :ROFLMAO::ROFLMAO::ROFLMAO:.
    Detto ciò, è da qualche anno che mi sono interessato a questo campo, ho provato sia FL Studio (abbastanza semplice da usare) che Ableton Live (molto difficile per me da usare oltre che bruttino e confusionario a mio parere) ma dopo qualche giorno disinstallavo tutto e mi ripetevo che erano cose troppo difficili da usare ed imparare e che bisognava studiare in accademie apposite per affacciarsi a questo settore. Ciononostante in questi ultimi 3-4 anni è stato un continuo susseguirsi di tira e molla, ero frustrato perché non avevo uno strumento per suonare le note (la tastiera del PC è praticamente inutilizzabile) ed alla fine finivo per giochicchiare con Serum per una mezz'oretta e poi basta oltre a non sapere praticamente come si usasse il software al 100% e tutta la teoria musicale ed il funzionamento delle manopole. Finalmente adesso ho preso il mio primo stipendio e posso investire eventualmente 200€ sull'acquisto di uno strumento.
    Nel caso, sarei indeciso su LaunchKey Controller da 49 tasti, Launchpad X o MK3.
    Launchkey: potrei imparare le basi della musica e del pianoforte oltre a poter comandare molte manopole ed effetti con i tasti fisici, però non è affatto trasportabile agevolmente, sulla scrivania manco ci sta dato che ho il Pc e la tastiera e serve pure un cavo di alimentazione venduto a parte superando così i 200€ di budget (non ho ben capito a cosa serva quel cavo, penso a farlo suonare con la cassa se ne ha una integrata? Il cavo USB basta per farla funzionare con il PC...).
    Launchpad X: Nonostante lo stia osservando da anni non l'ho ancora ben capito come strumento... Però sembra molto interessante e studiato apposta per suonare un brano dal vivo (non tagliuzzando un brano intero però, se no è uno scempio). Occupa poco spazio ed ho visto che simula i tasti del pianoforte (52 tasti per pagina)... Quindi avrei un launchkey con i tasti quadrati anzichè quelli del pianoforte ma senza manopole fisiche. Però è molto più compatto e trasportabile. Ho letto che è molto complesso da usare e non vorrei fare l'errore di molti ragazzini che ne comprano uno tutti entusiasmati dai video che hanno visto su YouTube per poi attaccarlo al Pc e non sapere neanche accenderlo. Inoltre progetti già fatti per i nuovi Launchpad sono praticamente inesistenti dato che è un nuovo prodotto.
    Launchpad MK3: Molto molto più piccolo ma costa la metà dell'X. Mi spaventano i suoi tasti piccoli (poco più grandi di quelli della tastiera per PC? Devi avere una bella mira...) e la sua grandezza che così nei video mi sembra troppo compatta (dal vivo non l'ho mai visto dato che a Bergamo non sanno neanche cosa sia il nuovo modello) però sembra adatto ai principianti e non spendi un patrimonio.

    Detto ciò, dopo aver letto un poema ecco la conclusione:
    1) Ho letto che le pagine nei nuovi Launchpad non ci sono attualmente... Come si fa quindi? Muoversi con le freccette linea per linea mi sembra troppo laborioso ed inadatto per chi lo sa usare bene.
    2) Cosa puoi fare nel custom layouts? Mettere dei tasti specifici personalizzati tramite il software dedicato, il tutto per? Che cosa sono i Dynamic Note e Scale Mode, il Send Controls ed il Capture MIDI non presenti nell'MK3? Sono così utili? Non vorrei essere limitato con l'MK3 se ci prenderò la mano (o più propriamente, il dito).
    Grazie per eventuali chiarimenti e risposte.
     
    12 Dic 2019
    #1
  2. WFKeys

    WFKeys Eroe del Forum

    Registrato:
    15 Feb 2012
    Messaggi:
    4.434
    "Mi Piace" ricevuti:
    922
    Sequencer:
    Cubase
    Ciao...senza tanti preamboli, dovresti saper scegliere cosa vuoi fare. In principio c'era un computer Atari con le prese midi per interfacciarsi con una tastiera...era il miracolo del momento. Lavorare con Cubase il primo sequencer che con la sua schermata di Key editor (il piano roll) ti faceva capire la divisione, ma fare i midifile non era tanto l'inserimento delle note....che quella era la cosa più facile, quanto usare il sequencer per fare in modo di far sembrare più vera possibile la musica programmata....farla sembrare suonata dal vivo era molto difficile, tutti i controlli continui dovevano essere programmati in un editor diverso dal key (il List editor) in questo listato c'era tutto quello che doveva succedere, affinché il midifile suonasse bene....e bisognava quindi conoscere il midi quasi a fondo e tutte le operazioni varie accessorie....poi venne il GM (general Midi) che uniformava i suoni, creando uno standard uguale per tutti i costruttori.... ( e te l'ho fatta corta).
    Successivamente il midi cambiò in parte...per quanto riguarda le strumentazioni, ancora esiste ed è necessario...ma ci fu l'avvento dei VST, (che la Steinberg si inventò e fu la nostra salvezza....e ovviamente anche la tua) La stessa casa s'inventò poi l'automazione...programmabile, questa cosa che può sembrare difficile sostituisce i controlli principali, per cui ti facilita le cose, xes. i cambi di volume durante l'esecuzione....vedi i fader del mixer che camminano da soli.....impensabile negli anni 90.....

    Tutta sta pappardella praticamente per dire che oggi a preparare i midifile siete enormemente avvantaggiati, e proprio per questo vi conviene approfondirlo perché solo la programmazione midi può darti la soddisfazione di cui ti parlavo prima. Prima prepari tutto in midi, perché per raggiungere il traguardo, ci sono molte cose da imparare oltre al normale inserimento....alla fine, poi trasformi, se ti va.
    Tieni presente che la programmazione midi è il banco di scuola per chi vuole fare l'autodidatta.....ed è un bene che ci sia....video tutorial a parte che insegnano ad usare il programma.... il piano roll ti insegna la divisione, la posizione di nota, la quantizzazione...ovvero il solfeggio indolore.
    Ti scegli la tua brava midi controller quella L.key da 49 tasti va benissimo, e ti metti a ricopiare spartiti nel piano roll, non devi spendere altro. Se lo fai ½ ora al giorno hai tutto da guadagnare.
    La tastiera midi controller ha un suo collegamento Usb al computer, basta questo, se usi la scheda audio integrata del pc e ascolto in cuffia. Potrebbe... a secondo del costruttore avere alimentazione separata, ma di solito avviene tutto tramite la usb.
    Qualora desideri casse esterne devi pensare anche ad una scheda audio esterna. ;););)
     
    Last edited: 13 Dic 2019
    13 Dic 2019
    #2
    A Andredory98 piace questo elemento.
  3. steevia

    steevia Partecipante

    Registrato:
    28 Mag 2019
    Messaggi:
    90
    "Mi Piace" ricevuti:
    31
    Io personalmente preferirei la launchkey, anche se è più limitante in termini di spazio almeno è anche tastiera, si rivelerà fondamentale. Chiaro che dipende dall'approccio che hai alla composizione, ma avere dei tasti per suonare gli strumenti, ti renderà più piacevole tutta l'esperienza. Il launchpad a mio avviso è stato figo da vedere negli anni passati, quando giravano tutti quei video su YouTube di virtuosi che ci facevano i numeri sopra, ma la launchkey è davvero troppo più completa.
     
    13 Dic 2019
    #3
    A Andredory98 piace questo elemento.
  4. WFKeys

    WFKeys Eroe del Forum

    Registrato:
    15 Feb 2012
    Messaggi:
    4.434
    "Mi Piace" ricevuti:
    922
    Sequencer:
    Cubase
    Ciò non toglie che la tastiera midi controller non possa avere dei pad....con cui eseguire le parti di batteria, ce ne stanno di svariati tipi......
    Fermo restando poi che tutto è fattibile con il mouse.
    Va segnalato per queste tastiere....che quelle che servono solo per programmare hanno la dinamica dei tasti ma sono tasti molto lenti alla pressione,
    se l'utilizzatore intende suonare oltre che programmare si consigliano i tasti semipesati.
     
    13 Dic 2019
    #4
  5. Andredory98

    Andredory98 Nuovo Iscritto

    Registrato:
    12 Dic 2019
    Messaggi:
    9
    "Mi Piace" ricevuti:
    1
    @WFKeys Eh, saremo pure avvantaggiati nel 2019 ma ciò non toglie che non sia comunque facile ed immediato comporre un brano. Ma come mai Launchkey anzichè launchpad? Alla fine anche con il launchpad potrei imparare a suonare dato che anch'esso ha i tasti che simulano una tastiera. Cambia solo la forma del tasto, anche perché l'X è sensibile sia alla velocity che alla pressione.
     
    13 Dic 2019
    #5
  6. Andredory98

    Andredory98 Nuovo Iscritto

    Registrato:
    12 Dic 2019
    Messaggi:
    9
    "Mi Piace" ricevuti:
    1
    @steevia Eh, mi chiedo però che reali vantaggi ti dia la launchkey rispetto al launchpad. In più, al livello fisico, ha le manopole e le rotelle per il pitch però ha 49 tasti anzichè 64. Indubbiamente il Launchpad è stato una moda gli scorsi anni, adesso si è perso molto. Non nego che comunque mi piacerebbe imparare a suonare il piano (anche il launchpad può simulare i tasti del piano)... Il launchkey è un prodotto nuovo o rischio tra poco di trovarne una nuova versione? È del 2015...
     
    13 Dic 2019
    #6
  7. Andredory98

    Andredory98 Nuovo Iscritto

    Registrato:
    12 Dic 2019
    Messaggi:
    9
    "Mi Piace" ricevuti:
    1
    @WFKeys Ho provato un piano con tasti semipesati di un mio amico... Li odio a dir poco, sono lenti e poco immediati.
     
    13 Dic 2019
    #7
  8. WFKeys

    WFKeys Eroe del Forum

    Registrato:
    15 Feb 2012
    Messaggi:
    4.434
    "Mi Piace" ricevuti:
    922
    Sequencer:
    Cubase
    Eccomi, dunque.....mai dire mai...i tasti semipesati sono quelli dei Synth.... hai mai suonato un sintetizzatore ?....Siccome questi strumenti hanno una infinità di suoni programmati, e/o da programmare, ci sono si, i soliti campanelli e trombette varie, ma ci sono anche strumenti veri. e quindi questa tastiera accontenta tutti.
    Per cui se un giorno dovessi dotarti di un synth che si rispetti....tipo questo korg.....x es. manco 3.000 € e telo porti a casa....
    https://www.strumentimusicali.net/p...MIx4P2m4uz5gIVyuR3Ch0MIQwjEAAYASAAEgLDUPD_BwE
    Con questo ci fai tutto ed ha la tast. semipesata. Domanda:....quanti musicisti usano il Kronos ?....Secondo te tutti questi odiano la loro tastiera?

    Comunque se li trovi poco immediati figurati se metti le mani su un pianoforte vero. I cui tasti pesati sono durissimi per chi non è abituato.
    Ammetto però che tanti preferiscono tastiere che hanno solo la dinamica....si dice che sono per chi suona veloce.....(ci credo meno di poco)
    Il problema è che la semipesatura nella costruzione ha un costo, e per rimanere competitivi si conferisce ad una semipesata meno comandi e manopoline varie.

    Launchkey perché ha la tastiera classica, è chiaro che se intendi suonare tutti gli studi partono dalla tastiera del pianoforte. Io invece odio questi pad
    Se devi imparare a suonare, non esiste che lo fai col launchpad. Sarebbe meglio una tastiera a 5 8ve, se hai spazio... Infatti le semipesate midicontroller pochi anni orsono manco le facevano meno di 5 8ve. Già sono un contestatore perché la notazione musicale è una invenzione Italiana, e invece con i sequencer bisogna seguire la notazione anglosassone...però insomma si impara lo stesso.
    Mi definisco un autodidatta volenteroso, avendo iniziato non con i video tutorial, non c'era internet, c'erano delle riviste specializzate...si seguivano dei corsi a puntate...e ho imparato poi tanto eseguendo brani completi multitraccia con i libri Band Score, Rock Score, sono pubblicazioni contenenti la musica completa per ogni strumento che viene utilizzato in un determinato brano....più o meno 10 tracce da programmare. Ne ho fatti parecchi, poi la continua opera di copiatura spartiti per allenamento alla lettura....ormai dal 1990.
    Quindi....ti auguro una buona scelta , ma il mio pensiero rimane qua.
    Poiché ogni evento è editabile tramite il mouse, una midicontroller per quanto mi riguarda la vedo più per suonare con i vst, e programmare registrando il midi
    in tempo reale, ed è proprio quello....la sensibilità alla dinamica e alla pressione che registrando in tempo reale puoi ottenere e sempre modificare come ti pare,
    se invece inserisci manualmente i valori di velocity saranno sempre quelli di default (di solito 100) ....
    (non ho idea se col launchpad puoi dare le stesse pressioni di una tastiera classica nel tempo reale) ;)
     
    13 Dic 2019
    #8
    A Andredory98 piace questo elemento.
  9. Andredory98

    Andredory98 Nuovo Iscritto

    Registrato:
    12 Dic 2019
    Messaggi:
    9
    "Mi Piace" ricevuti:
    1
    @WFKeys Ah, pensavo che i tasti semi pesati fossero quelli duri da schiacciare che ci impiegano un'ora a scendere ed un'altra a salire e non riesci a suonare velocemente.
    "Hai mai suonato un sintetizzatore?". In tutta la mia vita ho suonato un flauto dolce a scuola, vedi un po' tu quanto me ne intenda io . Mi sto affidando totalmente a quello che mi state dicendo per l'acquisto dato che appunto non so nulla. Il Launchkey da 49 tasti è quindi sufficiente?
     
    13 Dic 2019
    #9
  10. WFKeys

    WFKeys Eroe del Forum

    Registrato:
    15 Feb 2012
    Messaggi:
    4.434
    "Mi Piace" ricevuti:
    922
    Sequencer:
    Cubase
    Direi di si perché è dedicato a queste musiche moderne elettroniche e puoi nello stesso tempo realizzare dei lavori mano mano che progredisci....è una decisione giusta, dammi retta. con la vastità di suoni a disposizione nei Vst ti piacerà suonare ogni nuovo preset che incontri....non fa niente che hai studiato solo il flauto dolce, Hai già una conoscenza, che oggi ti aiuta, rispetto a certi soggetti che approdano qua, in cui la parola "producer" li affascina....poi succede che sono costretti a chiedere.....cose assurde, tipo "che accordo è questo?" per questo ti esorto a ricopiare in Piano roll....devi fare in modo che il computer diventi il tuo maestro....e non ci vuole tanto......io lo faccio da una vita ormai e non solo, faccio pure spartiti organistici, sai...quelli a tre pentagrammi, mano dx - sx e pedale....tutto questo lo devo a Cubase.... ti scarichi poi dei prontuari di accordi, che ne trovi gratis, e li studi.
    Qualche mio lavoro lo puoi trovare qui... non sono ovviamente il top ottenibile, perché ci sarebbe ancora parecchio da lavorare, ma questo è quello che voglio, dato che non è che si possiedono chissà quali attrezzature, non voglio stare incollato a Cubase, per cui come già accennato faccio solo midifile, e spartiti organistici ....l'audio no... meglio suonare, che programmare. Vedi qua, ci sono Santana e Beatles...ed è tutto fatto a mano con il mouse. ;)
    https://www.musicadigitale.net/threads/una-tantum-pure-io.90481/page-2
     
    13 Dic 2019
    #10
    A Andredory98 piace questo elemento.
  11. Andredory98

    Andredory98 Nuovo Iscritto

    Registrato:
    12 Dic 2019
    Messaggi:
    9
    "Mi Piace" ricevuti:
    1
    @WFKeys Ah beh, io non pretendo di diventare esperto da un giorno all'altro (né di arrivare a livelli professionali dato che sarebbe un hobby e non un lavoro). Di accordi ne so ben poco, per ora so solo che si fanno saltando due o tre note (in base se vuoi una melodia allegra o cupa) e che quello è il tipo più semplice di accordo. Okay, apposto allora, grazie della dritta. Forse ho anche già l'appoggio per il Launchkey dato che mio nonno ne ha uno che non usa più. Ora devo capire un po' come funziona il programma e come si suona. E capire cosa sono tutte quelle manopole su Serum e soprattutto come si usa al massimo (qualcosina so già farlo).
    187€ su Amazon è un buon prezzo? Non rischio tra pochi mesi di trovarmi la versione successiva, no? (È un modello del 2015, da quel che vedo i nuovi modelli li fanno dopo un bel po' di anni).
     
    13 Dic 2019
    #11
  12. WFKeys

    WFKeys Eroe del Forum

    Registrato:
    15 Feb 2012
    Messaggi:
    4.434
    "Mi Piace" ricevuti:
    922
    Sequencer:
    Cubase
    Non devi pensare a diventare esperto. Ci vuole tempo, in questo lavoro è necessaria la conoscenza musicale, non un esperto musicista praticante.. La conoscenza !... vai su pianosolo.it trovi tutto quello che ti serve, anche spartiti gratis, prontuari di accordi ne trovi on line...
    A proposito oggi sto terminando un libro di 24 musiche organistiche....roba da 180/200 batttute. cad. Sono al penultimo brano da ricopiare....e abbiamo fatto la messa di S. Lucia ( suono l'organo in chiesa con un coro di anziani )......
    Non so, darti un aiuto valido, per via che ho poco spazio, la mia midi controller è una Axiom 25 tasti di M-Audio, ci provo i Vst, ci faccio qualche altra cosa, per suonare ho uno strumento di 60 anni, non midi, perciò non sono molto aggiornato, anzi quasi per niente. Tuttavia potresti analizzare i vari prodotti, e quello che offrono, prima di acquistare, è un lavoro che devi fare, piano piano per avere una panoramica, perché 4 - 5 anni di differenza in questo campo sono tanti. Non avere fretta, e ricorda che il mouse ti fa fare tutto. Magari adesso, con le feste e le offerte che ci sono trovi di meglio....devi però guardare tutte le caratteristiche, scegline alcune e te le studi....certo mica puoi controllarle tutte. Però scegli marche buone. Alesis Arturia M-audio Novation queste qua.. se ti piace controllare i manuali... li trovi su ogni prodotto presentato da Strumentimusicali.net.
     
    Last edited: 13 Dic 2019
    13 Dic 2019
    #12
    A Andredory98 piace questo elemento.
  13. Andredory98

    Andredory98 Nuovo Iscritto

    Registrato:
    12 Dic 2019
    Messaggi:
    9
    "Mi Piace" ricevuti:
    1
    @WFKeys Okay, grazie mille. Vorrà dire che aspetterò ancora un po' e studierò bene se e che cosa comprare allora. Consigli anche libri di teoria musicale e software per l'esercitazione guidata (tipo Melodics) o è meglio cercare tutto on-line?
     
    13 Dic 2019
    #13
  14. WFKeys

    WFKeys Eroe del Forum

    Registrato:
    15 Feb 2012
    Messaggi:
    4.434
    "Mi Piace" ricevuti:
    922
    Sequencer:
    Cubase
    Pianosolo.it ti da tutto. iscriviti, ha il metodo Beyer che credo puoi scaricare subito. E' la scuola preparatoria, ma ti assicuro che ce n'hai d'avanzo.
    Nel frattempo studiatii la notazione Anglosassone il nome delle note sarà diverso, perché se apri il piano roll di FLS vedrai che ci sarà scritto C3 sul Do centtrale...della tastiera verticale...Dopotutto non è difficile, e ti servirà....per il resto la copia di spartiti in piano roll se mi dai retta, in poco tempo avrai a memoria la posizione delle note, e la divisione...ti sarà facile capirla in base al tempo musicale che avrai impostato 4/4 - 3/4 ecc... la griglia si divide e puoi completare ogni battuta, che deve essere sempre completa, con note o pause...sarà come un libro, credimi....poi qualsiasi cosa siamo qui.
    Purtroppo non ho FLS ma questi sequencer rispettano le regole e ovviamente certe cose non possono cambiare.
    Poi per esercitarti te lo dice pianosolo come fare...ci sono esercizi da eseguire.
     
    Last edited: 13 Dic 2019
    13 Dic 2019
    #14
    A Andredory98 piace questo elemento.
  15. Andredory98

    Andredory98 Nuovo Iscritto

    Registrato:
    12 Dic 2019
    Messaggi:
    9
    "Mi Piace" ricevuti:
    1
    @WFKeys Uso Ableton Live, comunque la sostanza non cambia. Grazie delle dritte!
     
    14 Dic 2019
    #15
    A WFKeys piace questo elemento.