1. Scrivi Musica per Film e Game: Corso Online Professionale

    Anche senza conservatorio, in pochi mesi fai musica professionale di qualsiasi genere: dall'Epic Hybrid Trailer all'orchestrale fino a pop o musica elettronica. E fai pratica su veri film americani. Otto mesi e più di 145 ore di lezioni serie e approfondite nella Scuola Online #1 d'Italia su Musica e Cinema Digitale, con 17 anni di storia..

    Composizione, Ritmo, Melodia, Armonia, Storytelling, Sequencer, Strumenti Virtuali, Canzoni: impari tutto, senza orari fissi e facendo pratica già dal primo giorno.

    Ottieni la certificazione VFX Wizard Trained Pro™ e scrivi musica efficace, che ha successo con il corso già scelto da principianti assoluti, producers e anche diplomati di Conservatorio di IIº Livello: perché ti insegna tutto, dalle basi al top della musica digitale.
Nascondi Avviso
Desideri un tema scuro per MusicaDigitale?

Registrati e imposta la modalità notte!

Clicca qui per scoprire come attivarla!

Mastering a portata di un solo plug-in!

Discussione in 'Finalizzazione e Mastering' iniziata da Painkiller, 12 Gen 2013.

  1. Painkiller

    Painkiller Eroe del Forum

    Registrato:
    22 Apr 2011
    Messaggi:
    2.081
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.569
    Sequencer:
    Presonus Studio One
    No non sono un fan della tizia....



    Però è davvero divertente leggere in giro tante menate sul mastering digitale (riguardanti eq a cascata intercontinentale, multi-compressori con ratio multipla ed eccitatori di armoniche gigatroniche) in giro per la rete e poi scoprire che il mastering di questo brano è stato effettuando usando unicamente questo plug-in, un semplice peak limiter:

    https://www.cakewalk.com/Products/feature.aspx/Boost-11

    Scrivo tutto questo perché questo è uno dei brani/progetti contenuti in bundle con Sonar X1: confortante notare la poca compressione sulle voci (7 tracce in tutto!), sconfortante l'arrangiamento dietro le stesse (nell'altra canzone in bundle, genere hip-hop, ci sono ben 25 tracce di voce tuttte diverse!) che è roba da farti venire voglia di cambiare ambizioni nella vita se non si è ben preparati a questo genere di situazioni :D.
    In ogni caso, in questo ambiente c'è solo da imparare: ed è bello notare che ci sia più importanza dietro a fattori come arrangiamento, composizione e soprattutto un buon mixaggio piuttosto che a farsi le pippe sul mastering "da veri pro"*.

    * In quest'ambito i professionisti la sanno lunga ;).

    Volevo solo scrivere questo, saluti.
     
    12 Gen 2013
    #1
    A dreamnight92, maurone dj e Anakin Productions piace questo messaggio.
  2. Blackhat

    Blackhat Duke Nukem

    Registrato:
    28 Gen 2010
    Messaggi:
    8.457
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.954
    giusto appunto ripetere ancora che l'importante è fare un mix ottimo..poi il mastering volendo lo puoi fare anche solo con un compressore..e a nessuno fregherà più di tanto :D
     
    12 Gen 2013
    #2
  3. dreamnight92

    dreamnight92 Eroe del Forum

    Registrato:
    25 Dic 2010
    Messaggi:
    2.226
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.724
    Sequencer:
    Reaper
    Se gli strumenti suonano già bene tra loro perché il brano è fatto bene che vuoi fargli?
    Equalizzare? No! Basta che scegli, disponi e arrangi in modo corretto e il brano ti esce fuori già equalizzato!

    Harmonic exciter? Ma basta che dai l'accento agli strumenti nei punti giusti!

    Reverb e stereo image? La disposizione degli strumenti va fatta in fase di mix, e se fatta bene non deve essere modificata!

    Quello che si può mettere è un limiter leggero per portare il picco a 0 db e basta.

    Ho imparato a mie spese che il mastering serve a poco se non c'è la sostanza dietro! E da quando ho incominciato a fregarmente del mastering le canzoni hanno cominciato a suonare bene :D :D
     
    12 Gen 2013
    #3
  4. Blackhat

    Blackhat Duke Nukem

    Registrato:
    28 Gen 2010
    Messaggi:
    8.457
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.954
    quoto dream fino a un certo punto..non è vero che non serve eq, harmonic ex eccetera..possono servire anche quelli..ma non è detto che servano..certo è importantissimo partire da subito con dei suoni ottimi..lo stesso vale per uno studio di registrazione..se le tracce registrate suonano già bene sei già a metà lavoro! :coffee:
     
    12 Gen 2013
    #4
    A dreamnight92 piace questo elemento.
  5. Painkiller

    Painkiller Eroe del Forum

    Registrato:
    22 Apr 2011
    Messaggi:
    2.081
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.569
    Sequencer:
    Presonus Studio One
    Ma non c'è alcuna regola generale dream: dipende dai brani, ed in alcuni di questi servono davvero compressori multibanda, equalizzazioni chirurgiche ed eccitazioni armoniche nei punti giusti.
    Il problema è che oggi molti neofiti portano alle estreme conseguenze questi parametri: il risultato?
    Brani talmente pompati ed effettati da suonare irreali.

    SoundCloud e beatport sono pieni di roba come questa.
    Certo è che se non sappiamo bene come si usano, tanto vale un semplice brickwall limiter e siamo a posto.

    Un consiglio è quello che quando ci si ritrova in sede di master sarebbe opportuno sfruttare tutti i 16 bit di dinamica: la cosa migliore da fare è abbassare di almeno 10-12 dB i fader di tutti i brani e farli suonare bassi, a patto che questi suonino ad un volume decente.
    In ogni caso, cerchiamo di mantenere un volume di partenza omogeneo per tutti i brani: + 9dB come FS, tra 0 e 6 come picco analogico, che appunto indica il voume medio del brano (il VU meter di Reaper 4 nella sua skin di default è già dotato di questa opzione).
    Il voume medio è importantissimo, perché se non abbiamo una dinamica valida allora i picchi che si avvicineranno allo 0 sono semplici transienti dovuti ad una mancata compressione di alcuni strumenti: in termini sonori il nostro brano anche se suonerà forte non suonerà mai forte come un brano commerciale di pari livello, quindi tutto questo è importantissimo.
    Piccolo appunto: se i nostri brani suoneranno ad esempio al di sotto dei -36dB per fare un esempio, allora li il brano perderà qualità ed i 16 bit di dinamica a nostra disposizione vanno a farsi benedire....

    Cosa fare è semplice: tenere il brano basso ad un buon volume, ed immettere un peak limiter su ogni brano ma alzare il volume unicamente dal knob della threshold del limiter perché in casi contrari potremmo ritrovarci un clip in ingresso che snaturerebbe e distorcerebbe il suono quindi alzare la threshold in casi di volumi di partenza troppo elevati (sempre che il mix sia fatto bene) fa solo danni.
    Se facciamo come descritto, il brano suonerà già di partenza più pulito ed il brano ci guadagnerà parecchio una volta che spingeremo il volume sulla threshold: io uso come picchi massimi a -1 e -0,5 e mai il famoso -0,1 perché non dà modifiche sostanziali al volume quindi secondo me è meglio tenersi sotto quel famoso valore.

    ;)
     
    13 Gen 2013
    #5
    A dreamnight92 piace questo elemento.
  6. cavaliereinesistente

    cavaliereinesistente Utente Onorevole Utente VIP

    Registrato:
    25 Ott 2012
    Messaggi:
    3.583
    "Mi Piace" ricevuti:
    3.996
    Sequencer:
    Avid ProTools, Apple Logic Pro
    Come sempre, la ragione sta nel mezzo. Non c'è ragione per cui un singolo brano, ottimamente mixato e rifinito, con una dinamica controllata all'origine e uno spettro ben bilanciato, non possa suonare molto, ma molto bene con un semplice compressor/limiter sul master buss.
    Già nel momento in cui i brani da assemblare siano più di uno, l'intervento necessario è più profondo: perché brani diversi, anche se registrati e mixati nelle stesse sessioni, con la stessa strumentazione e dallo stesso ingegnere, avranno ovviamente dinamiche e colori timbrici diversi, e necessiteranno quindi di un lavoro di omogeneizzazione, magari minimo, ma comunque concreto.

    Per quanto riguarda exciters, enhancers, e processori che lavorano sulla stereofonia, sebbene spesso abusati/fraintesi, questi nascono da un'esigenza ben precisa: fare in modo che un buon mix renda in maniera altrettanto soddisfacente, e possibilmente fedele alle intenzioni del produttore, su sistemi d'ascolto più disparati, oltre ai monitor di chi le ha mixate.
    Molte situazioni d'ascolto tipiche (l'automobile, le casse del PC o del laptop o di un tablet) hanno risposte in frequenza molto squilibrate, ad esempio con enfasi marcata sulle basse, nel primo caso, o quasi inesistente, nel secondo.
    Da qui la necessità di avere uno spettro sulle basse molto controllato (quante volte un brano che vi suona bene a casa, messo in auto vi sradica i woofer dalle portiere?), ed allo stesso tempo arricchito nel suo contenuto armonico superiore in modo che anche l'ascolto su un' iPad possa rendere le componenti basse in modo intelleggibile nonostante...l'assenza totale di frequenze sotto ai 100Hz. Idem per lo spazio, laddove spesso i sistemi di ascolto quotidiani ora comprimono (tablet, PC, filodiffusione su grande scala) ora esagerano (auricolari, sistemi 5:1) l'assetto stereofonico originario pensato dal produttore davanti ad un paio di NS10 a perfetto triangolo equilatero...
    Tutto questo non si fa in mixaggio, e non si fa con un peak-limiter, lo fa il mastering-engineer con gli arnesi adatti ;)
     
    14 Gen 2013
    #6
    A Lowfreq77 piace questo elemento.
  7. Painkiller

    Painkiller Eroe del Forum

    Registrato:
    22 Apr 2011
    Messaggi:
    2.081
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.569
    Sequencer:
    Presonus Studio One
    Lo so bene cavaliere, è capace che tale mastering sia stato effettuato in questo modo unicamente nella versione da singolo: in un album intero le cose sono per forza più accurate e, se vogliamo, complicate.

    E comunque....mix a +0,1 di picco e master che suona a -0,1 un pò dappertutto fino alla variazione che fiora i +4dB....pura loudness.
    La cosa che mi sconcerta è che nonostante tutto il brano suona uniformemente pulito.
     
    14 Gen 2013
    #7
  8. cavaliereinesistente

    cavaliereinesistente Utente Onorevole Utente VIP

    Registrato:
    25 Ott 2012
    Messaggi:
    3.583
    "Mi Piace" ricevuti:
    3.996
    Sequencer:
    Avid ProTools, Apple Logic Pro
    Quello fa la differenza fra un limiter digitale professionale ed uno così-così... Intanto la capacità di lavorare con una buona finestra di lookahead (gestione non banale, se consideri che un BUON limiter non sovracampiona, per poter garantire la massima trasparenza), che consente di "ridisegnare" in tempo reale i transienti che verranno senza sbagliare neppure un colpo... E poi gli algoritmi stessi con cui i transienti ed i release vengono ridisegnati, che può fare una differenza enorme sulla "naturalezza" del risultato. Questo ovviamente richiede risorse di sviluppo notevoli, che si pagano (in senso economico) nel momento in cui si sceglie un plugin anziché un altro.
     
    14 Gen 2013
    #8
    A Lowfreq77 e Biohazard piace questo messaggio.
  9. Painkiller

    Painkiller Eroe del Forum

    Registrato:
    22 Apr 2011
    Messaggi:
    2.081
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.569
    Sequencer:
    Presonus Studio One
    Alla fine per pura coincodenza proprio oggi ho fatto un bel confronto tra il Boost 11 di Cakewalk ed il limiter integrato di Studio One: quest'ultimo è discreto (con tanto di scale K-12 ed affini) ma "sporca" leggermente quando si oltrepassa la soglia del -0,5dB, cosa che invece il limiter di Cakewalk non fa affatto, mantenendo un segnale sempre trasparente e perfettamente affine al mix originale anche quando si va oltre lo zero.
    E' una cosa che se si nota già sulle mie piccole monitor con cono da 5", figuriamoci su quelle da 8" in su.

    Insomma posso giocare a fare la loudness war senza pormi problemi :LOL:.
     
    14 Gen 2013
    #9
  10. maurone dj

    maurone dj Eroe del Forum

    Registrato:
    10 Ott 2007
    Messaggi:
    685
    "Mi Piace" ricevuti:
    514
    Concordo con la scelta del limiter giusto, ma non sono daccordo sull'equazione costo=qualità....il limiter che uso attualmente è il limiter6 (gratuito)...se utilizzato con parsimonia può concorrere contro molti plugin costosi, certo non è un plugin con 2 parametri tipo l'2 (che personalmente non amo) o come il Sonnox!
     
    14 Gen 2013
    #10
    A antovm, Biohazard e cavaliereinesistente piace questo messaggio.
  11. maurone dj

    maurone dj Eroe del Forum

    Registrato:
    10 Ott 2007
    Messaggi:
    685
    "Mi Piace" ricevuti:
    514
    Comunque bella discussione molto interessante :)
     
    14 Gen 2013
    #11
    A maxiphonic piace questo elemento.
  12. cavaliereinesistente

    cavaliereinesistente Utente Onorevole Utente VIP

    Registrato:
    25 Ott 2012
    Messaggi:
    3.583
    "Mi Piace" ricevuti:
    3.996
    Sequencer:
    Avid ProTools, Apple Logic Pro
    Su questo sono d'accordo, l'equazione costo=qualità non è mai automatica, deve essere filtrata dalle orecchie, ma anche da un buon wave editor per vedere da vicino cosa effettivamente un plugin fa alla nostra onda... ;)
     
    14 Gen 2013
    #12
  13. dreamnight92

    dreamnight92 Eroe del Forum

    Registrato:
    25 Dic 2010
    Messaggi:
    2.226
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.724
    Sequencer:
    Reaper
    A questo punto approfitto per una domanda! Ho provato la demo di izotope, e mi ha colpito molto il suo limiter che ha un algoritmo "intelligente" che praticamente fa l'autotiming, e lavora veramente molto bene. Dato però che il costo del plug in è decisamente elevaato, e dato che a me interessa solo il limiter (non ho bisogno di eq, reverb e altro, per quello ho altri plug), vi chiedo se conoscete limiter intelligenti come quello lì?
     
    14 Gen 2013
    #13
  14. Painkiller

    Painkiller Eroe del Forum

    Registrato:
    22 Apr 2011
    Messaggi:
    2.081
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.569
    Sequencer:
    Presonus Studio One
    Vero, capperi.
    Il limiter6 è una BOMBA, non per nulla è stato recensito su molte riviste del settore, fattore più unico che raro per un plug-in gratuito dato che di solito si tende a snobbare la categoria freeware per dare spazio a roba dotata di nomi più grossi alle spalle, e spesso anche molto meno efficiente.
    La cosa per me più gradevole è l'elevata colorazione che questo plug-in regala al suono, davvero gradevole se usato come si deve.

    L'equazione prezzo = qualità oggi, se dobbiamo dirla tutta, è solo una presa in giro per la maggior parte dei casi (personalmente potrei dire Waves, ho provato certe fregature....), mentre i plug-in che valgono davvero quanto costano indipendentemente dalla cifra del costo stesso sono sempre più rari.
    In quest'ultima categoria direi che il Boost11 di Cakewalk è un eccellente plug-in: costa un quarto degli altri, vale cento volte di più almeno, ma in generale tutti i VSTfx di Cakewalk sono estremamente validi, quindi mi sento di consigliarli a chiunque voglia intraprendere un primo viaggio non troppo esoso nel mondo degli plug-in effetto a pagamento :).
     
    15 Gen 2013
    #14
  15. maurone dj

    maurone dj Eroe del Forum

    Registrato:
    10 Ott 2007
    Messaggi:
    685
    "Mi Piace" ricevuti:
    514
    Quoto Bio!

    Ci sono altri plugin gratuiti (o anche a pagamento, ma a prezzi umani) che valgono molto, ma sono utilizzati da pochi perché, vuoi per la poca pubblicità, vuoi per la grafica molto scarna, non danno molto conforto all'utilizzatore medio, che quando inserisce un plugin in un canale di un mix pensa che debba essere costosissimo o affidabilissimo per far suonare bene la canzone (magari mi sono espresso un po male, ma a molte persone, anche miei conoscenti, usare plugin gratuiti dà come un impressione di poca affidabilità!).

    Mi viene da pensare al Barricade, della ToneBoosters, che costa una miseria ma è uno dei limiter piu trasparenti che ho mai sentito!
    Mi viene da pensare al W1 Limiter, che suona uguale, se non meglio, all'L1 (che ci piaccia o no è stato quasi uno standard).

    Per un mix i plugin del nostro connazionale Quintosardo, che ha creato la SKNote, sono plugin che valgono 4 volte quello che costano!

    Per non parlare dei freeware! Non sto qui a fare un elenco di quelli che uso perché non finirei piu, ma veramente sul mercato dei plugin ormai ci sono validissime alternative a ogni software da miliardi di euro!
    Ci sono bravissimi sviluppatori, anche sconosciuti, che iniziano per divertimento e finiscono per creare delle vere e proprie perle di programmazione! Basta pensare ai VarietyOfSound!

    Beh comunque sono andato un po off topic, scusate, magari dovremo aprirne un altro per parlare delle alternative free che usiamo di solito! Verrebbe fuori una bella discussione :D
     
    15 Gen 2013
    #15
    A Biohazard e cavaliereinesistente piace questo messaggio.
  16. antovm

    antovm Colonna del Forum

    Registrato:
    29 Apr 2011
    Messaggi:
    1.151
    "Mi Piace" ricevuti:
    160
    Mah...ripeto le solite cose dette ridette e stradette...dipende dal mix che hai creato tutto il procedimento di mastering da farsi...se hai creato un disastro c'è da fare un lavoraccio per farlo suonare decentemente
     
    15 Gen 2013
    #16
  17. Painkiller

    Painkiller Eroe del Forum

    Registrato:
    22 Apr 2011
    Messaggi:
    2.081
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.569
    Sequencer:
    Presonus Studio One
    Oggi mi piace particolarmente ciò che scrivi :D.
    La Variety of Sound per esperienza personale se la gioca alla pari con plug-in belli costosi, idem per il W1 limiter che suona davvero molto bene e sradica in un secondo solo migliaia di seghe mentali sul fatto che un plug-in per essere valido deve per forza costare un botto.
    Aggiungerei anche la strafamosa suite della Antress.

    Non conoscevo SKNote, ci darò un occhiata ;).
    Riguardo al fattore estetico, purtroppo anche l'occhio vuole la sua parte e credimi che a volte ho provato plug-in gratuiti estremamente validi, ma davvero terribili dal punto di vista estetico.
    E' vero che ciò che conta al 100% è la funzionalità ma a tutto c'è un limite.

    Che aggiungo costa solo 15 €, quasi quasi....
    Ha anche il dithering incorporato, un opzione non da poco.

    Per me si può fare ma....quale titolo?
     
    15 Gen 2013
    #17

Le persone hanno trovato questa pagina cercando:

  1. vst limiter importanza

    ,
  2. plug in mastering automatico