1. Scrivi Musica per Film e Game: Corso Online Professionale

    Anche senza conservatorio, in pochi mesi fai musica professionale di qualsiasi genere: dall'Epic Hybrid Trailer all'orchestrale fino a pop o musica elettronica. E fai pratica su veri film americani. Otto mesi e più di 145 ore di lezioni serie e approfondite nella Scuola Online #1 d'Italia su Musica e Cinema Digitale, con 17 anni di storia..

    Composizione, Ritmo, Melodia, Armonia, Storytelling, Sequencer, Strumenti Virtuali, Canzoni: impari tutto, senza orari fissi e facendo pratica già dal primo giorno.

    Ottieni la certificazione VFX Wizard Trained Pro™ e scrivi musica efficace, che ha successo con il corso già scelto da principianti assoluti, producers e anche diplomati di Conservatorio di IIº Livello: perché ti insegna tutto, dalle basi al top della musica digitale.

Monocompatibilità del waves S1 imager

Discussione in 'Suoni, effetti e plugin' iniziata da giubox, 30 Gen 2015.

  1. giubox

    giubox Utente Molto Attivo

    Registrato:
    8 Mag 2009
    Messaggi:
    370
    "Mi Piace" ricevuti:
    88
    Sequencer:
    Fl studio, Ableton live
    ragazzi scusate se all'inizio la domanda vi potrà sembrare banale, nel tempo ho provato molti plugin che aumentano l'apertura stereofonica del mix o di uno specifico suono (anche se preferisco usare haas effect o delay di solito) ma questo plugin della waves all'occorrenza mi è sembrato sempre il più semplice e delicato tra tutti (con Ozone si ha più controllo impostando anche la frequenza sotto la quale il mix rimane Mono, ma si pappa davvero troppa CPU per i miei gusti).
    Ora non vorrei che le mie orecchie mi tradiscano, ho cercato anche sul manuale dell'S1 imager, ma non è specificata la frequenza sotto la quale il mix rimane mono, e tra l'altro aumentando l'apertura stereofonica col plugin, questa frequenza (sotto la quale il mix rimane in mono) è sempre quella oppure si abbassa all'aumentare dello spread conferendo anche stereofonia alle basse frequenze? :D Magari è solo una pip*a mentale mia...ma mi chiedevo se qualcuno di voi più esperto sapesse qualche dettaglio in più in merito alla questione, in primis come sempre @cavaliereinesistente ;)
     
    30 Gen 2015
    #1
  2. 3VAN

    3VAN Ospite

    Sparo una ca77ata che ho pensato al momento leggendo il post... :xD: Allora: dopo l'S1 metti un filtro passa bassi, e passa da mono a stereo spostandoti a sua volta con la frequenza del filtro, e senti le differenze! Però sarebbe un metodo "ad orecchio"... Non da "manuale". Poi siamo sicuri che agisca tenendo una parte di frequenze inalterate?
     
    30 Gen 2015
    #2
  3. giubox

    giubox Utente Molto Attivo

    Registrato:
    8 Mag 2009
    Messaggi:
    370
    "Mi Piace" ricevuti:
    88
    Sequencer:
    Fl studio, Ableton live
    Non credo che tu abbia detto una cavolata, anzi in quel modo con un buon orecchio si dovrebbe capire come variano le basse frequenze sul panorama, sul fatto di come agisca non sono sicuro (anche se sul manuale dice che è stato progettato per non colorare il suono e per mantenere il più possibile la monocompatibilità),
    Comunque tempo fa avevo fatto un preset di ozone con le frequenza sotto 120 hz in mono e un marcato spreed delle alte frequenze e era venuto fuori una cosa molto simile a quando imposto l'S1 imager al 30% di stereofonia 1,30 credo sia il paramentro di riferimento, farò delle prove per togliermi il dubbio ;)
     
    30 Gen 2015
    #3
  4. 3VAN

    3VAN Ospite

    Infatti ho sparato la "ca77ata" perché anche se pensata al volo, mi sembrava "un idea" da provare! :) Comunque non saprei, non lo uso spesso l'S1, e non mi sono mai posto questo dubbio... "Fino ad ora!" Provabile che agisca in automatico, tenendo la monocompatibilità sotto a certe frequenze ma... Non saprei propio in base a che cosa!
     
    30 Gen 2015
    #4
    A giubox piace questo elemento.
  5. bisTURI

    bisTURI Eroe del Forum

    Registrato:
    13 Set 2014
    Messaggi:
    5.272
    "Mi Piace" ricevuti:
    3.915
    Sequencer:
    Studio One, Nuendo
    Allarga\restringi\panna le singole tracks lasciando in pace quelle con freq prevalentemente basse (bassi, kick etc etc)... ... Lascia perdere nel canale Master...
     
    24 Feb 2015
    #5
  6. giubox

    giubox Utente Molto Attivo

    Registrato:
    8 Mag 2009
    Messaggi:
    370
    "Mi Piace" ricevuti:
    88
    Sequencer:
    Fl studio, Ableton live
    lo uso l'imager sul master solo perché utilizzo anche un altro processo che mi restringe la stereofonia (ma mi migliora il mix di colore) ;) grazie comunque :)
     
    24 Feb 2015
    #6
  7. dreamnight92

    dreamnight92 Eroe del Forum

    Registrato:
    25 Dic 2010
    Messaggi:
    2.226
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.724
    Sequencer:
    Reaper
    S1, come altri imager stereo funziona così: somma i due canali stereo, così facendo ciò che è uguale si somma e diventa la parte "mono" del segnale, mentra la parte che non si somma perché differente diventerà la parte "side" del segnale. Ora con l'S1 semplicemente regoli il volume della parte side rispetto a quella mono. Il discorso delle frequenze non c'entra nulla.

    Sai come funziona l'udito? Fino a prova contraria hai due orecchie (spero :D). Il tuo cervello costantemente confronta il segnale di un'orecchio con quello dell'altro. Quando c'è una differenza tra i due segnali il suono diventa stereofonico, cioè sei in grado in qualche modo di stabilirne una direzione di provenienza (non è posizionato al centro del tuo panorama). Essenzialmente sono 3 le differenze che si possono avere tra le due orecchie: 1) differenza di frequenza (ad esempio la tua testa fa ombra soprattutto per le alte frequenze, per cui il suono viene riferito nella direzione dell'orecchio che sente il suono più acuto) 2) differenza di tempo (il suono verrà riferito provenire dall'orecchio che lo sente prima). 3) differenza di volume (il suono viene riferito provenire dall'orecchio che lo sente più forte).

    Il plug S1 ti permette di controllare quante differenze ci sono tra i due segnali delle due orecchie, qualunque esse siano!
     
    24 Feb 2015
    #7
  8. giubox

    giubox Utente Molto Attivo

    Registrato:
    8 Mag 2009
    Messaggi:
    370
    "Mi Piace" ricevuti:
    88
    Sequencer:
    Fl studio, Ableton live
    grazie mille Dream per la spiegazione dettagliata ;) quindi dal tuo discorso appunto l'S1 non è molto invasivo se usato moderatamente per aumentare il volume side.
    io comunque aumento solo un pochino la stereofonia senza modifcare pan o altro pechè purtroppo ho un paio di saturatori sul master che mi "stringono" se mi concedi il termine la stereofonia del segnale non processato, così nel complesso usando S1 imager poi torno alle condizioni originali dando volendo anche un leggero enancer al mix, mi affido all'orecchio...ma potrei sempre sbagliare ;)
     
    25 Feb 2015
    #8
  9. 3VAN

    3VAN Ospite

    Ma i saturatori non sarebbe meglio se li mettessi solo nei singoli suoni a cui servono? Voglio dire... Se li metti nel master saturi tutto? Mentre se saturazione,stereofonia ecc... le lavori in singole tracce mi sembrerebbe più corretto! Poi non discuto sui metodi altrui, è più una domanda!...
     
    25 Feb 2015
    #9
  10. giubox

    giubox Utente Molto Attivo

    Registrato:
    8 Mag 2009
    Messaggi:
    370
    "Mi Piace" ricevuti:
    88
    Sequencer:
    Fl studio, Ableton live
    Guarda hai perfettamente ragione, ma comunque I saturatori che uso sul master sono emulazioni di processori tape e valvolari realmente esistenti, e non sono set molto spinti o per creare un effetto marcato come se li usassi nel mix.
    E' un modo di lavorare molto personale, (non dico che sia corretto, ma piace alle mie orecchie il più delle volte ) sulle singole traccie poi volendo saturo ancora, ma solo dove serve davvero come ad esempio sul kick per dare più punch, o se mi serve un synth grasso vado di overdrive e filtri ;)
     
    25 Feb 2015
    #10
  11. dreamnight92

    dreamnight92 Eroe del Forum

    Registrato:
    25 Dic 2010
    Messaggi:
    2.226
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.724
    Sequencer:
    Reaper
    Ma che c'entra il saturatore? :D il saturatore genera armoniche, non dovrebbe interferire con la stereofonia, quindi non vedo come la cosa possa connettersi con l'uso dell'S1
     
    25 Feb 2015
    #11
    A bisTURI piace questo elemento.
  12. dreamnight92

    dreamnight92 Eroe del Forum

    Registrato:
    25 Dic 2010
    Messaggi:
    2.226
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.724
    Sequencer:
    Reaper
    Ecco, appunto...
     
    25 Feb 2015
    #12
  13. dreamnight92

    dreamnight92 Eroe del Forum

    Registrato:
    25 Dic 2010
    Messaggi:
    2.226
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.724
    Sequencer:
    Reaper
    Secondo me un processo che sul master ti potrebbe interferire con la stereofonia è il compressore stereo: il compressore infatti ti potrebbe attunuare/togliere delle differenze di volume tra i due canali, e in questo caso a valle potresti mettere un imager stereo per recuperare quello che si è perso.
     
    25 Feb 2015
    #13
  14. giubox

    giubox Utente Molto Attivo

    Registrato:
    8 Mag 2009
    Messaggi:
    370
    "Mi Piace" ricevuti:
    88
    Sequencer:
    Fl studio, Ableton live
    Qui confermi ancora di più la tua esperienza, infatti uso sul master un compressore a convoluzione (che in realtà comprime poco e niente ma da sapore al segnale) con preset che replica l'hardware (il colourtone della tritone) ed è proprio quello che mi fa sentire l'esigenza di mettere un bel S1 sul master :)

    p.s.
    Se non ricordo male da vecchie discussioni sul forum te prima usavi fl studio poi sei passato a reaper....sai nulla su qualche possibile miglioreria lato CPU della prossima verione di fl studio? e se ora la versione a 64 bis sia stabile già ora?
     
    25 Feb 2015
    #14
  15. dreamnight92

    dreamnight92 Eroe del Forum

    Registrato:
    25 Dic 2010
    Messaggi:
    2.226
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.724
    Sequencer:
    Reaper
    Andiamo un po' O.T, ma ce lo perdoneranno :) Credo che il problema di FL studio (secondo me) stia nei codici. Il programma è come se non sia in grado si processare in multicore. Dubito che si possano avere miglioramente, perché significherebbe mettere mano ai codici madre e quindi praticamente riscrivere il programma. Ho fatto dei test con la versione 64 bit...non ci sono miglioramenti, è tutto un crash (anzi col bridge andava molto meglio!), per cui da circa un anno ho disistallato FL per sempre. Non è un programma professionale punto e basta.
     
    25 Feb 2015
    #15
    A giubox piace questo elemento.
  16. giubox

    giubox Utente Molto Attivo

    Registrato:
    8 Mag 2009
    Messaggi:
    370
    "Mi Piace" ricevuti:
    88
    Sequencer:
    Fl studio, Ableton live
    io vorrei passare definitivamente a reaper, ma mi ci vorrà un pò per imparare ;) mi scuso per l' o.t.
     
    25 Feb 2015
    #16

Le persone hanno trovato questa pagina cercando:

  1. mantenere la monocompatibilità