1. Scrivi Musica per Film e Game: Corso Online Professionale

    Anche senza conservatorio, in pochi mesi fai musica professionale di qualsiasi genere: dall'Epic Hybrid Trailer all'orchestrale fino a pop o musica elettronica. E fai pratica su veri film americani. Otto mesi e più di 145 ore di lezioni serie e approfondite nella Scuola Online #1 d'Italia su Musica e Cinema Digitale, con 17 anni di storia..

    Composizione, Ritmo, Melodia, Armonia, Storytelling, Sequencer, Strumenti Virtuali, Canzoni: impari tutto, senza orari fissi e facendo pratica già dal primo giorno.

    Ottieni la certificazione VFX Wizard Trained Pro™ e scrivi musica efficace, che ha successo con il corso già scelto da principianti assoluti, producers e anche diplomati di Conservatorio di IIº Livello: perché ti insegna tutto, dalle basi al top della musica digitale.

Per Chi Vende Su Beatport

Discussione in 'Supporto alla produzione video' iniziata da aBreakInTheClouds, 20 Set 2008.

  1. StereosidE

    StereosidE Partecipante

    Registrato:
    25 Ago 2009
    Messaggi:
    26
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Sequencer:
    F.L.STUDIO 8 LIVE 7 ACID PRO 5
    alexspad concordo il tuo discorso,e veramente tristissimo auto comprarsi.la mia e solo una teoria su come si potrebbe pubblicizzare un ep.pero ti giuro che c'è gente che lo deve fare per forza,il brano e ok. . .la qualità pure,se l etichetta non sponsorizza bene,usano questo metodo.io ad esempio per trovare un po di ispirazione ascolto sempre la top 10 di beatport,e sicuramente quei brani hanno usato questo metodo.ma non parlo di gui boratto. . steve. . h-mann,ma di quei produttori che spuntano dal nulla e si ritrovano nella top ten.e li che mi chiedo perché un brano cosi sta al quarto posto (x esempio) mentre altri 100 brani molto più belli non vengono nemmeno calcolati.
     
    27 Ago 2009
    #41
  2. kernell32

    kernell32 Eroe del Forum

    Registrato:
    16 Mar 2009
    Messaggi:
    2.651
    "Mi Piace" ricevuti:
    595
    Sequencer:
    Sonar - Reason
    ..aggiungo un pò di pepe..ma sei proprio sicuro che se ad esempio "vendi" 100 copie da una label digitale..questa a fine mese ti dice.."hey..hai venduto 100 copie !!" :censored:
     
    27 Ago 2009
    #42
  3. Massi

    Massi Eroe del Forum

    Registrato:
    28 Dic 2008
    Messaggi:
    3.820
    "Mi Piace" ricevuti:
    687
    Eheh già... ma non c'è proprio modo di avere una garanzia, Kernell? Un commercialista... un notaio... :LOL: qualcuno interno o esterno alla label che faccia da garante.

    Almeno per le grosse distribuzioni mi sembra obbligatoria una figura così.
     
    27 Ago 2009
    #43
  4. EPFromLB

    EPFromLB Utente Attivo

    Registrato:
    22 Ago 2008
    Messaggi:
    287
    "Mi Piace" ricevuti:
    18
    Artisti famosi guadagnano anche con i remix...cioè si fanno pagare per farsi fare remix...per esempio Ahmet Sendil si prende 500 euro!!!Sono soldi sprecati!perché i guadagni non copriranno quella spesa...e poi il remix non avrà quel valore (mio parere)
     
    27 Ago 2009
    #44
  5. Massi

    Massi Eroe del Forum

    Registrato:
    28 Dic 2008
    Messaggi:
    3.820
    "Mi Piace" ricevuti:
    687
    Non è questione di remix, gli artisti che meritano possono venire pagati a priori anche con le loro produzioni.

    Chiaramente non sono soldi sprecati, se l'etichetta offre 500€ vuoldire che è sicura che ne guadagnerà più del doppio.
     
    27 Ago 2009
    #45
  6. EPFromLB

    EPFromLB Utente Attivo

    Registrato:
    22 Ago 2008
    Messaggi:
    287
    "Mi Piace" ricevuti:
    18
    Ma non è che l'etichetta deve pagare ma tu...
     
    27 Ago 2009
    #46
  7. SonicBlue

    SonicBlue Eroe del Forum

    Registrato:
    1 Ago 2007
    Messaggi:
    5.693
    "Mi Piace" ricevuti:
    590
    Sequencer:
    Ableton Live 8, Reaper 4
    A questo punto perché mi***** vi affidate alle "etichette"? Pubblicità non ne fanno, vi prendono una parte delle vendite pure, ma che :mad:
     
    27 Ago 2009
    #47
  8. Massi

    Massi Eroe del Forum

    Registrato:
    28 Dic 2008
    Messaggi:
    3.820
    "Mi Piace" ricevuti:
    687
    Cioè spiegami.. Io, Acisoom, stampo una canzone su PINCOPALLINO RECORDS, l'EP include i remix di TIZIO, CAIO e SEMPRONIO e io, Acisoom, dovrei pagare 500 euro a Tizio, 500 euro a Caio e 500 euro a Sempronio?

    Ma che film guardi? :)

    L'etichetta compra le royalties delle mie tracce, l'etichetta commissiona ad altri dei remix, l'etichetta paga me, l'etichetta paga gli altri.

    ---------- Messaggio aggiunto alle 17: 56 ---------- Il messaggio precedente era stato inserito alle 17: 50 ----------

    Si e dove la vendo per conto mio la traccia? Per strada? Ogni artista si crea un etichetta propria? Le etichette esistono perché servono, basta non affidarsi alle prime che passano.
     
    27 Ago 2009
    #48
  9. StereosidE

    StereosidE Partecipante

    Registrato:
    25 Ago 2009
    Messaggi:
    26
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Sequencer:
    F.L.STUDIO 8 LIVE 7 ACID PRO 5
    infatti io non ho mai parlato di label:D.non ha senso acquistarli se l hai stampati con una label heheh.

    la "tecnica" consiste in: pubblicarli da solo e comprarli da solo ;).

    pessima tecnica,ma se un pezzo spacca e non si vede neanche nella top 100 techno (per dire) bisogna passare per forza a "estremi rimedi".

    e poi aggiungo....kernell...che questo metodo non serve per fare soldi.ma per far notare la propria musica e farsi pubblicita'.ai giorni d oggi e quasi impossibile fare soldi con le produzioni.

    ---------- Messaggio aggiunto alle 17: 09 ---------- Il messaggio precedente era stato inserito alle 17: 04 ----------

    acisoom dice......... Le etichette esistono perché servono, basta non affidarsi alle prime che passano.

    ed io iper quoto :cold:
     
    27 Ago 2009
    #49
  10. Massi

    Massi Eroe del Forum

    Registrato:
    28 Dic 2008
    Messaggi:
    3.820
    "Mi Piace" ricevuti:
    687
    E ce lo spieghi come si fa a pubblicare una canzone in quanto autore su un portale? Non si può.

    Che sia impossibile fare soldi con le proprie produzioni non è vero, se sei tecnicamente bravo e piuttosto commerciale/orecchiabile puoi tranquillamente vivere più che dignitosamente con una decina di brani all'anno senza contare serate e altre attività.

    Per tecnicamente bravo intendo tecnicamente bravo: un Deadmau5, Prydz, Sebastien Leger per rimanere nel contesto commerciale/orecchiabile.

    E' chiaro che se vuoi fare narkotek puoi essere anche il migliore che ti ci paghi le bollette al massimo.
     
    27 Ago 2009
    #50
  11. SonicBlue

    SonicBlue Eroe del Forum

    Registrato:
    1 Ago 2007
    Messaggi:
    5.693
    "Mi Piace" ricevuti:
    590
    Sequencer:
    Ableton Live 8, Reaper 4
    Chiunque può crearsi un'etichetta ormai, devi compilare solo un modulo, poi basta guardare quei nabbi che erano venuti sul forum a reclutare poveri artisti
     
    27 Ago 2009
    #51
  12. kernell32

    kernell32 Eroe del Forum

    Registrato:
    16 Mar 2009
    Messaggi:
    2.651
    "Mi Piace" ricevuti:
    595
    Sequencer:
    Sonar - Reason
    beh ci sono delle agenzie che ti pubblicano on line i brani senza richiedere edizioni..ad esempio la believedigital...o la wondermark..ti fai la tua bella canzoncina e loro pensano ad inserirla su tutti gli e-store per un costo che varia tra i 50 e i 100 euro l'anno..e le quote delle vendite grosso modo sono 70% all'autore e 30% a loro..

    se invece si parla di ditribuzione FISICA dei cd è tutto un altro discorso..comunque tutte le etichette hanno la possibilità di inserire brani sui portali..e prendono di tutto..anche canzoni schifosissime..quindi se capita di ontattare una label/etichetta, non è importante sapere se sono interessati al brano..o se lo metteranno in vendita..è importante capire se pubblicizzeranno il brano..con tour radiofonici..interviste telefoniche..
     
    27 Ago 2009
    #52
  13. Massi

    Massi Eroe del Forum

    Registrato:
    28 Dic 2008
    Messaggi:
    3.820
    "Mi Piace" ricevuti:
    687
    Si lo so, non sapevo affatto che fosse possibile su tutti gli e-store invece (e continuo a dubitarne ma mi informerò!). In ogni caso farebbe comunque da tramite tra l'autore e il portale.

    Il discorso è che non è possibile in quanto persona fisica avere il totale controllo delle proprie pubblicazioni, bisogna essere un ente.

    Oppure fate come fanno molti grandi, ad esempio Danilo Vigorito, vi create una label dove pubblicate solo vostri pezzi, ma dovete avere già un nome e proporre sempre musica di qualità altrimenti finirete anche voi a pubblicarvi brani da 5 euro e doverne fare e pubblicare 10 al giorno per assicurarvi uno stipendio da 1500€.
     
    28 Ago 2009
    #53
  14. EPFromLB

    EPFromLB Utente Attivo

    Registrato:
    22 Ago 2008
    Messaggi:
    287
    "Mi Piace" ricevuti:
    18
    Per prima cosa non mi sono fatto nessun film...forse mi sono spiegato male, allora tu fai un ep con un etichetta; i remix o li fai fare tu oppure se ne occupa l'etichetta (e a scelta), se li fai fare tu puoi richiedere un remix a tizio (famoso) e paghi 100, 200 , 300 euro per farti fare i remix poi però le vendite del remix vanno a te...capito ora?
     
    28 Ago 2009
    #54
  15. Massi

    Massi Eroe del Forum

    Registrato:
    28 Dic 2008
    Messaggi:
    3.820
    "Mi Piace" ricevuti:
    687
    In casi normali se ne occupa sempre l'etichetta, l'artista fa l'artista.

    Poi so che stanno affiorando sempre di più i casi del tipo "ho un amico bravino che fa musica bellina glielo fai pubblicare un remix insieme alla mia?" ma generalmente è il label manager che sceglie tutto sulle uscite compresi gli eventuali remixers.

    Cioè, il nome sul remix rimane suo ma tutti i diritti d'autore vanno a me? E che ci scrivo sul modulo SIAE? "Amico del remixer, 100% dei diritti"?

    Quello che hai detto è normalissimo, se lo fa il label manager però.

    Poi che anche l'artista si improvvisi commercialista non l'ho mai sentito, magari succede, sicuramente non ad un certo livello.
     
    28 Ago 2009
    #55
  16. EPFromLB

    EPFromLB Utente Attivo

    Registrato:
    22 Ago 2008
    Messaggi:
    287
    "Mi Piace" ricevuti:
    18
    La maggior parte delle volte se ne occupa l'etichetta...però succedono anche quei casi, un mio amico ha chiesto ad un artista bravo che voleva 150 euro per il remix ma questo disse che tutti i guadagni del suo remix andavano a lui...non intendo i diritti d'autori ma i guadagni, non ho capito però cosa centra la siae...mica un ep lo devi registare alla SIAE?se l'artista è registrato penso di si, in quel caso penso che gli introiti del remix dalla siae vanno a colui che l'ha remixato e l'artista dell'original (penso sia così:confused:)
     
    28 Ago 2009
    #56
  17. RobyP

    RobyP Colonna del Forum

    Registrato:
    10 Set 2007
    Messaggi:
    2.515
    "Mi Piace" ricevuti:
    352
    Sequencer:
    FL Studio 9
    Da quel che ne so io se tu fai un remix di una traccia di qualcun'altro....gli introiti siae vanno tutti all'autore originale della traccia, al remixer niente di niente....è come se la traccia fosse sua per la siae! Al contrario gli introiti dlle vendite andranno invece anche o solo al remixer (o anche a nessuno :D li dipende dalla label, è lei che decide il contratto, il remixer può accettarlo o rifiutarlo, stop)

    Comunque ciò che diceva Enzo che i producer un po' più bravi si fanno pagare per remixarti un brano è assolutamente vero..parlando con un manager di una label con la quale sono in contatto ne ho avuto la conferma, mi ha detto una cosa del tipo: "volendo puoi fare uscire questo tuo pezzo insieme al remix di tizio, o caio, o sempronio...per avere più visibilità no? però tocca pagarli...ad esempio tizio vuole 200, caio 150,...."
     
    28 Ago 2009
    #57
  18. kernell32

    kernell32 Eroe del Forum

    Registrato:
    16 Mar 2009
    Messaggi:
    2.651
    "Mi Piace" ricevuti:
    595
    Sequencer:
    Sonar - Reason
    si ma è giusto "pagare" questi 100..200 euro se loro ti forniscono poi i master originali o le vocal..a quel punto devi avere l'autorizzazione per utilizzo di copyright..ed ecco che ti chiedono i soldi..ma se io voglio fare il remix di AZZURRO e la canto io..a celentano non devo dare proprio nulla..ovviamente se lo stampo su cd dovrò chiedere il benestare alle edizioni del brano..e tale edizioni sono tenute a dare l'autorizzazione..per ogni cd stampato, si paga il bollino siae..in questo modo verranno versati dei soldi all'autore del brano (celentano e chi ha l'edizioni)..se il mio remix verrà passato in radio..i soldi siae andranno sempre a loro..dove ci guadagno io ? sulla vendita fisica o digitale del cd !


    ..anzi mi correggo..l'autorizzazione dall'etichetta proprietaria del brano servono se si usano campionamenti o tracce vocal originali del brano..quindi ad esempio se uso la voce di celentano..ma se il brano lo canto io, non serve nulla..basta dichiarare gli esatti autori e proprietari del brano, sia alla siae al momento del rilascio dei bollini, e sia sul cd scrivendo gli autori originali.
     
    28 Ago 2009
    #58
  19. MisterKeosDJ

    MisterKeosDJ Partecipante

    Registrato:
    9 Lug 2012
    Messaggi:
    9
    "Mi Piace" ricevuti:
    4
    Lasciando stare i discorsi di copyright che leggo negli ultimi commenti perché li è soggettivo da caso in caso.
    Per poter guadagnare da siti come Beatport o comunque dal digitale in generale, bisogna innanzitutto fare qualcosa di molto orecchiabile, a prescindere dal genere quindi deve essere POP o come si usual dire "COMMERCIALE".
    Ma il termine corretto appunto è POP (popolare, commerciale).
    Per pop, a differenza di come molti pensano, può essere anche la musica house o dance.
    David Guetta per esempio è un produttore di musica house, che ha reso i suoi brani (e quelli degli altri inserendo qualche effetto e collaborando con qualcun'altro), molto orecchiabili (o almeno per quanto riguarda i gusti della massa).
    Certo, però appunto come nel suo caso, si è soggetti a critiche negative (anche se adesso lui sta proprio esagerando e sta sfruttando proprio questo per guadagnare!).
    L'originalità è la seconda cosa per quanto mi riguarda.
    Questo ti permette di guadagnare anche nel tempo, perché un brano copiato, remixato, una cover, o altro, ti aiuta solo in quanto a visibilità il primo periodo, ma se vuoi essere ricordato e vuoi guadagnare nel tempo devi proporti con melodie originali e che abbiano le giuste sonorità, nel contesto giusto.
    Questa è la chiave per cominciare, anche fin da subito, e anche che a propria etichetta appena nata (magari anche la mi***** nel pugno records perché no!), ad arrotondare il proprio stipendio con i primi guadagni!!!
    Arrotonda che ti arrotondi, arriverai prima o poi a guadagnare bei soldini!

    :X3::ciao:
     
    30 Gen 2014
    #59
  20. FruitOfNoiseRecords

    FruitOfNoiseRecords Utente Attivo

    Registrato:
    20 Feb 2014
    Messaggi:
    53
    "Mi Piace" ricevuti:
    20
    Sequencer:
    Ableton Live , Mixcraft
    molto probabilmente si , io per esempio ho creato la mia label principalmente per autoprodurmi e produrre amici , poi le percentuali di guadagno variano da label a label in base al contratto proposto.
     
    20 Feb 2014
    #60