1. Scrivi Musica per Film e Game: Corso Online Professionale

    Anche senza conservatorio, in pochi mesi fai musica professionale di qualsiasi genere: dall'Epic Hybrid Trailer all'orchestrale fino a pop o musica elettronica. E fai pratica su veri film americani. Otto mesi e più di 145 ore di lezioni serie e approfondite nella Scuola Online #1 d'Italia su Musica e Cinema Digitale, con 17 anni di storia..

    Composizione, Ritmo, Melodia, Armonia, Storytelling, Sequencer, Strumenti Virtuali, Canzoni: impari tutto, senza orari fissi e facendo pratica già dal primo giorno.

    Ottieni la certificazione VFX Wizard Trained Pro™ e scrivi musica efficace, che ha successo con il corso già scelto da principianti assoluti, producers e anche diplomati di Conservatorio di IIº Livello: perché ti insegna tutto, dalle basi al top della musica digitale.

Quale tra queste due tastiere consigliereste?

Discussione in 'Attrezzature' iniziata da Mirage Official, 7 Nov 2019.

  1. Mirage Official

    Mirage Official Utente Molto Popolare

    Registrato:
    20 Ago 2017
    Messaggi:
    42
    "Mi Piace" ricevuti:
    23
    Sequencer:
    Fl studio 12, Logic Pro X, Ableton Live
    Salve ragazzi, devo scegliere da queste due tastiere midi, entrambe a 61 tasti: Alesis V61 oppure M-Audio Keystation 61 MK3. Hanno lo stesso identico prezzo (129), ma non saprei quale delle due prendere. In base alla vostra esperienza, quale prendereste?
     
    7 Nov 2019
    #1
  2. Ngbeatz

    Ngbeatz Utente Molto Popolare

    Registrato:
    13 Nov 2017
    Messaggi:
    98
    "Mi Piace" ricevuti:
    17
    Sequencer:
    FL studio
    ho la mk3 della m audio ed ottima quindi ti consiglio quella, poi ha anche i tasti semipesati rispetto ai dinamici della alesis
     
    7 Nov 2019
    #2
  3. WFKeys

    WFKeys Eroe del Forum

    Registrato:
    15 Feb 2012
    Messaggi:
    4.492
    "Mi Piace" ricevuti:
    940
    Sequencer:
    Cubase
    Vedi che questo è un argomento supertrattato, in questo forum, direi anche "litigato".... quindi consigli a parte...devi innanzitutto abituarti a pensare "cosa ci devo fare ? " Siccome poi tra l'altro, tutto quanto si può fare con il mouse senza nessuna tastiera, la differenza più rilevante fra questi due prodotti da te esposti, è il fatto della semipesatura dei tasti che la Alesis non ha. I suoi tasti sono lenti. Perciò questa opzione fa la differenza, la quale influisce sui costi, ma qualora tu, oltre che programmare intendi anche suonare, esercitarti usando i Vst la tastiera semipesata ti offre un comfort diverso. Se hai occasione di provare ambedue i prodotti in un negozio, te ne rendi conto subito.
     
    7 Nov 2019
    #3
  4. Mirage Official

    Mirage Official Utente Molto Popolare

    Registrato:
    20 Ago 2017
    Messaggi:
    42
    "Mi Piace" ricevuti:
    23
    Sequencer:
    Fl studio 12, Logic Pro X, Ableton Live
    Io faccio attualmente tutto con mouse, diciamo che ho voluto prendere una tastiera perché vorrei creare le melodie per le mie produzioni usando quella, vorrei appunto creare una melodia suonandola e non mettendo le note col mouse come faccio ora.
     
    7 Nov 2019
    #4
  5. Mirage Official

    Mirage Official Utente Molto Popolare

    Registrato:
    20 Ago 2017
    Messaggi:
    42
    "Mi Piace" ricevuti:
    23
    Sequencer:
    Fl studio 12, Logic Pro X, Ableton Live
    Una domanda, cosa intendi per tasti più lenti?
     
    7 Nov 2019
    #5
  6. WFKeys

    WFKeys Eroe del Forum

    Registrato:
    15 Feb 2012
    Messaggi:
    4.492
    "Mi Piace" ricevuti:
    940
    Sequencer:
    Cubase
    Vi sono tre tipi di tasti, Quelli del pianoforte che sono pesati, - Quelli dei sintetizzatori o tastiere automatiche, che sono semipesati, - Poi quelli che hanno solo una leggerissima pressione, e trasmettono soltanto la dinamica, e il valore di nota. (come questa Alesis) Per questo dico "lenta" nel senso della leggerezza.
    La semipesatura è una via di mezzo, che accontenta un po' tutti, e conferisce un comfort diverso nel suonare, dato che questa funzione però comporta un costo maggiore, i costruttori compensano diminuendo prestazioni in fatto di manopole e fader vari, per dare un prodotto competitivo e comunque funzionale per quello che deve fare. Anzi la tua intenzione di creare melodie suonando avvalora l'uso di una Mk3.
    (ci sono tastiere midi controller semipesate e con tutti i controlli che costano più o meno 300€...o anche di più....come anche le Master controller che hanno 88 tasti pesati proprio come il pianoforte e ovviamente i prezzi sono alti) Perciò se devi suonare, non ci pensare due volte prendi la mk3 non hai nessun problema per programmare, registrare il midi in tempo reale, quello che vuoi fare tu, è la meglio cosa di queste tastiere, anche se comporta poi eventuali correzioni di anticipi, ritardi, lunghezza note, non voluti o voluti apposta, per rendere la tua musica più reale possibile, ma quello che è più importante nel modo reale della reg. è la dinamica che viene registrata con la pressione che trasmettono le tue dita.....invece quando inserisci manualmente i valori di velocity sono quelli di default.
    E andranno modificati manualmente.

    Aggiungo che un programma di sequencing, di solito ti permette l'inserimento da tastiera in step by step, ovvero nota per nota, ma ! Seguendo la quantizzazione predisposta....e questo aumenta i tempi di lavoro. Perché come velocità di inserimento quella manuale da piano roll, che tu conosci... per me ( che l'ho fatta per tanti anni quando le tastiere midicontroller non esistevano) .....è più veloce, non c'è dubbio....ho sempre avuto parecchie note da inserire, faccio i midifile dai libri Rock Score, dato che ogni nota inserita può essere modificata immediatamente, invece eseguendo da tastiera, premi il tasto corrispondente, ma in presenza di note con lunghezza diversa devi stare lì a modificare la griglia di continuo....questo è anche il motivo che mi fa preferire la semipesata, che almeno potrà sempre essere utile per suonare e studiare, poi meno di 5 8ve manco le facevano, ora ne ho viste anche a 4 ma se hai spazio... per suonare meglio la classica da 5.
    Buon lavoro !!;)
     
    8 Nov 2019
    #6
  7. Mirage Official

    Mirage Official Utente Molto Popolare

    Registrato:
    20 Ago 2017
    Messaggi:
    42
    "Mi Piace" ricevuti:
    23
    Sequencer:
    Fl studio 12, Logic Pro X, Ableton Live
    Ottima risposta, grazie!
     
    8 Nov 2019
    #7
  8. Kappa

    Kappa Vincitore della canzone del mese Utente VIP

    Registrato:
    18 Lug 2009
    Messaggi:
    3.445
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.199
    Sequencer:
    Cubase 7.5/Reason 11 suite
    non so se è una questione di abitudine, ma ho preso una m-audio keystation 61 mk3 per un mio amico (ottima tastiera) l'ho provata, io ho sempre usato una tastiera classica della korg, non semi pesata come lo è appunto la keystation di M-audio, e francamente parlando se si suona il pianoforte o accordi è buona, ma quando vai sulle melodie (forse è solo una questione di abitudine) la trovo scomoda.

    cioè preferisco la tastiera classica con una risposta più rapida meno pesante, la trovo più comoda.

    ma come mi ripeto può essere solo una questione di abitudine del resto la M-audio la trovo una buona tastiera.
     
    9 Nov 2019
    #8
  9. WFKeys

    WFKeys Eroe del Forum

    Registrato:
    15 Feb 2012
    Messaggi:
    4.492
    "Mi Piace" ricevuti:
    940
    Sequencer:
    Cubase
    Infatti, Kappa trovo anche scritto che queste tastiere con solo dinamica e n. nota, sono per chi suona veloce......questa proprio non la accetto, perché allora chi suona il pianoforte che ha tasti duri, non sa andare veloce ??? E' una risposta che nasconde il mantenimento prezzi competitivi, poiché la semipesatura costa. Personalmente le trovo troppo lente per suonare, e la semipesata è giusta come pressione...è come un synth... ma dici bene, è solo questione di abitudine, se dovessi suonare un piano, non ne sarei capace. Ti manca la forza nelle dita.
     
    9 Nov 2019
    #9