1. Scrivi Musica per Film e Game: Corso Online Professionale

    Anche senza conservatorio, in pochi mesi fai musica professionale di qualsiasi genere: dall'Epic Hybrid Trailer all'orchestrale fino a pop o musica elettronica. E fai pratica su veri film americani. Otto mesi e più di 145 ore di lezioni serie e approfondite nella Scuola Online #1 d'Italia su Musica e Cinema Digitale, con 17 anni di storia..

    Composizione, Ritmo, Melodia, Armonia, Storytelling, Sequencer, Strumenti Virtuali, Canzoni: impari tutto, senza orari fissi e facendo pratica già dal primo giorno.

    Ottieni la certificazione VFX Wizard Trained Pro™ e scrivi musica efficace, che ha successo con il corso già scelto da principianti assoluti, producers e anche diplomati di Conservatorio di IIº Livello: perché ti insegna tutto, dalle basi al top della musica digitale.

Una curiosità sul mastering

Discussione in 'Finalizzazione e Mastering' iniziata da Andrew99, 2 Mag 2020.

  1. Andrew99

    Andrew99 Partecipante

    Registrato:
    6 Ott 2016
    Messaggi:
    17
    "Mi Piace" ricevuti:
    3
    Ciao a tutti, avrei una curiosità riguardo il tanto chiacchierato mastering.
    Quello che volevo sapere in sostanza è: quanto effettivamente "cambia" il suono tra la fase di missaggio e quella di mastering?
    So che è una domanda chiesta moltissimo, che il mastering non risolve tutti i problemi e che bisogna partire da un mix già fatto bene in partenza. Ma più precisamente, anche con un mix che suona bene in partenza, quanto si sentirà la differenza tra le due fasi nel prodotto finale?

    Chiedo perché quando lavoro sulle mie tracce, mi capita di soffermarmi forse troppo su alcuni dettagli del mix, non sapendo se effettivamente possono essere migliorati ulteriormente in fase di missaggio, oppure oltre una certa soglia bisogna aspettare i vantaggi del mastering.

    Spero di essere stato chiaro nella domanda, grazie a chi risponderà
     
    2 Mag 2020
    #1
  2. dj flex

    dj flex Eroe del Forum Super Moderatore

    Registrato:
    29 Nov 2009
    Messaggi:
    3.308
    "Mi Piace" ricevuti:
    868
    Sequencer:
    fl studio 9,cubase 5
    Tendenzialmente direi il meno possibile,quindi non farei il ragionamento che poni,Anzi devi migliorare si più che puoi in mix,Mastering e' l'ultima catena e deve rimanere tale...e quindi logico che ha la sua importanza,ma non deve in nessun modo coprire carenze evidenti di un mix!
     
    2 Mag 2020
    #2
  3. Scar96

    Scar96 fantasma dell'opera Utente VIP

    Registrato:
    10 Dic 2013
    Messaggi:
    866
    "Mi Piace" ricevuti:
    630
    Sequencer:
    FL Studio 20
    cambia in base alla qualità del mix, quindi è bene "mixare come se non esistesse nessuna fase di mastering". Il ché significa porsi l'obiettivo di fare il meglio che si può in fase di mix per rendere ridondante gli interventi durante quella di mastering.
     
    2 Mag 2020
    #3
  4. MRK_LAB

    MRK_LAB Eroe del Forum

    Registrato:
    20 Giu 2018
    Messaggi:
    1.966
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.142
    Sequencer:
    Cubase 9.5
    Un mastering ben fatto non lo dovresti sentire , ovvero più è trasparente meglio è.
    Purtroppo è vero che molti pensano ancora "...tanto poi in mastering...." ed è un errore abissale perché lo scopo del master è fare in modo che il brano trasli al meglio rispettando il target di genere.
    Certo , alcune migliorie le si apporta ma sono sfumature , se un mix non "picchia" non picchierà nemmeno dopo il mastering o per lo meno non quanto farebbe se il problema fosse stato risolto in mixing.
     
    2 Mag 2020
    #4
  5. Andrew99

    Andrew99 Partecipante

    Registrato:
    6 Ott 2016
    Messaggi:
    17
    "Mi Piace" ricevuti:
    3
    Grazie delle risposte. Quindi è corretto, in fase di missaggio, cercare di replicare il più fedelmente possibile la qualità del suono di una canzone professionale? O c'è qualche controindicazione nell'adottare questa "tecnica"?
     
    2 Mag 2020
    #5
  6. MRK_LAB

    MRK_LAB Eroe del Forum

    Registrato:
    20 Giu 2018
    Messaggi:
    1.966
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.142
    Sequencer:
    Cubase 9.5
    Level matching , ovvero tieni la reference al volume di ciò a cui stai lavorando altrimenti è chiaro che un master ti sotterra !
    :ROFLMAO:
     
    2 Mag 2020
    #6
  7. Andrew99

    Andrew99 Partecipante

    Registrato:
    6 Ott 2016
    Messaggi:
    17
    "Mi Piace" ricevuti:
    3
    Hahahah si quello assolutamente! :D
     
    2 Mag 2020
    #7
  8. dj flex

    dj flex Eroe del Forum Super Moderatore

    Registrato:
    29 Nov 2009
    Messaggi:
    3.308
    "Mi Piace" ricevuti:
    868
    Sequencer:
    fl studio 9,cubase 5
    Una Reference sotto mano ci sta sempre!
     
    2 Mag 2020
    #8
  9. IDK

    IDK ...meglio di Giuseppe Verdi Utente VIP

    Registrato:
    20 Gen 2017
    Messaggi:
    1.592
    "Mi Piace" ricevuti:
    946
    Sequencer:
    Ableton Live
    Quello che ho capito io è che se il mix è fatto benissimo il master serve esclusivamente ad aumentare il volume, ogni altro intervento in fase di mastering serve per correggere errori presenti nel mix
     
    2 Mag 2020
    #9
  10. MRK_LAB

    MRK_LAB Eroe del Forum

    Registrato:
    20 Giu 2018
    Messaggi:
    1.966
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.142
    Sequencer:
    Cubase 9.5
    Detto così è estremamente riduttivo però !
    Conformare ad uno standard non significa solo alzare il volume.
    In mixing determinati aspetti possono (o necessariamente devono) passare in secondo piano e sono quelli su cui poi l'ME va a lavorare , un tot saranno patch "curative" mentre altre saranno migliorie.
    E poi anche vero che in mastering possano venir esaltate determinate peculiarità non gradite , ecco allora che solo a quello stadio di lavorazione è possibile intervenire.
    Esistono inoltre varie tipologie di mastering ed in alcune "alzare il volume" è l'ultimo dei problemi.
    Penso al mastering per vinile ad esempio dove compressione e limiting sono quasi da evitare mentre la gestione delle frequenze di taglio , delle sibilanti e delle componenti M/S possono fare la differenza tra un buon prodotto od un supporto letteralmente insuonabile.
     
    3 Mag 2020
    #10
  11. dj flex

    dj flex Eroe del Forum Super Moderatore

    Registrato:
    29 Nov 2009
    Messaggi:
    3.308
    "Mi Piace" ricevuti:
    868
    Sequencer:
    fl studio 9,cubase 5
    A volte è quello che puo' sembrare,semplicemente perché non si Matchano i livelli di prima e dopo,con la risultante "che sembra piu alta di volume"
     
    3 Mag 2020
    #11
  12. profesorius

    profesorius Star del Forum

    Registrato:
    28 Nov 2005
    Messaggi:
    4.996
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.185
    Sequencer:
    Live, Pro Tools, Logic,
    diciamo che il concetto di mastering ormai oggi è molto confusionale.. il mastering originariamente era quella tecnica che ti permetteva di incidere il brano su diversi supporti ottenendo la stessa qualità di suono su tutti.. (vinile cd cassetta)
    allora oggi perché si parla di mastering se mando un brano in digitale e mi ritorna un brano in digitale?? perché tanti si fanno fregare , dalla figaggine della parola mastering, lo portano in sutdio e tutto cio che fanno e spararti un limiter per avere piu volume possibile.. un 'altro abbagliaglio di questo concetto è che in mastering si possono risolvere difficoltà del mix.. beh.. come tutti dicono se ci sono problemi di mix li risolvi in mix e non in mastering.. se tocchi il mix , stai ancora mixando.. allora io chiamari questo processo oggi. finalizzazione e non mastering, perché il mastering non lo fa piu nessuno.
     
    3 Mag 2020
    #12