1. Scrivi Musica per Film e Game: Corso Online Professionale

    Anche senza conservatorio, in pochi mesi fai musica professionale di qualsiasi genere: dall'Epic Hybrid Trailer all'orchestrale fino a pop o musica elettronica. E fai pratica su veri film americani. Otto mesi e più di 145 ore di lezioni serie e approfondite nella Scuola Online #1 d'Italia su Musica e Cinema Digitale, con 17 anni di storia..

    Composizione, Ritmo, Melodia, Armonia, Storytelling, Sequencer, Strumenti Virtuali, Canzoni: impari tutto, senza orari fissi e facendo pratica già dal primo giorno.

    Ottieni la certificazione VFX Wizard Trained Pro™ e scrivi musica efficace, che ha successo con il corso già scelto da principianti assoluti, producers e anche diplomati di Conservatorio di IIº Livello: perché ti insegna tutto, dalle basi al top della musica digitale.
Nascondi Avviso
Desideri un tema scuro per MusicaDigitale?

Registrati e imposta la modalità notte!

Clicca qui per scoprire come attivarla!

Domanda Vale la pena spendere soldi in microfoni costosi?

Discussione in 'Studio ed Equipaggiamento Hardware' iniziata da Desmond, 13 Mar 2021.

  1. Desmond

    Desmond Utente Molto Popolare

    Registrato:
    12 Gen 2012
    Messaggi:
    108
    "Mi Piace" ricevuti:
    17
    Sequencer:
    FL20
    In parole povere, negli anni upgrade dopo upgrade ho tirato su la mia bella postazione dove riesco a fare bene o male tutto quello di cui ho bisogno. L'unico pezzo di equip che è ancora con me dal day 1 è il microfono a condensatore, il classico Rode NT1-A che costa come le patate (150 euro ai tempi, compreso di cavo e ragno con antipop).
    Più volte sono stato tentato di cambiarlo (con AT4040 oppure Slate ML-1 che a detta di molti sono microfoni top se vuoi stare entro un certo budget), il problema è che spesso e volentieri, ascoltando online le varie differenze non riesco a convincermi del fatto che sti 250/500€ di differenza con microfoni più costosi siano giustificati come magari lo sono per altri strumenti.
    Più volte ho ascoltato online video comparativi e devo dire che le differenze sono veramente MINIME, e in ogni caso niente che con un EQ in post produzione non riesco a ottenere.
    Da qui la domanda, vale la pena cambiare un NT1-A con un'altro microfono di fascia medio/alta? (max 800 euro).
    Fino ad ora la risposta che mi sono dato è no, però sarei curioso di sentire altre campane.
     
    13 Mar 2021
    #1
  2. MRK_LAB

    MRK_LAB Eroe del Forum Utente VIP

    Registrato:
    20 Giu 2018
    Messaggi:
    2.442
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.533
    Sequencer:
    Cubase 9.5 / PH Reason 11
    800 euro per un condensatore sono da considerarsi fascia medio-bassa e non medio-alta , questo non vuol dire che siano scarsi.
    La fascia media si aggira tra 1500/2000 , medio-alta 3/5000 , alta oltre i 6000.
    Parliamo sempre di costi , non necessariamente la qualità segue proporzionalmente l'aumento di prezzo , i brand noti si pagano e non di rado gear artigianli li surclassano ampiamente.
    In generale a parte casi specifici dove articoli cheap hanno comunque caratteristiche che li rendono unici ed irrinunciabile (sm57 i.e.) esiste una soglia sotto la quale è difficile raggiungere una certà qualità fedeltà.
    I Rode ad esempio nella loro economicità sono dignitosi ma tutto si ferma li e se vuoi andare oltre è semplicemente impossibile.
    Ho usato per anni un NT1000 per fare voci di bambini (cori e solisti) e sono sopravvissuto ma quando ho cominciato a lavorare con timbri full range e di una certa qualità mi sono reso conto dei limiti oggettivi del microfono in questione che per inciso non è un cinese da 80 euro ma "made in australia" (350/400 euro mi pare) anno 2005 o giù di li.
     
    15 Mar 2021
    #2
    A Desmond piace questo elemento.
  3. Desmond

    Desmond Utente Molto Popolare

    Registrato:
    12 Gen 2012
    Messaggi:
    108
    "Mi Piace" ricevuti:
    17
    Sequencer:
    FL20
    Hai ragione, ho considerato fascia medio/alta considerando le mie possibilità :D. Per il resto secondo me oltre una certa cifra non vale proprio la pena a prescindere, 10.000 e rotti euro per un U67 vintage per me non saranno mai giustificati, e ho visto anche qualche caso di gente che li possiede spiegare come raggiungere lo stesso identico risultato con un microfono più accessibile e un po di post produzione, ma qui in ogni caso stiamo parlando di altri livelli.
    Entrando nel dettaglio, quali sono questi limiti che hai riscontrato nel rode? Sono interessato all'argomento anche se non è il mio stesso microfono.
     
    15 Mar 2021
    #3
    A MRK_LAB piace questo elemento.
  4. MRK_LAB

    MRK_LAB Eroe del Forum Utente VIP

    Registrato:
    20 Giu 2018
    Messaggi:
    2.442
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.533
    Sequencer:
    Cubase 9.5 / PH Reason 11
    Chiaro che quando si arriva a trattare certe cifra significa che i budget sono molto più ampi , chi si può permettere di spendere 10/12k euro per un mic o altro ferro ha sicuramente le spalle grosse e l'oggetto con pedigree non è scelta univoca. ma complementare ed integrativa.
    A volte certi attrezzi sono "d'obbligo" per strutture di un certo livello che trattano clienti top.
    Ma paradossalmente anche a livelli più bassi avere o non avere un Neumann (anche scarso) può far la differenza per agganciare un cliente , anzi , proprio a livelli medio bassi dove il cliente ha un'infarinatura tecnica minima e se parli di Peluso o Ribera pensa siano dei calciatori brasiliani ma se dici Neumann la pupilla gli si dilata !
    :ROFLMAO:

    E' un difetto tipico di tutti i Rode anche se in misura diversa , alte e medio-alte dure/taglienti/vetrose dal suono "finto" , poco corpo e basse "vuote".
    Cioè , ciò che registra non è male (entro certi limiti) ma appena tocchi l'eq in alto fai danno , nel range basso invece qualunque cosa si faccia le variazioni sono minime anche a fronte di interventi massivi.
     
    15 Mar 2021
    #4
  5. Desmond

    Desmond Utente Molto Popolare

    Registrato:
    12 Gen 2012
    Messaggi:
    108
    "Mi Piace" ricevuti:
    17
    Sequencer:
    FL20
    Valuterò, alla fine mi sono deciso a ordinare l'AT4040 dell'Audio Technica. Voglio sperimentare perché effettivamente registrando con l'NT1-A mi trovo spesso e volentieri a dover pestare giu le alte tra i 9khz e i 14khz che a tratti vengono fuori troppo prepotenti, soprattutto i rumori di gola che a volte manco l'EQ riesce a rimuovere perché sono troppo spalmati sulle alte. Quando l'eq non basta devo andare per forza di cose con un de-crackler (che di solito si usa per ridurre i rumori di fondo dei vinili ma ho scoperto funzionare egregiamente anche per pulire le alte delle voci), Ascoltando produzioni professionali questi rumori ci sono, ma sono moolto attenuati, e a questo punto credo che la differenza possa ricadere sul microfono.
     
    15 Mar 2021
    #5
  6. MRK_LAB

    MRK_LAB Eroe del Forum Utente VIP

    Registrato:
    20 Giu 2018
    Messaggi:
    2.442
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.533
    Sequencer:
    Cubase 9.5 / PH Reason 11
    I rumori di naso , gola , rifiatate e sibilanti eccessive io cerco di curarle sempre manualmente , è un lavoro "carogna" ma in genere si rispetta meglio il timbro e si interviene solo alla bisogna.
    Anche li , ogni microfono ha un comportamento diverso , alcuni ammorbidiscono e "perdonano" altri no , altri addirittura prevengono come il Magnitube della Braingasm che ha un de-esser integrato.
    Ecco , i mic di Teo (il titolare della Braingasm) sono degli artigianali di tutto rispetto che fanno sfigurare diversi soliti noti , sono un felice possessore di un suo C12 Deluxe Custom (sul blog si può vedere la trasformazione) , microfono che mi ha fatto capire cosa vuol dire "suonare bene" da subito e senza troppi caxxi in post produzione.
     
    15 Mar 2021
    #6
  7. Desmond

    Desmond Utente Molto Popolare

    Registrato:
    12 Gen 2012
    Messaggi:
    108
    "Mi Piace" ricevuti:
    17
    Sequencer:
    FL20
    Guarda sarei curiosissimo di provarlo un microfono artigianale ma sono cifre decisamente fuori dalla mia portata. Figurati che l'AT4040 l'ho ordinato dagli stati uniti perché su Thomann sta a 399€ mentre dagli USA spedizione inclusa ho speso 360 dollari (300€ praticamente).
    Probabilmente arriverà a natale ma è già un lusso per me aver risparmiato 100 sacchi (di sti tempi poi).
     
    15 Mar 2021
    #7
    A MRK_LAB piace questo elemento.
  8. MRK_LAB

    MRK_LAB Eroe del Forum Utente VIP

    Registrato:
    20 Giu 2018
    Messaggi:
    2.442
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.533
    Sequencer:
    Cubase 9.5 / PH Reason 11
    Sei in zona , ci si organizza e una volta fuori dal rosso ci si può vedere.
     
    15 Mar 2021
    #8
  9. Tony Black

    Tony Black Mixing addicted Utente VIP

    Registrato:
    7 Lug 2016
    Messaggi:
    793
    "Mi Piace" ricevuti:
    599
    Sequencer:
    Samplitude Pro, ProTools, Reaper
    Per me il problema di molti microfoni extra lusso (e non) è la presenza di aumenti anche consistenti nella zona 5/10kHz.
    Buono per il nastro, meno buono per il digitale.
    Ed ecco che ti ritrovi con le sibilanti sparate senza manco aver acceso il compressore.

    Chiaramente dipende dalla sorgente e che tipo di suono vuoi ottenere.
    In alcuni casi un aumento sulle alte o comunque una risposta in frequenza non tendente al flat può essere utile.

    Nel caso della voce ad esempio, generalmente parlando per me il microfono deve essere flat e molto esteso se il genere è "moderno".
    Una leggera tendenza al ribasso dalle mediobasse in giù può essere ben accetta.

    Stando ai rilevamenti di Audio Test Kitchen (che sono molto realistici se posso dire la mia) l'AT4040 rispetto al NT-1A ha meno basse e un po' meno spinta sulle alte.

    Quindi sulla voce potresti trovare un po' giovamento nell'utilizzare l'AT4040.

    Per concludere in tutta franchezza mi accodo a quello che dice MRK.
    Alla fine, soprattutto finché registri vicino al microfono e poi non contento comprimi pure, è ovvio che sibilanti e vari rumori indesiderati te li ritrovi sparati.
    Un po' a prescindere dal microfono.

    Il modo concreto per ridurre certi problemi durante la ripresa è distanziarsi dal microfono e limitare le riflessioni nella stanza.
    Anche se la stanza non ti sembra riverberante, se non tratti un po' le riflessioni ci sono comunque e si sommano al suono diretto e possono facilmente ingigantire l'harshness in zona 4/8kHz.

    Non di rado uso il de-verb di Izotope. Devo dire che aiuta. Fa quello che può, intendiamoci.

    Successivamente l'unica cosa da fare è l'editing e processamento pre-mix.
    Non è certo il de-esser nel mix che ti salva, soprattutto se hai la necessità di comprimere molto.
     
    15 Mar 2021
    #9
    A MRK_LAB piace questo elemento.
  10. Desmond

    Desmond Utente Molto Popolare

    Registrato:
    12 Gen 2012
    Messaggi:
    108
    "Mi Piace" ricevuti:
    17
    Sequencer:
    FL20
    Molto volentieri!


    Guarda più vado avanti coi mix vocali più mi rendo conto che il de-esser devo farlo a mano perché qualsiasi settaggio imposto va bene per determinate parti ma poi comprime troppo (o troppo poco) su altre, e notare bene che già creo canali mixer separati per ogni sezione vocale (strofe, rit, bridge ecc).

    Riguardo il preamp vale la pena considerarne uno da accoppiare sempre a un AT4040 che comunque rimane un microfono poco dispendioso? Attualmente uso una big knob studio+ come interfaccia e il suo lavoro lo fa direi ottimamente
     
    16 Mar 2021
    #10
    A MRK_LAB piace questo elemento.
  11. Tony Black

    Tony Black Mixing addicted Utente VIP

    Registrato:
    7 Lug 2016
    Messaggi:
    793
    "Mi Piace" ricevuti:
    599
    Sequencer:
    Samplitude Pro, ProTools, Reaper
    @Desmond non conosco la bontà dell'interfaccia in questione ma andando a logica, con tutto quello che fa e quanto costa, non stento a credere faccia il suo lavoro ma probabilmente ci sarà di meglio.

    Quindi così ad occhio direi che al posto tuo prima mi doterei di un interfaccia migliore con ingressi di linea (dove già magari avresti pre e conversione migliori) e poi più in la prenderei un pre esterno se vuoi provare. GAP 73 Premier (quello blu!) o Focusrite ISA One.

    Capisco che non è facile sostituire la big knob studio+ perché fa un sacco di roba :D

    A parte questo, se non hai dato una raddrizzata all'acustica, personalmente investirei prima in quello.
    Meglio 10 pannelli in lana di roccia che un DW Fearn VT-1 da 3500 eurini.
     
    18 Mar 2021
    #11
    A MRK_LAB piace questo elemento.
  12. MRK_LAB

    MRK_LAB Eroe del Forum Utente VIP

    Registrato:
    20 Giu 2018
    Messaggi:
    2.442
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.533
    Sequencer:
    Cubase 9.5 / PH Reason 11
    Colgo il servizio offerto da @Tony Black , ottimo il Gap73 , non sarà il clone 1 a 1 di un 1073 vintage ma regala veramente delle belle soddisfazioni.
    Io ho l'MK2 e ricordo che già solo quello mi aveva dato una mano a patchare i difetti del Rode regalando un "ciccia" che il BluTube (aimè) nonostante la sostituzione della valvola non possiede.


    Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk
     
    18 Mar 2021
    #12
    A Desmond e Tony Black piace questo messaggio.
  13. Desmond

    Desmond Utente Molto Popolare

    Registrato:
    12 Gen 2012
    Messaggi:
    108
    "Mi Piace" ricevuti:
    17
    Sequencer:
    FL20
    Ho già una cabina insonorizzata della Puma che anche se presa usata qualche anno fa mi è costata un braccio e un rene, ora devo effettivamente capire se sto preamp può effettivamente essermi utile o meno.
     
    20 Mar 2021
    #13
    A MRK_LAB piace questo elemento.
  14. MRK_LAB

    MRK_LAB Eroe del Forum Utente VIP

    Registrato:
    20 Giu 2018
    Messaggi:
    2.442
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.533
    Sequencer:
    Cubase 9.5 / PH Reason 11
    Dipende dove entri attualmente , in sostanza a chi demandi la preamplificazione.
    Ovvio che una scheda in fascia scarlett non può oggettivamente aiutarti sotto questo aspetto ed allora un pre caratterizzante può camuffare talune sgradevolezze di una catena di ripresa per qualche verso "debole".
     
    20 Mar 2021
    #14
  15. Desmond

    Desmond Utente Molto Popolare

    Registrato:
    12 Gen 2012
    Messaggi:
    108
    "Mi Piace" ricevuti:
    17
    Sequencer:
    FL20
    Sto aprendo un'altra discussione perché sto diventando letteralmente MATTO. Se hai tempo da perdere ogni consiglio è bene accetto!
    https://www.musicadigitale.net/thre...gistrazione-con-mackie-big-knob-studio.97473/
     
    20 Mar 2021
    #15
    A MRK_LAB piace questo elemento.